Apri il menu principale

Daniela Zini

sciatrice alpina italiana
Daniela Zini
Nazionalità Italia Italia
Altezza 160 cm
Peso 50 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Slalom gigante, slalom speciale
Squadra CUS Milano[1]
Ritirata 1986
Palmarès
Mondiali 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Daniela Zini (Livigno, 30 maggio 1959) è un'ex sciatrice alpina italiana.

Specialista delle prove tecniche, è stata una delle prime sciatrici italiane, assieme a Claudia Giordani e a Maria Rosa Quario, a ottenere dopo Giustina Demetz risultati di rilievo in Coppa del Mondo, dove è riuscita a vincere due slalom speciali nei primi anni ottanta.

BiografiaModifica

Stagioni 1975-1980Modifica

Dopo essersi messa in luce fin dai Campionati italiani del 1975, vincendo due medaglie d'argento, la valtellinese ottenne il primo risultato internazionale di rilievo il 3 febbraio 1978 ai Mondiali di Garmisch-Partenkirchen 1978: 11ª in slalom speciale. Nella stessa specialità conquistò i primi punti in Coppa del Mondo l'8 gennaio 1979 a Les Gets, giungendo 6ª.

Il 9 gennaio 1980 conquistò il suo primo podio nel massimo circuito internazionale, un terzo posto sempre in slalom speciale, a Berchtesgaden, alle spalle della francese Perrine Pelen e dell'italiana Claudia Giordani. Partecipò quindi ai XIII Giochi olimpici invernali di Lake Placid 1980 - sua prima presenza olimpica - piazzandosi 7ª nello slalom speciale e non concludendo lo slalom gigante. Nella stessa stagione, il 9 marzo a Vysoké Tatry, conquistò in slalom speciale la sua prima vittoria in Coppa del Mondo.

Stagioni 1981-1986Modifica

L'8 dicembre 1980 colse il suo unico podio in slalom gigante, giungendo seconda dietro alla fuoriclasse svizzera Marie-Thérèse Nadig sul tracciato di Limone Piemonte in Italia. Partecipò nel 1982 ai Mondiali di Schladming, meritandosi la medaglia di bronzo nello slalom speciale - unica medaglia italiana in quell'edizione dei Mondiali - e classificandosi 7ª nello slalom gigante e 8ª nella combinata.

Il 23 gennaio 1984 vinse la sua seconda e ultima gara di Coppa del Mondo, lo slalom speciale di Limone Piemonte; ai XIV Giochi olimpici invernali di Sarajevo 1984 fu 25ª nello slalom gigante e 9ª nello slalom speciale. Il 14 gennaio 1985 a Pfronten giunse per l'ultima volta sul podio in Coppa del Mondo, classificandosi terza in slalom speciale, preceduta dalla compagna di squadra Paoletta Magoni e dall'elvetica Brigitte Oertli. Ottenne l'ultimo piazzamento in carriera con il 15º posto nello slalom speciale di Coppa del Mondo del 18 marzo 1986, che si tenne a Waterville Valley.

PalmarèsModifica

MondialiModifica

Coppa del MondoModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 9ª nel 1980
  • 11 podi:
    • 2 vittorie (entrambe in slalom speciale)
    • 4 secondi posti (1 in slalom gigante, 3 in slalom speciale)
    • 5 terzi posti (tutti in slalom speciale)

Coppa del Mondo - vittorieModifica

Data Località Paese Specialità
9 marzo 1980 Vysoké Tatry   Cecoslovacchia SL
23 gennaio 1984 Limone Piemonte   Italia SL

Legenda:

SL = slalom speciale

Campionati italianiModifica

NoteModifica

  1. ^ Combinata: Seghi a quota sette, in fisi.org, 28 marzo 2004 (archiviato dall'url originale il 1º agosto 2012).
  2. ^ Albo d'oro Gigante femminile Campionati Italiani Assoluti, in fisi.org, 30 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
    Albo d'oro Slalom femminile Campionati Italiani Assoluti, in fisi.org, 30 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
    Campionati Italiani di sci alpino, l'albo d'oro della combinata femminile, in fisi.org, 24 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).

Collegamenti esterniModifica