Apri il menu principale

Creature grandi e piccole (romanzo)

raccolta di racconti di James Herriot
Creature grandi e piccole
Titolo originaleAll Creatures Great and Small
AutoreJames Herriot
1ª ed. originale1972
GenereRomanzo
Lingua originaleinglese
Seguito daBeato tra le bestie

Creature grandi e piccole (All Creatures Great and Small) è un romanzo dello scrittore e veterinario inglese James Herriot, pseudonimo di James Alfred Wight. Il romanzo è l'edizione unificata dei racconti If Only They Could Talk del 1970 e It Shouldn't Happen to a Vet del 1972. Il romanzo prevalentemente autobiografico e narrato in prima persona, tratta della vita di Herriot quando esercitava la professione di veterinario nella campagna inglese, ed è stato il primo di una serie di fortunati romanzi.

TramaModifica

La storia è ambientata in Inghilterra poco prima della seconda guerra mondiale. James Herriot è un giovane veterinario appena laureato, che ha ottenuto un importante colloquio di lavoro con Siegfried Farnon, un grande veterinario dello Yorkshire. È piuttosto emozionato perché da quel colloquio dipende tutta la sua vita futura, ma non sa che quel giorno rappresenterà l'inizio di tante avventure che nel corso degli anni vivrà tra i contadini di villaggi sperduti nel suo ruolo di veterinario, con l'aiuto dell'eccentrico Siegfried, che assieme al fratello diventeranno i suoi più grandi amici. Un giorno poi James Herriot incontrerà Helen e troverà l'amore.

Personaggi principaliModifica

James Herriot
Giovane veterinario neolaureato, che racconta in prima persona le sue disavventure di veterinario nella campagna inglese dello Yorkshire.
Siegfried Farnon
Eccentrico datore di lavoro di James Herriot, nonché suo grande amico.
Tristan Farnon
Fratello più giovane di Siegfried, e non ancora laureato, non prende troppo sul serio la professione di veterinario, subendo però le terribili sfuriate del fratello.
Helen Alderson
Giovane figlia di un ricco proprietario terriero e corteggiata da numerosi giovani della zona, dopo un breve fidanzamento sposerà Herriot alla fine del romanzo.

Origine del titoloModifica

Il titolo del romanzo e di quelli della stessa serie sono presi dall'inno della Chiesa anglicana All Things Bright and Beautiful, i cui primi versi recitano:

«All things bright and beautiful,
All creatures great and small,
All things wise and wonderful,
The Lord God made them all.»

(Cecil Frances Alexander, Hymns for Little Children[1])

Il testo dell'inno, popolare anche in altre confessioni cristiane, è della poetessa irlandese Cecil Frances Alexander ed è stato pubblicato nella raccolta Hymns for Little Children del 1871.

Trasposizioni del romanzoModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Cecil Frances Alexander, Hymns for Little Children, Londra, J. Masters, 1871.

EdizioniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN309259073 · WorldCat Identities (EN309259073
  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura