Apri il menu principale

Comitato esecutivo dell'Internazionale Comunista

L'organo ufficiale del CEIC fu la rivista Internazionale comunista, inizialmente pubblicata in edizioni in russo, francese, tedesco e inglese

Il Comitato esecutivo dell'Internazionale Comunista (CEIC), in russo: Исполнительный комитет Коммунистического интернационала, ИККИ?, traslitterato: Ispolnitel'nyj komitet Kommunističeskogo internacionala, IKKI), fu un'autorità governativa del Comintern. Fu istituito nel 1919 dal Congresso fondativo dell'organizzazione e fu sciolto con il resto del Comintern nel maggio 1943.[1]

MembriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Membri del Comitato esecutivo del Comintern

Il Comitato esecutivo dell'Internazionale Comunista veniva eletto, secondo criteri e modalità mutate nel tempo, dai Congressi dell'Internazionale comunista. Esso fu presieduto da Grigorij Zinov'ev dal 1919 al 1926. Durante il periodo di esistenza del Comintern, hanno fatto parte del CEIC, tra gli altri:

NoteModifica

  1. ^ Robert V. Daniels, A documentary history of communism, Volume 2, 2nd, London, I.B.Tauris, 1986, pp. 123-, ISBN 1-85043-035-7.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Comunismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di comunismo