Apri il menu principale

Chiesa di Cristo Re (Masone)

edificio religioso di Masone
Chiesa di Cristo Re
Masone-IMG 0269.JPG
StatoItalia Italia
RegioneLiguria
LocalitàMasone
ReligioneCristiana cattolica di rito romano
TitolareCristo Re
Diocesi Acqui
ArchitettoGiuseppe Massardo
Stile architettonicobarocco
Inizio costruzione1920
Completamento1927

Coordinate: 44°30′16.83″N 8°42′44.28″E / 44.504675°N 8.7123°E44.504675; 8.7123

La chiesa di Cristo Re è un luogo di culto cattolico situato nel comune di Masone, in piazza Monsignor Vittorio Macciò, nella città metropolitana di Genova. La chiesa è sede della parrocchia di Cristo Re e Nostra Signora Assunta della diocesi di Acqui.

Indice

Cenni storici e descrizioneModifica

 
Particolare del campanile

La nuova parrocchiale, in sostituzione della già presente chiesa parrocchiale di Nostra Signora Assunta, fu costruita negli anni venti del Novecento e aperta nel 1927 (anche se tutti gli affreschi, decorazioni, etc. sono stati ultimati negli anni settanta), su progetto dell'architetto Giuseppe Massardo. Fu eretta per volere dell'arciprete di Masone monsignor Vittorio Macciò visto che quella esistente (ora sede della confraternita) era troppo piccola e ormai delocalizzata dal paese nuovo per accogliere tutta la popolazione di Masone. La struttura si presenta molto ampia e luminosa e al suo interno sono conservati pregiati affreschi dei pittori Carlo Morgari e Bevilacqua; di quest'ultimo sono gli affreschi nelle volte con le raffigurazioni de l'Assunzione della Beata Vergine Maria e le scene di vita dei santi e del Signore Gesù.

I lavori interni furono portati a termine dall'arciprete don Guido Brema.

L'edificio, a tre navate in stile barocco, è la chiesa più grande della diocesi di Acqui.

Il progetto originale prevedeva una cupola sopra l'altare e due transetti laterali: questi non furono mai realizzati così come la cupola per mancanza di fondi e spazi. La facciata è stata ripresa a fine anni novanta dall'arciprete don Rinaldo Cartosio abbellendola con nuovi marmi, colonne e statue.

Il grande concerto campanario

Il grande concerto di campane della parrocchiale (il più grande della diocesi e tra i primi in Liguria) è in Si2 maggiore grave (8 movibili e 3 fisse che sono la 7°minore in La3, il Do#4 ed il Re#4) di cui 10 fuse nel 1959 dalla ditta Capanni, e l'11° chiamata affettuosamente "Din-Din" dai masonesi risale al 1660 ed è stata utilizzata per secoli come campana d'allarme in caso di pericolo imminente, incendi, invasioni, ma anche per segnalare la nascita o la morte di un bambino; originariamente era la campana della Confraternita (infatti è dedicata alla Natività di Maria titolare dell'oratorio), probabilmente permutata con una più grossa. Il "Din-Din" ha rischiato di essere rifuso assieme alle vecchie campane della parrocchia attorno al 1890, ma è stato salvato appena in tempo durante il viaggio alla fonderia. Alcuni masonesi, infatti, hanno voluto conservare quella testimonianza dei secoli passati. Con il nuovo concerto del 1959 è stata adattata alle nuove campane, intonandola alle altre, da un Re4 è così divenuta Re#4.

Il peso totale del concerto (compresi ceppi ruote incastellatura etc) è di circa 152 quintali. Per la sua realizzazione furono raccolti quintali e quintali di metalli donati dalla popolazione: bronzo e rame vennero portati a fondere, mentre il ferro fu venduto per ricavarne fondi pro-concerto. La fusione avvenne il 7 agosto 1959, consacrato il 14 dello stesso mese del vescovo di Acqui Giuseppe Dell'Omo e suonò ufficialmente la prima volta il 13 settembre 1959 alle ore 18.00 nell'istante in cui tutte le campane italiane suonavano per la consacrazione dell'Italia al Cuore Immacolato di Maria.

Organo a canneModifica

Nella chiesa si trova un organo con più di 2000 canne, costruito dall'organaro Marin nel 1965.

Lo strumento, a trasmissione elettronica, ha due tastiere di 61 tasti e pedaliera di 32 note.

Di seguito si riporta la disposizione fonica:

Prima tastiera - Grand'Organo
Principale 16'
Principale 8'
Bordone 8'
Dulciana 8'
Flauto 8'
Ottava 4'
Flauto 4'
Duodecima 2.2/3'
Quintadecima 2'
Decimanona 1.1/3'
Vigesimaseconda 1'
Ripieno 4 file
Tromba 8'
Voce Umana 8'
Seconda tastiera - Espressivo
Eufonio 8'
Flauto 8'
Principale 4'
Salicionale 8'
Flauto 4'
Viola 8'
Celeste 8'
Ripieno 3 file
Oboe 8'
Nazardo 2.2/3'
Flautino 2'
Decimino 1.3/5'
Pedale
Contrabbasso 16'
Subbasso 16'
Basso forte 8'
Bordone 8'
Ottava 4'
Flauto 4'
Controfagotto 16'
Tromba 8'

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica