Giorno festivo

giorno in cui le attività lavorative vengono per la maggior parte sospese

Per giorno festivo si intende un giorno in cui le attività lavorative di uno stato, regione o di un comune vengono per la maggior parte sospese. Si oppone al termine di giorno feriale.

Una tale festività si può ripetere seguendo un ciclo settimanale. Questo è il caso del sabato per la religione ebraica, quindi il cosiddetto Shabbat.[1] e della domenica per quella cristiana. Similmente, anche il ritmo annuale può segnare giorni festivi.

In culture non cristiane, il ritmo può variare: nel calendario rivoluzionario francese, le festività si ripetevano ogni dieci giorni in alternativa alla domenica, il che contribuì al fallimento del calendario.[2]

Indice

Giorni festivi in ItaliaModifica

In Italia la domenica è sempre giorno festivo, e quindi automaticamente la Pasqua, ossia la domenica successiva al primo plenilunio successivo al 21 marzo[3]. In aggiunta, il calendario italiano prevede le seguenti festività[4][5]:

Caratteristica dell'ordinamento italiano è una tredicesima festività, la Festa del santo patrono, ossia un giorno festivo stabilito da ogni comune limitatamente al proprio territorio. Vi è poi il caso particolare dell'Anniversario della Vittoria, che fu spostato nel 1977 dal 4 novembre alla prima domenica di quel mese, comportando ogni anno per i lavoratori dipendenti la paga di un giorno supplementare in tale data.[6]

In passato esistevano in Italia altre quattro festività, che furono abrogate nel 1977, ossia la Festa del papà o di S. Giuseppe (19 marzo), l'Ascensione (il giovedì della sesta settimana dopo la Pasqua), il Corpus Domini (il giovedì dell'ottava settimana dopo la Pasqua, e la festa dei Santi Pietro e Paolo (29 giugno).[7] Il senso di questa eliminazione fu di aumentare il PIL tenendo aperte le aziende e quindi contribuendo a una maggiore produttività non già del lavoro, ma delle infrastrutture.

Numerosi sono invece i giorni più o meno legati a tradizioni civili, che tuttavia non corrispondono a feste. Tra questi si possono citare[5] Sant'Antonio (17 gennaio), la Candelora (2 febbraio), San Valentino (14 febbraio), il Carnevale, la Giornata internazionale della donna (8 marzo), la Festa della mamma (seconda domenica di maggio), la Vigilia di Natale (24 dicembre), San Silvestro (31 dicembre).

Giorni festivi nella Città del VaticanoModifica

Giorni festivi in GroenlandiaModifica

Questa è una lista dei giorni festivi in Groenlandia.

Data Nome italiano
1º gennaio Capodanno
6 gennaio Epifania
Marzo o aprile Giovedì santo
Venerdì santo
Lunedì dell'Angelo
Aprile o maggio (quarto venerdì dopo Pasqua) Preghiera giorno
Maggio o giugno Ascensione
Pentecoste
21 giugno Ullortuneq
24 dicembre Vigilia di Natale
25 dicembre Natale
26 dicembre Giorno di Santo Stefano
31 dicembre Notte di San Silvestro

NoteModifica

  1. ^ drviscardo
  2. ^ walkingitaly
  3. ^ Equinozio di primavera
  4. ^ Utelio
  5. ^ a b c Marbaro
  6. ^ Ogni prima domenica di novembre ai lavoratori dipendenti italiana viene riconosciuta una festività non goduta, come accade quando una delle altre tredici festività cade in domenica.
  7. ^ ilserrasanta
  8. ^ Codice di Diritto Canonico - IntraText

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàGND: (DE4153848-1