Compassione (cristianesimo)

La compassione cristiana consiste essenzialmente nella condivisione delle avversità altrui, ovvero nella solidarietà verso il prossimo.[1]

Il buon samaritano, modello cristiano di compassione (dipinto di Giacomo Conti, Museo Regionale di Messina)

RiferimentiModifica

La seconda lettera ai Corinzi è uno dei passi della Bibbia in cui Dio viene definito «il Padre delle compassioni», cioè o patēr ton oiktirmon, che nell'originale greco ha un'implicazione di maggior tenerezza rispetto al termine usato per «misericordia»:

«Sia benedetto Dio, il Padre di nostro Signore Gesù Cristo, il Padre della compassione e l'Iddio di ogni conforto, che ci conforta in tutti nostri problemi, in modo che possiamo confortare quelli che sono nelle avversità con il conforto che noi stessi abbiamo ricevuto da Dio. Proprio come le sofferenze di Cristo traboccano nelle nostre vite, così attraverso Cristo trabocca anche la nostra consolazione. [...] E la nostra speranza verso di voi è ben salda, sapendo che come condividete le sofferenze, così condividete anche la consolazione.»

(Paolo di Tarso, 2 Corinzi 1, 3-4)

Gesù rappresenta per i cristiani l'essenza stessa della compassione, oltre che della premura per i propri simili. Cristo esortava i cristiani a rinunciare ai propri egoismi e ad agire compassionevolmente verso gli altri, in particolare quelli più bisognosi o in difficoltà.[2] In particolare, diede prova di compassione per coloro che più la società condannava, come pubblicani, prostitute e malfattori,[3] al punto da far ritenere che la compassione sia il nucleo fondamentale del messaggio cristiano.[4][3]

In diverse occasioni riferite dal Vangelo trapela la compassione provata da Gesù,[5] che «percorreva tutte le città e i villaggi, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il Vangelo del Regno e guarendo ogni malattia e ogni infermità. Vedendo le folle, ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite come pecore che non hanno pastore» (Mt 9,35-36). «Gesù partì su una barca e si ritirò in un luogo deserto, in disparte. Ma le folle, avendolo saputo, lo seguirono a piedi dalle città. Sceso dalla barca, egli vide una grande folla, sentì compassione per loro e guarì i loro malati» (Mt 14,13-14). «Gesù chiamò a sé i suoi discepoli e disse: "Sento compassione per questa folla. Ormai da tre giorni stanno con me e non hanno da mangiare. Non voglio rimandarli digiuni, perché non vengano meno lungo il cammino"» (Mt 15,32). «"Beati quelli che hanno compassione degli altri: Dio avrà compassione di loro"» (Mt 5,7).

Tra i seguaci di Gesù, l'esperienza della compassione è ritenuta un tratto caratteristico della vita di San Francesco, capace di provare una tenerezza «dimentica di sé» sia di fronte al crocifisso di San Damiano, dal quale ricevette la chiamata a riparare la casa del Signore, sia nell'abbraccio al lebbroso.[6]

Sono possibili al riguardo alcune concordanze tra la compassione nel buddismo e quella nel cristianesimo, al di là delle differenze e dei diversi obiettivi tra le due religioni.[7]

NoteModifica

  1. ^ «La compassione cristiana non ha niente a che vedere col pietismo, con l'assistenzialismo. Piuttosto, è sinonimo di solidarietà e di condivisione, ed è animata dalla speranza» ( Benedetto XVI, Omelia alla banchina di Sant'Apollinare di Brindisi, su vatican.va, 2008.)
  2. ^ Khen Lampert, The compassionate God, in Traditions of Compassion: from Religious Duty to Social Activism, cap. 1, Palgrave-Macmillan, 2006.
  3. ^ a b Tom Drake-Brockman, Christian Humanism: the compassionate theology of a Jew called Jesus, Sydney, Denis Jones and associates, 2012.
  4. ^ Intervista a Lytta Basset, Il potere della compassione, su osservatoreromano.va, 2010. URL consultato il 24 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2020).
  5. ^ Gesù, Maestro di compassione (PDF), su webdiocesi.chiesacattolica.it.
  6. ^ John Corriveau, Compassione: per un approccio francescano (PDF), su ofmcap.org, 1997.
  7. ^ Mauricio Yūshin Marassi, La compassione secondo il buddismo (PDF), su lastelladelmattino.org, Camaldoli, 2014, p. 11.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cristianesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cristianesimo