Codex Abrogans

Il Codex Abrogans è probabilmente il più antico testo in lingua tedesca esistente.

La prima pagina del Codex Abrogans

Si tratta sostanzialmente di un dizionario dei sinonimi e di un vocabolario di parole tradotte dal latino all'Alto tedesco antico in forma di manoscritto, datato VIII secolo, probabilmente in un periodo compreso tra il 765775.

Probabilmente fu scritto in diverse copie, ma solo una ha raggiunta i nostri giorni, conservata nella Abbazia di San Gallo.

Il nome del codice deriva dalla prima parola con cui si apre il manoscritto: abrogans = dheomodi (in tedesco moderno: demütig = modesto, umile).

Il manoscritto, costituito da 3.670 parole in tedesco antico, è tradizionalmente attribuito al prelato Aribo di Frisinga, originario di Merano, il primo autore in lingua germanica conosciuto.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN182292128 · LCCN (ENn85287648 · GND (DE4000196-9 · BNF (FRcb119485229 (data)