Apri il menu principale

Coragyps atratus

specie di uccello
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Urubù dalla testa nera
Coragyps-atratus-001.jpg
Coragyps atratus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Ordine Accipitriformes
Famiglia Cathartidae
Genere Coragyps
Le Maout, 1853
Specie C. atratus
Nomenclatura binomiale
Coragyps atratus
(Bechstein, 1793)
Nomi comuni

Urubù dalla testa nera.

L'urubù dalla testa nera (Coragyps atratus (Bechstein, 1793)) è un uccello saprofago della famiglia Cathartidae, appartenente al gruppo degli "avvoltoi del Nuovo Mondo". È l'unica specie del genere Coragyps.[2]

Il nome deriva dalla fusione latino/greco corax/κόραξ e gyps/γùψ; ovvero "corvo-avvoltoio"; atratus, dal latino ater nero, sta per "vestito di nero".

DescrizioneModifica

L'urubù dalla testa nera, come le altre specie di urubù, presenta testa e collo glabri, con cute rugosa. Il restante piumaggio è di colore marrone scuro tendente al nero.

BiologiaModifica

Compie voli planati a grandi altezze, consuma carcasse di animali ed è in attività durante tutto il giorno.

Distribuzione e habitatModifica

Il suo areale si estende dal sud-est degli Stati Uniti fino al Cile Centrale e all'Uruguay nel Sud America.

NoteModifica

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Coragyps atratus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Cathartidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 9 maggio 2014.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli