Classe Oscar

Classe di sommergibili russi
Classe Oscar
Progetto 949 Granit / 949A Antej
Прибытие атомного подводного ракетного крейсера Северного флота «Орёл» в пункт постоянного базирования 05.jpg
Il sottomarino K-266 Orël in ormeggio a Murmansk, 2017.
Descrizione generale
Naval Ensign of the Soviet Union (1950-1991).svg
Naval ensign of Russia.svg
TipoSSGN
Utilizzatore principaleNaval Ensign of Russia.svg Voenno-morskoj flot
CantiereUnione Sovietica Severodvinsk
Russia Sevmash
Impostazione5 luglio 1975
Varo3 maggio 1980
Entrata in servizio30 dicembre 1980
(Oscar I)
30 settembre 1986
(Oscar II)
Caratteristiche generali
Dislocamento in immersione16.400 (Oscar I)
24.000 t (Oscar II)
Dislocamento in emersione13.400 (Oscar I)
14.700 t (Oscar II)
Lunghezza154 m
Larghezza18,2 m
Profondità operativa> 300 m
Propulsione2 reattori VM-5
da 190 MW ciascuno
2 turbine a gas
da 90.000 cv ciascuna
Velocità in immersione 32 nodi
Velocità in emersione 16 nodi
Autonomia90 giorni
Equipaggio94
Equipaggiamento
Sensori di bordoradar di superficie: Snoop Pair/Snoop Half
sonar:
1 MGK-503
1 MG-519
Armamento
Siluri4 tubi da 533 mm
4 tubi da 650 mm
Missilianti-nave:
24 P-700 Granit
Note
dati relativi alla versione: Oscar II
voci di sottomarini presenti su Wikipedia

La Classe Oscar è una classe di sottomarini lanciamissili da crociera nucleari (SSGN), di fabbricazione sovietica prima e russa poi, il cui nome in codice è divenuto, in Occidente, più noto dell'originale denominazione di progetto.

I battelli di questa classe possono essere suddivisi ulteriormente in due sotto-classi: gli esemplari appartenenti al Progetto 949 Granit (in cirillico: Проект 949 Гранит, nome in codice NATO: Oscar I) e quelli appartenenti al Progetto 949A Antej (in cirillico: Проект 949А Антей, nome in codice NATO: Oscar II) il quale costituisce una versione migliorata del precedente.

Costruiti presso il cantiere navale di Sevmaš di Severodvinsk in una quindicina di esemplari, due dei quali mai ultimati a causa della dissoluzione dell'Unione Sovietica, a questa classe appartengono il sottomarino K-141 Kursk, affondato a causa dell'esplosione di un siluro nel Mare di Barents nell'agosto 2000, ed il K-329 Belgorod.

A partire dal 2016 i sottomarini K-132 Irkutsk e K-442 Celjabinsk sono sottoposti a profondi lavori di ammodernamento con l'obiettivo di portarli ad un nuovo standard operativo chiamato 949AM.

Al 2021, sono 5 i sottomarini classe Oscar II in servizio attivo nelle flotte del Nord e del Pacifico della Marina militare russa.[1]

SviluppoModifica

Lo sviluppo di una terza generazione di sottomarini lanciamissili antinave, progettati per il contrasto alle grandi portaerei occidentali, venne intrapreso dall'ufficio tecnico Rubin, probabilmente già alla fine degli anni settanta. I lavori furono affidati alla direzione di P.P. Pustincev, che fu successivamente sostituito da I.L.Baranov.
Nel 1978, presso il cantiere navale Sevmash, di Severodvinsk, si iniziò la costruzione di un nuovo grande sottomarino, primo esemplare di quella che era nota in Unione Sovietica come Progetto 949 Granit. Il battello, chiamato K-525, entrò in servizio con la Flotta del Nord nel 1982, e ricevette il nome in codice NATO di Oscar. L'anno successivo, fu commissionato un secondo esemplare, il K-206. Tuttavia, già nel 1982, venne impostato a Severodvinsk il primo esemplare del Progetto 9494A Antej, una versione ingrandita della nuova classe di sottomarini. In particolare, era stata aggiunta una sezione di una decina di metri, in modo da ospitare una serie di apparecchiature aventi lo scopo di aumentare la silenziosità dei battelli. Il nuovo sottomarino, con il nome di K-148, entrò in servizio nel 1986, seguito da altri dieci battelli (più altri rimasti incompleti). La nuova versione ricevette dall'intelligence occidentale il nome in codice NATO di Oscar II.
I tecnici russi pianificarono anche lo sviluppo di una quarta serie di sottomarini lanciamissili antinave, erede degli Oscar. Tuttavia, questa non ha avuto seguito.
Gli Oscar sono sempre stati circondati da una certa riservatezza. Infatti, oltre ad alcuni parametri tecnici, vi è anche confusione nella distinzione tra le varie unità, soprattutto per quanto riguarda i nomi e la cronologia degli esemplari varati. Complessivamente, sono entrati in servizio 13 Progetto 949 (2 Oscar I ed 11 Oscar II), ma lo status operativo di alcuni esemplari non è chiaro. Non si sa neanche quante fossero le unità preventivate, ma si parla genericamente di 15 battelli.

Nel 2011 è stato annunciato dal Ministero della Difesa russo un complesso programma di ammodernamento dei sottomarini del Progetto 949A che ha avuto inizio nel 2016 sui sottomarini Irkutsk e Celjabinsk i quali verranno portati allo standard 949AM. I vettori 949AM vedranno raddoppiato il proprio armamento: gli attuali 24 missili anti-nave P-700 Granit verranno infatti sostituiti da 48 missili di ultima generazione, nelle versioni Kalibr, Oniks e Zircon.[2] Gli esemplari modernizzati riceveranno anche suite di combattimento Omnibus-M e nuovi sistemi di navigazione oltre a nuovi sistemi di controllo del fuoco, comunicazione, sonar, radar ed apparecchiature di intercettazione elettronica.[2] Si ritiene che i 949AM saranno allo stesso livello tecnologico dei ben più moderni omologhi della Classe Yasen.

TecnicaModifica

UtilizzoModifica

 
Vista di prua di un sottomarino classe Oscar

Gli Oscar, entrati in servizio nei primi anni ottanta, sono ancora oggi operativi con la marina russa. Progettati specificamente per il contrasto alle portaerei statunitensi, sono tra i sottomarini russi più grandi oggi in circolazione. Nonostante le dimensioni, hanno delle buone capacità nautiche, sia per quanto riguarda la manovrabilità, sia per la velocità (i due reattori consentono di superare i 30 nodi).
Tutti gli esemplari portano nomi di città della Federazione Russa.
Dopo il crollo dell'Unione Sovietica, le forze armate subirono un drastico ridimensionamento. La marina non sfuggì a questa situazione, anche se furono compiuti sforzi per limitare gli impatti dei tagli di budget. In particolare, per mantenere una buona capacità subacquea, si decise di ritirare dal servizio tutte le unità più vecchie e meno efficaci, e di puntare sui modelli migliori e più moderni. Per questa ragione, la costruzione degli Oscar continuò, tanto che circa un terzo degli esemplari complessivi sono entrati in servizio dopo il 1992, entro la prima metà dagli anni novanta. Questi mezzi hanno sempre avuto un'attività operativa piuttosto intensa.

 
Il sottomarino classe Oscar Archangel’sk

Unità della classeModifica

Nome Impostazione Varo Entrata in servizio Flotta Disarmo Stato Note
Oscar I (Progetto 949)
K- 525 Archangel'sk 25 luglio 1975 3 maggio 1980 30 dicembre 1980 del Nord 1996 Fuori servizio Demolito a Sevmaš nel 2004[3]
K-204 Murmansk 22 aprile 1979 10 dicembre 1982 30 novembre 1983 del Nord 1998 Fuori servizio Demolito a Zvëzdočka nel 2004[3]
Oscar II (Progetto 949A)
K-148 Krasnodar 22 luglio 1982 3 marzo 1985 30 settembre 1986 del Nord 1998 Fuori servizio Disattivato nel 1998, smaltito nel 2014[4]
K-173 Krasnojarsk 4 agosto 1983 27 marzo 1986 31 dicembre 1986 del Pacifico 1999 Fuori servizio Disattivato nel 1999, smaltito nel 2016[5]
K-132 Irkutsk 8 maggio 1985 29 dicembre 1987 30 dicembre 1988 del Pacifico Attivo In fase di ammodernamento (2022)[1][6]
K-119 Voronež 25 febbraio 1986 16 dicembre 1988 29 dicembre 1989 del Nord 2020[7] Fuori servizio
K-410 Smolensk 9 dicembre 1986 20 gennaio 1990 22 dicembre 1990 del Nord Attivo Riparato nel 2014
K-442 Čeljabinsk 21 maggio 1987 18 giugno 1990 28 dicembre 1990 del Nord Attivo In fase di ammodernamento (2023)[6]
K-456 Tver 9 febbraio 1988 28 giugno 1991 18 agosto 1992 del Pacifico Attivo Riparato nel 2002
K-266 Orël 19 gennaio 1989 22 maggio 1992 30 dicembre 1992 del Nord Attivo Convertito 949AM nel 2017
K-186 Omsk 13 luglio 1989 10 maggio 1993 15 dicembre 1993 del Pacifico Attivo Riparato nel 2019[8]
K-141 Kursk 22 marzo 1990 16 maggio 1994 20 gennaio 1995 del Nord 2000 Fuori servizio Affondato nel Mare di Barents il 12 agosto del 2000
K-150 Tomsk 27 agosto 1991 20 luglio 1996 30 dicembre 1996 del Nord Attivo Riparato nel 2014
K-329 Belgorod 24 luglio 1992 23 aprile 2019[9] 28 aprile 2022 - Prove in mare Re-impostato nel 2012 come vettore per usi speciali
K-145 Volgograd 2 settembre 1993 - - - - Cancellato
Barnaul - - - - - Cancellato

NoteModifica

  1. ^ a b Ударные возможности АПЛ "Иркутск" возрастут вдвое, su Российская газета. URL consultato il 1º gennaio 2021.
  2. ^ a b Russia initiates multiyear plan to modernise Oscar II SSGNs | IHS Jane's 360, su web.archive.org, 21 maggio 2016. URL consultato il 1º gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 21 maggio 2016).
  3. ^ a b Zvezdochka dismantling two nuclear subs - Bellona, su web.archive.org, 22 marzo 2012. URL consultato il 1º gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 22 marzo 2012).
  4. ^ (EN) Monday fire at Nerpa naval shipyard reveals pattern of neglect in delicate nuclear decommissioning practices, su Bellona.org, 17 marzo 2014. URL consultato il 1º gennaio 2021.
  5. ^ (EN) Nuclear submarine fire in Russia Far East again raises questions surrounding safe dismantlement, su Bellona.org, 1º maggio 2016. URL consultato il 1º gennaio 2021.
  6. ^ a b (EN) Russia to equip nuclear-powered Oscar-class submarines with Kalibr cruise missiles, su Naval Today, 9 marzo 2017. URL consultato il 1º gennaio 2021.
  7. ^ Подводный крейсер К-119, "Воронеж". Проект 949А, su deepstorm.ru. URL consultato il 1º gennaio 2021.
  8. ^ ЦАМТО / Новости / Атомный подводный крейсер «Омск» вернулся на Камчатку после модернизации, su armstrade.org. URL consultato il 1º gennaio 2021.
  9. ^ Russia floats out first nuclear sub that will carry Poseidon strategic underwater drones, su TASS. URL consultato il 1º gennaio 2021.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica