Cino (Italia)

comune italiano
Cino
comune
Cino – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaFlag of Sondrio.svg Sondrio
Amministrazione
SindacoBasilio Lipari (lista civica Un impegno concreto) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate46°09′N 9°29′E / 46.15°N 9.483333°E46.15; 9.483333 (Cino)Coordinate: 46°09′N 9°29′E / 46.15°N 9.483333°E46.15; 9.483333 (Cino)
Altitudine504 m s.l.m.
Superficie5,07 km²
Abitanti338[1] (30-6-2019)
Densità66,67 ab./km²
Comuni confinantiCercino, Dubino, Mantello, Novate Mezzola
Altre informazioni
Cod. postale23010
Prefisso0342
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT014021
Cod. catastaleC709
TargaSO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanticinensi
Patronosan Giorgio
Giorno festivo23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cino
Cino
Cino – Mappa
Posizione del comune di Cino nella provincia di Sondrio
Sito istituzionale

Cino (Scin in dialetto valtellinese[2]) è un comune italiano di 338 abitanti[1] della provincia di Sondrio in Lombardia. Si trova sul versante retico e fa parte della Costiera dei Cech.

È situato ad ovest del capoluogo.

Geografia fisicaModifica

StoriaModifica

La comunità di Cino, malgrado le proprie ridotte dimensioni che da sempre l'hanno definita nella storia come un borgo più che come una vera e propria realtà comunale, divenne comune a partire dal XIV come altri paesi montani dell'area (Cercino, Mantello).

Il paese non conosce grandi evoluzioni nel corso della storia sino al XX secolo, quando la mancanza di sbocchi professionali spinge molti dei suoi abitanti a recarsi a Roma, città con la quale il piccolo paesello ha sempre mantenuto ottimi rapporti di collaborazione proprio in virtù di questo scambio culturale generazionale.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[3]

Edifici notevoliModifica

Chiesa parrocchiale di San GiorgioModifica

Le prime notizie relative alla Chiesa Parrocchiale di San Giorgio di Cino, sono relative al 1447 quando viene abbozzata per la prima volta la descrizione dell'edificio che probabilmente doveva essere di epoca precedente.

L'attuale costruzione visibile in centro all'abitato, risale invece ai secoli XVII e XVIII ed è il frutto delle ristrutturazioni compiute in epoca barocca dall'amministrazione cittadina.

L'area dell'edificio religioso si trova ancora oggi in posizione dominante sul paese e dall'alto del picco roccioso su cui è costruita la chiesetta, è possibile ancora oggi ammirare uno dei panorami più belli della bassa Valtellina.

StemmaModifica

Lo stemma di Cino, rappresenta uno scudo tripartito in modo irregolare.
La parte destra è contraddistinta da un campo completo d'oro caricato di una torre merlata alla guelfa, mentre la parte sinistra è divisa in due sezioni: nel primo mezzo si nota un campo rosso caricato di due spighe d'argento, mentre nel secondo mezzo si trova un campo blu caricato di una pannocchia di mais d'oro (o al naturale).

Territorio e ambienteModifica

Il comune di Cino si estende fino al monte Brusada posto a oltre 2.000 metri di altezza. L'altitudine media è di 502 metri slm. Il comune è attraversato da 6 torrenti: il Torrente Valle Chioso, il Torrente Valle Maronara, il Torrente Valle dei Mulini, il Torrente Valle Vinzeno, il Torrente Valle Scemola e il Torrente Vallate che nasce nel comune di Cino nella località Prima Baita.

Eventi e culturaModifica

Infrastrutture e trasportiModifica

Cino è servita da un servizio di autobus offerto da STPS Autolinee gestito dalla Provincia di Sondrio. Le corse effettuate sono per Morbegno passando per Cercino.

EconomiaModifica

Il paese è essenzialmente agricolo dalle sue origini e questo caratterizza ancora oggi un punto di forte ostacolo allo sviluppo, dal momento che l'attività tende ad essere sempre meno svolta e di conseguenza le offerte di lavoro spingono molti residenti a trasferire la propria cittadinanza in altri comuni.

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

Cino non ha gemellaggi al momento.

EtnieModifica

Nel 2016 risiedono a Cino 13 cittadini stranieri, ovvero il 3,54% della popolazione totale.[4].

SportModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2019.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 2006, pp. 244-245.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ dati Istat

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia