Composizioni di Moisej Samuilovič Vajnberg

lista di un progetto Wikimedia

1leftarrow blue.svgVoce principale: Moisej Samuilovič Vajnberg .

Come molti compositori sovietici, Moisej Samuilovič Vajnberg dovette piegarsi alla teoria estetico-politica del realismo socialista e trarre ispirazione per il suo lavoro dalla musica popolare, in particolare dal folclore ebraico, polacco, moldavo e armeno.

Il catalogo delle sue composizioni comprende 164 entrate classificate in 154 numeri d'opera.

Lista delle opere conosciute di Moisej Samuilovič Vajnberg
Op. Genere Titolo/Descrizione Anno Note
1 Musica per piano Berceuse per piano 1935
2 Quartetto Quartetto d'archi n. 1 1937
3 Quartetto Quartetto d'archi n. 2 1940
4 Romanza Acacias, 6 romanze per voce e piano 1940
5 Sonata Sonata per piano n. 1 1940
6 Poema sinfonico Poema sinfonico per orchestra 1941
7 Romanza 3 romanze per voce e piano, da J. Rivina e A. Prokof'ev 1941
8 Sonata Sonata per piano n. 2 1942
9 Quartetto Aria per Quartetto d'archi 1942
10 Sinfonia Sinfonia n. 1 in sol minore, in 4 movimenti :
I Allegro moderato – Doppio più lento – Larghetto – Doppio movimento (Tempo I) – Larghetto – Tempo I
II Lento
III Vivace – Allegretto grazioso – Tempo I
IV Allegro con fuoco
1942 Dedicata all'Armata rossa, composta a Taškent (Uzbekistan)[1]
11 Capriccio Capriccio per violino e piano 1943
12 Sonata Sonata n. 1 per violino e piano, in tre movimenti:[2]
I. Allegro
II. Adagietto
III. Allegro
1943 Partitura datata « 11 febbraio – 11 aprile 1943 »[3] Composta a Taškent e dedicata al suocero Solomon Mikhoels[2]
13 Canzoni Canzoni per bambini per voce e piano 1943
14 Quartetto Quartetto d'archi n. 3 1944
15 Sonata Sonata n. 2 per violino e piano, in tre movimenti:[4]
1. Allegro
2. Lento
3. Allegro moderato
1944 Composta tra febbraio e giugno 1944, dedicata al violinista David Ojstrach[4]
16 Musica per piano Quaderni per bambini n. 1 1944
17 Canzoni «Canti ebraici» su testi del poeta sovietico Samuil Galkin 1944
18 Quintetto Quintetto per piano 1944
19 Musica per piano Quaderni per bambini n. 2 1944
20 Quartetto Quartetto d'archi n. 4 1945 Dedicato ai membri del Quartetto del Teatro Bol'šoj[5]
21 Sonata Sonata n. 1 per violoncello e piano in do maggiore 1945
22 Romanza Tre romanze per voce e piano 1945
23 Musica per piano Quaderni per bambini n. 3 1945
24 Musica per piano Trio per piano 1945
25 Romanza Sei romanze per voce e piano 1945
26 Suite Suite per piccola orchestra 1939/45
27 Quartetto Quartetto d'archi n. 5 1945
28 Sonata Sonata per clarinetto e piano, in tre movimenti:[6]
1. Allegro
2. Allegretto
3. Adagio
1945 Composta a Mosca il 20 aprile 1946[6]
29 Miniature 12 miniature per flauto e piano[6] :
1. Introduzione: Maestoso
2. Arietta: Andante con moto
3. Burlesque: Allegro moderato
4. Capriccio: Marziale marcatissimo
5. Notturno: Andantino
6. Valzer: Allegro molto
7. Ode: Largo
8. Duetto: Andante tranquillo
9. Barcarola: Moderato comodo
10. Studio: Presto
11. Adagio
12. Pastorale: Allegretto
1946
29bis Miniature « 12 pezzi » per flauto e orchestra[6] 1983 Arrangiamento dell’op. 29[6]
30 Sinfonia Sinfonia n. 3 per orchestra d'archi 1946
31 Sonata Sonata per piano n. 3 1946
32 Musica vocale Elegia per piano e baritono 1946
33 Sonata 6 Sonate per basso e piano 1946
34 Musica per piano 21 pezzi facili per piano 1946
35 Quartetto Quartetto d’archi n. 6 1946
36 Musica orchestrale «Scene di festa» per orchestra 1946/47
37 Sonata Sonata n. 3 per violino e piano 1947
38 Romanza 4 Romanze per voce e piano 1947
39 Sonata Sonata n. 4 per violino e piano, in tre movimenti in continuo[2]:
1. Adagio
2. Allegro ma non troppo
3. Adagio tenuto molto rubato (quasi Cadenza) - Adagio primo
1947 Dedicata al violinista Leonid Kogan; resa pubblica intorno al 1968, partitura pubblicata solo intorno al 1978[2]
40 Suite Due suites di balletto per orchestra 1947
41 Sinfonietta Sinfonietta n. 1, in quattro movimenti:
I. Allegro risoluto
II. Lento
III. Allegretto
IV. Vivace
1948 Dedicata a « l'amicizia tra i popoli dell'URSS »[8]
42 Concerto Concertino per violino e orchestra d'archi 1948
43 Concerto Concerto per violoncello e orchestra in do minore, in quattro movimenti [9] :
1. Adagio
2. Moderato – Lento
3. Allegro – Cadenza. L’istesso tempo, molto appassionato – Andante – Allegro – Andante
4. Allegro – Adagio – Meno mosso
1948 Composto verso fine 1948, dedicato a Mstislav Rostropovič[9]
44 Musica orchestrale Ouverture di festa per orchestra 1949
45 Sinfonia Sinfonia n. 3 in si minore, in 4 movimenti:
I. Allegro – [ ] – Tempo I – Largo
II. Allegro giocoso – [ ] – Andante sostenuto – Tempo I
III. Adagio – Doppio movimento – Tempo I
IV. Allegro vivace – Moderato – Tempo I
1949 Composta a Mosca tra marzo 1949 e giugno 1950, revisione 1959-1960. Il tema del primo movimento è un canto tradizionale bielorusso (“Che luna”), quello del secondo e del finale è un canto polacco su mazurka (“Matek è morto”).[10].
46 Sonatina Sonatina per violino e piano in re maggiore, in tre movimenti[2] :
I. Allegretto
II. Lento – Allegro – Tempo Primo
III. Allegro moderato – Lento
1949 dedicata al compositore Boris Čajkovskij[2]
47 / 1 Rapsodia Rapsodia su temi moldavi per orchestra 1949 Revisione nel 1952[3]
47 / 2 Musica orchestrale Arie polacche per orchestra 1949
47 / 3 Rapsodia Rapsodia moldava per violino e piano 1949 Arrangiamento per violino e piano dell'op. 47 / 1, pubblicata con indicazioni di diteggiatura di David Ojstrach per la parte del violino solista; Vajnberg sostiene di aver composto anche un arrangiamento per violino e orchestra, ma la partitura non è stata rintracciata.[4]
47 / 4 Serenata Serenata per orchestra 1949
48 Trio Trio d'archi (violino, viola e violoncello) 1950
49 Sonatina Sonatina per piano 1951
50 Canzoni «Alla sorgente del passato/Oltre la frontiera degli ultimi giorni», ciclo di canzoni per mezzo-soprano e piano 1951
51 Cantata «Al paese natale», cantata per contralto, coro di voci bianche, coro misto e orchestra 1952
52 Musica concertante Fantasia per violoncello e orchestra, in un movimento : adagio – andantino leggiero – adagio – allegro con fuoco – andantino leggiero – adagio. 1951/53 Dedicata a Jurij Levitin[8].
53 Sonata Sonata n. 5 per violino e piano, in quattro movimenti:[4]
1. Andante con moto
2. Allegro molto
3. Allegro moderato
4. Allegro – Andante – Allegretto – Andante
1953 Prima composizione (luglio 1953) dopo la prigionia di 11 settimane durante la campagna di repressione anti-ebraica; dedicata a Dmitri Šostakovič, che aveva scritto ai vertici del futuro KGB per ottenere la sua liberazione.[4]
54 Partita Partita per piano 1954
55 Balletto «La chiave d'oro», balletto in tre atti e sei scene 1954/55 Da un racconto di fiabe di Aleksej Nikolaevič Tolstoj (1882 – 1945), La piccola chiave d'oro o le avventure di Burattino, adattamento di Pinocchio[10]
55A Suite Suite n. 1 dal balletto «La chiave d'oro» 1964 v. op. 55.
55B Suite Suite n. 2 dal balletto «La chiave d'oro» 1964 v. op. 55.
55C Suite Suite n. 3 dal balletto «La chiave d'oro» 1964 v. op. 55.
55D Suite Suite n. 4 dal balletto «La chiave d'oro» 1964 v. op. 55.
56 Sonata Sonata per piano n. 4 in si minore 1955
57 Romanza «La bibbia dei gitani», sette romanze per mezzo-soprano e piano 1956
58 Sonata Sonata per piano n. 5 1956
59 Quartetto Quartetto d’archi n. 7 1957
60 Poema sinfonico «Mattino rosso», Poema sinfonico per orchestra 1957
61 Sinfonia Sinfonia n. 4 in la minore, in quattro movimenti:[11]
I Allegro
II Allegretto
III Adagio – Andantino
IV Vivace
1957 Dedicata a Revol Bunin, revisione nel 1961, in origine i quattro movimenti erano intitolati : “Toccata”, “Serenata”, “Intermezzo”, “Rondo”[11]
62 Cantata «Memorie», per mezzo-soprano e piano 1957/58
- Musica da film Musica per il film Quando volano le cicogne di Michail Kalatozov[3] 1957 Film palma d'oro al festival cinematografico di Cannes 1958[3].
63 Sonata Sonata per violoncello e piano n. 2 in sol minore 1958/59
64 Balletto «Il crisantemo bianco», balletto in 3 atti 1958
65 Cantata «Nelle montagne dell'Armenia», per voce e piano 1958
66 Quartetto Quartetto d’archi n. 8 1959
67 Concerto Concerto per violino e orchestra in sol minore, in quattro movimenti:
1. allegro molto
2. allegretto
3. adagio
4. allegro risoluto
1959 Dedicato a Leonid Kogan[8]
68 Musica orchestrale Canzoni sinfoniche per orchestra 1959
69 Sonata Sonata per due violini 1959
70 Romanza «Sette romanze» su poesie di Sándor Petőfi, per tenore e piano 1960
71 Romanza «Sette romanze» da opere di diversi poeti, per voce e piano 1960
72 Sonata Sonata n. 1 per violoncello solo 1960
73 Sonata Sonata per piano n. 6 1960
74 Sinfonietta Sinfonietta n. 2 in la minore per orchestra d'archi e cembali 1960
75 Musica concertante Concerto per flauto e orchestra d'archi 1961 Dedicata al flautista russo Aleksander Korneev[6]
76 Sinfonia Sinfonia n. 5 in fa minore, in 4 movimenti:[12]
I Allegro moderato
II Adagio sostenuto
III Allegro
IV Andantino
1962 Dedicata a Kirill Kondračin[12]
77 Cantata «Lettere antiche», per soprano e piano 1962
78 Romanza Tre romanze per voce e piano 1962
79 Sinfonia Sinfonia n. 6 per coro di voci bianche e orchestra, in sei movimenti:[8]
I. Adagio sostenuto
II. Allegretto (« Ho rotto una scatolina », testi di Leib Kvitko)
III. Allegro molto
IV. Largo («Un fosso scavato nell’argilla rossa», su testi del poeta sovietico Samuil Galkin
V. Andantino - Andante (« Dormi tranquillo, o popolo », testo di Michail Lukonin)[13]
1962/63
80 Quartetto Quartetto d'archi n. 9 1963
81 Sinfonia Sinfonia n. 7 in do maggiore per archi e tastiere, in cinque movimenti:
I Adagio sostenuto
II Allegro – Adagio sostenuto
III Andante
IV Adagio sostenuto
V Allegro – Adagio sostenuto
1964 Dedicata a Rudolf Barčaj[1]
82 Sonata Sonata n. 1 per violino solo, in cinque movimenti:[2]
I. Adagio – Allegro – Adagio
II. Andante
III. Allegretto
IV. Lento
V. Presto
1964 Dedicata al violinista ebreo sovietico Mikhail Fikhtengoltz[2]
83 Sinfonia Sinfonia n. 8 « Fiori polacchi » in sol maggiore per tenore, coro misto e orchestra, su testi dell'omonimo poema epico di Julian Tuwim 1964 Testi originali in polacco.
84 Romanza «Oh, grigia nebbia», romanza per basso e piano 1964
85 Quartetto Quartetto d’archi n. 10 1964
86 Sonata Sonata n. 2 per violoncello solo 1965 Revisionata nel 1978, diventa l'op. 121[7]
87 Cantata «Diario d'amore», cantata per tenore, coro di bambini e orchestra da camera 1965
88 Melodia «Il profilo», ciclo di melodie per basso e piano 1965
89 Quartetto Quartetto d’archi n. 11 1965/66
90 Melodia «Parole nel sangue», ciclo di melodie per tenore e piano 1965
91 Cantata «Pëtr Plaksin», cantata per tenore, contralto e nove strumenti 1965
92 Cantata «Hiroshima», cantata per coro misto e orchestra 1966
93 Sinfonia Sinfonia n. 9 per voce recitante, coro e orchestra 1940/67
94 Concerto Concerto per trombetta e orchestra in si bemolle maggiore, in tre movimenti:
I Studi – Allegro molto
II Episodi – Andante
III Fanfare – Andante – Allegro – Andante – Presto – Andantino – Allegro – Presto – Andante – Allegretto
1966/67 Dedicato a Timofei Dokchitser[8]
95 Sonata Sonata n. 2 per violino solo, in sette movimenti legati:[4]
1. Monodia
2. Silenzio
3. Intervallo
4. Repliche
5. Accompagnamento
6. Invocazione
7. Sincope
1967 Composta tra il 24 maggio e il 7 giugno 1967 ; dedicata al violinista Mikhail Fikhtengolts[4]
96 Requiem Requiem per coro di voci bianche, coro misto e orchestra 1965/67
97 Opera «La passeggera», opera in due atti, otto scene e un epilogo. Su libretto di Alexander Medvedev, adattamento dal racconto radiofonico di Zofia Posmysz, La passeggera della cabina 45. 1967/68 Durata 2h40' circa. Prima al Festival di Bregenz, estate 2010[14]
98 Sinfonia Sinfonia n. 10 in la minore 1968
99 Musica vocale Trittico per basso e orchestra 1968
100 Preludi 24 preludi per violoncello solo 1968
101 Sinfonia Sinfonia n. 11 per coro e orchestra 1969
102 Musica vocale «Nessuno ha conosciuto...» per soprano, coro e orchestra 1970
103 Quartetto Quartetto d'archi n. 12 1969/70
104 Concerto Concerto per clarinetto e orchestra d'archi 1970
105 Opera «La madonna e il soldato», opera 1970
106 Sonata Sonata n. 3 per violoncello solo 1971
107 Sonata Sonata n. 1 per viola sola 1971
108 Sonata Sonata n. 1 per contrabbasso solo 1971
109 Opera «L'amore di d'Artagnan», opera 1971
110 Melodia «Mentre canto questo bambino addormentato/Cullando il bambino», ciclo di melodie per soprano e piano 1973
111 Opera «Congratulazioni!», opera in due atti, da Mazeltov di Sholem Aleichem[8] 1975
112 Opera «Lady Magnesia», opera in un atto, dalla farsa Passion, Poison and Petrification di George Bernard Shaw[15] 1975 Dedicata a Rodion Ščedrin[8]. Prima mondiale (solo musica): 18 novembre 2009 al Festival Weinberg di Liverpool (The Cornerstone, Liverpool Hope University) per la regia di Clark Rundell.[16] Prima mondiale con messa in scena, Erfurt 2 febbraio 2012, regia di Samuel Bächli (versione tradotta in tedesco)[17]
113 Balletto Sei scene di balletto per orchestra 1973/75
114 Sinfonia Sinfonia n. 12 «In Memoriam D. Šostakovič», in quattro movimenti:
I. Allegro moderato
II. Allegretto
III. Adagio
IV. Allegro
1975-76 Composta alla morte nell'agosto 1975 di Dmitri Šostakovič[18]
115 Sinfonia Sinfonia n. 13 1976
116 Melodia Ciclo di melodie per basso e piano su testi di Vasilij Andreevič Žukovskij 1976
117 Sinfonia Sinfonia n. 14 1977
118 Quartetto Quartetto d'archi n. 13 1977 Dedicata al Quartetto Borodin[3]
119 Sinfonia Sinfonia n. 15 « Io credo in questa terra »per soprano, baritono, coro di voci femminili e orchestra 1977
120 Musica vocale «Tre palme», per soprano e quartetto d'archi, su testi di Mikhail Lermontov. 1977
121 Sonata Sonata n. 2 per violoncello solo 1978 Versione rivista dell'op. 86[7]
122 Quartetto Quartetto d’archi n. 14 1978 Dedicato a Jurij Levitin[3]
123 Sonata Sonata n. 2 per violasolo 1978
124 Quartetto Quartetto d’archi n. 15 1979 Dedicato ai membri del quartetto: Evgenija Alikhanova, Valentina Alykova, Galina Kokhanovskaja, Marija Yanuseevskaja[3]
125 Melodia Ciclo di melodie per basso e piano su testi di Evgenij Baratinskij 1979
126 Sonata Sonata n. 3 per violino solo 1979 Dedicata alla memoria del padre[19]
127 Trio Trio per flauto, violae arpa (o piano), in quattro movimenti[6] 1979
128 Opera «Il ritratto», opera in tre atti e otto quadri su libretto di Aleksander Medvedev dalla novella di Nikolaj Gogol'[8] 1980 Brno, Teatro nazionale Janáček, 20 maggio 1983[3][8].
129 Operetta «La veste d'oro», operetta 1980
130 Quartetto Quartetto d’archi n. 16 1981 Dedicata alla sorella Ester deportata e assassinata dai nazisti.
131 Sinfonia Sinfonia n. 16 1981
132 Musica vocale «La reliquia», recitativo per basso e piano 1981
133 Sonata Sonata per fagotto solo, in tre movimenti[6] 1981 Dedicata al fagottista russo Valerij Sergeevič Popov[6]
134 Melodia «Dalla poesia di Afanasij Fet», melodie per basse e piano 1982
135 Sonata Sonata n. 3 per violasolo 1982
136 Sonata Sonata n. 4 per violasolo 1982
137 Sinfonia Sinfonia n. 17 « Souvenir », in quattro movimenti :
1. Allegro sostenuto
2. Allegro molto
3. Allegro moderato
4. Andante
1984 Le sinfonie 17, 18 e 19 compongono la trilogia intitolata « Alle porte della guerra »[20]
138 Sinfonia Sinfonia n. 18 « Guerra – Non esiste parola più crudele », per coro misto e orchestra[21] su testi di Sergej Orlov (1921 – 1977) e Aleksandr Tvardovskij (1910 – 1971) e su una canzone popolare. 1986 Dedicata « Alla memoria dei caduti durante la Grande guerra patriottica»[22]. Le sinfonie 17, 18 e 19 compongono la trilogia intitolata « Alle porte della guerra »[20].
139 Canzoni Sei canzoni per bambini per e piano 1986
140 Sonata Sonata n. 4 per violoncello solo 1986
141 Quartetto Quartetto n. 1, versione rivista dell'op. 2[7]. 1986
142 Sinfonia Sinfonia n. 19 « Maggio di gioia », in tre movimenti 1986 Nel 1945 l'URSS vince la guerra contro la Germania nazista[23] Le sinfonie 17, 18 e 19 compongono la trilogia intitolata « Alle porte della guerra »[20]
143 Poema sinfonico «Bandiere di pace», Poema sinfonico 1986 Scritto in occasione del XXVII congresso del Partito Comunista dell'Unione Sovietica[23]
144 Opera «L'idiota», opera in quattro atti e dieci scene,[8] libretto di Aleksander Medvedev, adattamento del romanzo di Fëdor Dostoevskij[24] 1985 Prima mondiale Mannheim, 9 maggio 2013, orchestra diretta da Thomas Sanderling[24]
145 Sinfonia da camera Sinfonia da camera n. 1, versione rivista dell'op. 3[7] 1987
146 Quartetto Quartetto d’archi n. 17 1987
147 Sinfonia da camera Sinfonia da camera n. 2, versione rivista dell'op. 14[7] 1987
148 Concerto Concerto per flauto n. 2 1987 Dedicato al flautista Aleksander Korneev[6]
149 Poema sinfonico « Pace alle nazioni », poema sinfonico vocale per coro di voci bianche e orchestra 1988
150 Sinfonia Sinfonia n. 20, in cinque movimenti:[9]
1. Adagio – Meno mosso – Meno mosso
2. Allegretto – Coda
3. Con moto
4. Allegro molto
5. Lento – Meno mosso
1988 Composta nel luglio 1988, quando l'autore era già affetto dalla malattia di Crohn); dedicata a Vladimir Fedosseev e all'Orchestra sinfonica della radio di Mosca[9]
Incollato sulle prime pagine della partitura manoscritta, un frammento di un'altra partitura riporta scritto in polacco:« Che io possa ancora scrivere anche questa con l'aiuto di Dio. Ma ne dubito. »[9].
151 Sinfonia da camera Sinfonia da camera n. 3, versione rivista dell'op. 27[7] 1991
152 Sinfonia Sinfonia n. 21 «Kaddish» per soprano (senza parole) e orchestra 1991 Dedicata alla memoria degli ebrei periti nel Ghetto di Varsavia. L'autore donò il manoscritto al Memoriale dello Yad Vashem[7].
153 Sinfonia da camera Sinfonia da camera n. 4 1992 Dedicata a Boris Čajkovskij[3].
154 Sinfonia Sinfonia n. 22 (incompleta) 1994 L'autore ha scritto la parte del piano e l'orchestrazione (incompleta); la partitura fu completata da Kirill Umanski[7]

NoteModifica

  1. ^ a b David Fanning. Note di copertina di Mieczyslaw Weinberg, Sinfonias n° 1 e 7, [[{{{artista}}}]], Chandos Records, CHSA5078, .
  2. ^ a b c d e f g h Note di copertina di Weinberg Complete Violin Sonatas, Volume One, Yuri Kalnits (violino) Michael Csányi-Wills (piano), CPO, 2010.
  3. ^ a b c d e f g h i (FR) Moisej Samuilovič Vajnberg (1919-1996) (data.bnf.fr), su Bibliothèque nationale de France, 21 febbraio 2014. URL consultato il 5 aprile 2014.
  4. ^ a b c d e f g Libretto del CD Weinberg Complete Violin Sonatas, Volume Two, Yuri Kalnits (violino) e Michael Csányi-Wills (piano), 2013
  5. ^ Libretto del CD Mieczyslaw Weinberg – String Quartets Vol. 1, Quartetto Danel.
  6. ^ a b c d e f g h i j Note di copertina di Mieczysław Weinberg Chamber Music for Woodwinds, Elisaveta Blumina (piano) Wenzel Fuchs (clarinetto) Henrik Wiese (flauto) Mathias Baier (basso) Nimrod Guez (alto) Uta Jundwirth (arpa), CPO, 777630-2, 2012.
  7. ^ a b c d e f g h i (FR) Weinberg – Liste des Œuvres par Opus, su claude.torres1.perso.sfr.fr, 28 novembre 2013. URL consultato il 5 aprile 2014..
  8. ^ a b c d e f g h i j (EN) Internationale Musikverlage Hans Sikorski - Weinberg work list (PDF) [collegamento interrotto], su Éditions Sikorski, 13 febbraio 2014. URL consultato il 27 aprile 2014.
  9. ^ a b c d e David Fanning. Note di copertina di Mieczyslaw Weinberg, Symphony No 20, Op 150, Cello Concerto, Op 92, [[Claes Gunnarsson (violoncelle), Orchestra Sinfonica di Göteborg diretta da Thord Svedlund]], Chandos Records, CHSA5107, .
  10. ^ a b David Fanning. Note di copertina di Weinberg: Symphony n°3 / Suite n° 4, [[{{{artista}}}]], Chandos Records, CHSA5089, .
  11. ^ a b Per Skans. Note di copertina di Mieczyslaw Weinberg : Sinfonias (Volume 2), Orchestra sinfonica nazionale della radio polacca diretta da Gabriel Chmura, Chandos Records, CHAN10237, .
  12. ^ a b Alistair Wightman. Note di copertina di Mieczyslaw Weinberg : Sinfonias (Volume 1), Orchestra sinfonica nazionale della radio polacca diretta da Gabriel Chmura, Chandos Records, CHAN10128, .
  13. ^ Richard Whitehouse. Note di copertina di Sinfonia n° 6 op.79, Rapsodia su temi moldavi op.47, n° 1, Orchestra sinfonica di stato di San Pietroburgo diretta da par Vladimir Lande, Naxos Records, 8.572779, ..
  14. ^ (EN) Mieczysław Weinberg - The Passenger, su neos-music.com, NEOS, 2010. URL consultato il 5 aprile 2014.
  15. ^ (EN) Music Sales Classical - Mieczyslaw Weinberg, su Music Sales. URL consultato il 13 aprile 2014..
  16. ^ (EN) Lady Magnesia: World Premiere of Mieczyslaw Weinberg’s Opera in Liverpool, su Éditions Sikorski, novembre 2009. URL consultato il 13 aprile 2014.
  17. ^ (EN) Weinberg's “Lady Magnesia” Given Scenic World Premiere in Erfurt - Sikorski Music Publishers, su Éditions Sikorski, gennaio 2012. URL consultato il 13 aprile 2014.
  18. ^ Richard Whitehouse. Libretto online Note di copertina di M. Weinberg: Symphony No. 12 / The Golden Key Suite No. 4, Orchestra sinfonica di stato di San Pietroburgo'' diretta da Vladimir Lande., [[{{{artista}}}]], Naxos Records, 8.573085, .
  19. ^ Wolfgang Sandner. Note di copertina di Mieczysław Weinberg, Gidon Kremer / Kremerata Baltica, ECM, 2015.
  20. ^ a b c Richard Whitehouse. Note di copertina di Mieczysław Weinberg, Symphony no.19, op.142, The Bright May / The Banners of Peace, op.143, Orchestra sinfonica di stato di San Pietroburgo diretta da Vladimir Lande, Naxos Records, 8.572752, .
  21. ^ (EN) Music under Soviet rule: Vainberg Chronology, su siue.edu. URL consultato il 5 aprile 2014.
  22. ^ (EN) Richard Whitehouse. Note di copertina di Weinberg Symphony No. 18 ‘War – there is no word more cruel’ / Trumpet Concerto, Vladimir Lange (direttore), {{{etichetta}}}, 2014.
  23. ^ a b (FR) Jean-Christophe Le Toquin, Vers une intégrale symphonique Weinberg, enfin! « À Emporter « ResMusica, su ResMusica, 13 luglio 2013. URL consultato il 13 aprile 2014..
  24. ^ a b (FR) Bertrand Bolognesi, Critique - Идиот - L’idiot - opéra de Mieczysław Weinberg, su anaclase.com, 27 giugno 2013. URL consultato il 27 aprile 2014.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica