Apri il menu principale

Concattedrale di Santa Maria Assunta (Montalto delle Marche)

edificio religioso di Montalto delle Marche
Santa Maria Assunta
Cattedrale di Montalto delle Marche.jpg
Esterno
StatoItalia Italia
RegioneMarche Marche
LocalitàMontalto delle Marche
ReligioneCattolica
TitolareMaria Assunta
Diocesi San Benedetto del Tronto-Ripatransone-Montalto
Inizio costruzione30 maggio 1589
Completamentofine XVII secolo
Sito webmontaltomarche.it

Coordinate: 42°59′19.32″N 13°36′30.6″E / 42.9887°N 13.6085°E42.9887; 13.6085

La chiesa di Santa Maria Assunta è il duomo di Montalto delle Marche ed una delle due concattedrali della diocesi di San Benedetto del Tronto-Ripatransone-Montalto. Nel 1965 è stata elevata alla dignità di basilica minore da papa Paolo VI.[1]

Storia e descrizioneModifica

La diocesi di Montalto fu fondata da papa Sisto V nel 1586 e l'esistente chiesa di Santa Maria ad collem fu eretta a cattedrale provvisoria. I lavori di costruzione di una nuova e più grande cattedrale iniziarono il 30 maggio 1589 con la posa della prima pietra: architetto dei progetti iniziali fu Girolamo Rainaldi. Alla morte di papa Sisto (1590) era quasi completata la cripta, ma ancora molto c'era da fare ed i lavori durarono per almeno un altro secolo. Alla fine del XVII secolo fu data l'agibilità e si poté iniziare ad officiare nella nuova cattedrale, benché incompiuta. Ad Annibale Carracci fu commissionata la Madonna di Montalto, oggi conservata a Bologna. A metà del Seicento fu costruita la scala che collegava la cripta, a pianta a croce greca, con la chiesa superiore, a croce latina con tre navate e dodici cappelle laterali. Nei secoli successivi ogni vescovo diede il proprio contributo per migliorare e completare l'edificio sacro. Il fonte battesimale, per esempio, risalente al 1652, venne collocato nell'attuale sede solo nel 1967.[2][3]

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica