La classe Roma di fregate della Regia Marina era costituita da due unità, Roma e Venezia, costruite al Cantiere della Foce di Genova.

Classe Roma
Descrizione generale
Tipofregata
ClasseRoma
Proprietà Regia Marina
CantiereCantiere della Foce - Genova
Impostazionefebbraio 1863
Varo18 dicembre 1865
Completamentomaggio 1869
Radiazione5 maggio 1895
Destino finaledemolita agosto 1896
Caratteristiche generali
Dislocamento5.698
Stazza lorda6.151 tsl
Lunghezza79,67 m
Larghezza17,33 m
Pescaggio7,57 m
PropulsioneVapore:
  • 6 caldaie
  • 1 motrice alternativa
    (a singola espansione)
  • 1 elica
    potenza 3.670 CV
Velocità13 nodi (24,08 km/h)
Autonomia1.940 miglia a 10 nodi
Armamento
Armamentoalla costruzione:
  • 17 pezzi di vario calibro
Corazzaturapiastre di ferro:
  • cintura 150 mm
  • ridotto 120 mm
Note
I dati sono riferiti alla fregata Roma
voci di navi presenti su Wikipedia

Caratteristiche modifica

Le navi avevano lo scafo in legno con corazza riportata in piastre di ferro dallo spessore di 120 mm al ridotto e 150 mm alla cintura ed un armamento velico di circa 2950 metri quadrati del tipo brigantino a palo, con due alberi a vele quadre ed uno a vele auriche con la velatura che nel corso degli anni venne progressivamente ridotta.

Storia modifica

 
Il varo della fregata Venezia

La costruzione di queste unità si protrasse per un lungo tempo, con sei anni impiegati per la realizzazione della capoclasse, avvenuta tra il 1863 e il 1869 e dieci per la realizzazione dell'unità gemella, che risultò così più moderna, avendo le artiglierie montate in batteria centrale, così da poter battere contemporaneamente la prora e la poppa, mentre l'unità capoclasse aveva le artiglierie disposte nella tradizionale batteria di fiancata.

 
La fregata Venezia durante l'allestimento

Le due unità nel 1874-75 ebbero l'armamento riammodernato.

La fregata Venezia dopo il 1881 venne trasformata in Nave Scuola Torpedinieri e impiegata in questo nuovo compito a La Spezia sino al termine della sua vita operativa.

Radiata il 23 agosto 1895 la nave venne demolita l'anno dopo.[1]

 
la fregata "Venezia" nel 1876

La capoclasse Roma dopo essere stata ritirata dal servizio di squadra nel 1890, venne impiegata come batteria principale per la difesa del porto della Spezia e dopo essere stata radiata il 5 maggio 1895, utilizzata come deposito munizioni nel porto di La Spezia.

Il 28 luglio 1896 venne colpita da un fulmine che causò un principio di incendio per cui, per impedirne l'esplosione, venne affondata con un colpo di torpedine.[2]

Successivamente venne rimessa a galla per essere poi demolita un mese dopo nell'Arsenale Militare di La Spezia.

Note modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

  Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina