Apri il menu principale

Chiesa di San Domenico (Tricase)

edificio religioso di Tricase
Chiesa di San Domenico
Chiesa dei Domenicani Tricase.jpg
Chiesa di San Domenico
StatoItalia Italia
RegionePuglia
LocalitàTricase
ReligioneCattolica
Diocesi Ugento-Santa Maria di Leuca
Stile architettonicobarocco
Inizio costruzione1679
Completamento1704
Interno

La chiesa di San Domenico, annessa al convento dei domenicani, è un complesso architettonico situato a Tricase, in provincia di Lecce.

StoriaModifica

La fondazione del complesso conventuale dei domenicani di Tricase è attestata sin dal XV secolo. Fu costruito nel XIII secolo da frà Nicolò Paglia di Giovinazzo, seguace di san Domenico; la tradizione locale afferma che sia stato il sesto convento di quell'ordine e che fu registrato nel 1612 tra le case della provincia monastica di Puglia.[1]
La chiesa fu edificata tra il 1679 e il 1704, su un preesistente impianto devastato più volte dai Turchi tra XV e XVI secolo. Qui aveva sede una prestigiosa biblioteca e una rinomata cattedra di filosofia e teologia.

ArchitetturaModifica

EsternoModifica

La facciata, ultimata nel XVIII secolo, presenta un portale sormontato dalla statua di san Domenico di Guzmán e dai busti di san Pietro e san Paolo, titolari del convento. In asse col portale si apre una finestra lobata, sulla quale si legge la data 1688. La sommità del timpano è adorna delle statue raffiguranti alcuni santi cari all'Ordine domenicano.

InternoModifica

L'interno, illuminato da tredici finestre a lira, si presenta con un'unica navata, scandita da otto profonde cappelle intervallate da statue policrome di santi domenicani. Il transetto è sostituito da due cappelloni, intitolati al Nome di Gesù e a san Domenico di Guzmán, che precedono l'altare maggiore. Nelle cappelle si distribuiscono decoratissimi altari barocchi che accolgono tele di vari pittori salentini. Tra gli artisti presenti, Saverio Lillo, Giovandomenico Catalano, Giuseppe Zimbalo, Gioacchino Toma. In fondo alla navata, dietro all'altare maggiore, è collocato il coro, intagliato in legno di noce, realizzato dal tricasino Oronzo Pirti, autore, inoltre, del portone d'ingresso. Sulla controfacciata è posizionata la cantoria con l'organo del Settecento. La copertura è costituita da un cielo appeso, realizzato in legno, con al centro lo stemma dei domenicani.[2]

NoteModifica

  1. ^ Chiesa di San Domenico e Convento Domenicano dei SS. Pietro e Paolo[collegamento interrotto]
  2. ^ "La Chiesa di San Domenico in Tricase. Notizie di storia e di arte" di Salvatore Cassati

BibliografiaModifica

  • Peluso Mario - Peluso Vincenzo, Guida di Tricase, Caprarica, Depressa, Lucugnano, Sant'Eufemia, Tutino e Le Marine, Congedo, 2008
  • Accogli Francesco, Storia di Tricase. La città, le frazioni, Congedo, 1995

Voci correlateModifica