Apri il menu principale

Chiesa di San Vincenzo (Modena)

edificio religioso di Modena
Chiesa di San Vincenzo
Chiesa di San Vincenzo Modena.jpg
StatoItalia Italia
RegioneEmilia-Romagna Emilia-Romagna
LocalitàModena
Religionecattolica
ArchitettoBartolomeo Avanzini
Inizio costruzione1634
Completamento1761

Coordinate: 44°38′44.48″N 10°55′45.7″E / 44.645689°N 10.929361°E44.645689; 10.929361

La chiesa di San Vincenzo della chiesa cattolica è in stile barocco ed è situata in Corso Canalgrande 75 a Modena.

StoriaModifica

 
Il fronte della chiesa, lungo Corso Canalgrande, fotografato da Paolo Monti nel 1973
 
Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino (1591-1666), Madonna in trono con San Giovanni Evangelista e San Gregorio Taumaturgo, 1630.

Costruita sul sito di una precedente chiesa del XIII secolo, l'ordine dei Teatini demolì la struttura per costruire una nuova chiesa.

La pianta della chiesa assomiglia a quella di altre chiese teatine come Sant'Andrea della Valle a Roma, con una lunga navata e un numero di cappelle laterali. L'architetto, poco dopo il 1634, fu Bartolomeo Avanzini. Lo stucco interno era principalmente opera di Avanzini, che era attivo anche in decorazione simile al Palazzo Ducale di Sassuolo.

Nel 13 maggio 1944 una bomba distrusse il presbiterio e il coro, distruggendo l'abside e gli affreschi della cupola (1671) di Sigismondo Caula. L'abside, ora spoglia, aveva una Gloria di San Vincenzo. L'altare maggiore, restaurato dopo il bombardamento, fu scolpito da Tommaso Loraghi.

Una cappella funeraria per i duchi d'Este[1] e la loro famiglia fu costruita nel 1836 dal duca Francesco IV su disegno di Francesco Vandelli.[2] La prima cappella a sinistra ha una pala d'altare con San Gregorio in lettura del Guercino.[3]

NoteModifica

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica