Apri il menu principale
DarkKnightmon
(ダークナイトモン)
LivelloNessuno
Prima apparizioneDigimon Fusion Battles
DoppiatoreJūrōta Kosugi
Doppiatore it.Valerio Sacco
TipoNessuno
GruppoDigimon Cavaliere Oscuro

DarkKnightmon (ダークナイトモン) è un personaggio del media franchise giapponese Digimon, che comprende anime, manga, giocattoli, videogiochi, carte collezionabili ed altri media. Appare nella sesta serie anime, Digimon Fusion Battles, di cui è uno dei principali antagonisti. È un misterioso digimon apparentemente al Team Twilight, gruppo apparentemente neutrale nella guerra che sta consumando Digiworld. Egli è in realtà il fratello minore dell'imperatore Bagramon, di cui diventa il secondo in comando nella saga dei Generali Oscuri.

È doppiato in originale da Jūrōta Kosugi, e in italiano da Valerio Sacco.

Aspetto e caratteristicheModifica

Ha l'aspetto di un cavaliere alto e massiccio, completamente ricoperto da un'armatura nera e con un elmo con due corna dorate. Nonostante l'apparenza statica, i lineamenti dell'elmo possono cambiare temporaneamente, riflettendo le emozioni del digimon. Indossa un mantello anch'esso nero, uno scudo gigantesco e una lancia rossa a due punte. Il suo nome può essere tradotto come "digimon simile a un cavaliere nero". Nella versione anglosassone è invece chiamato AxeKnightmon, potendo essere tradotto come "mostro cavaliere con l'ascia".

PersonalitàModifica

DarkKnightmon si presenta come un nobile, controllato e dai modi raffinati, mantenendo generalmente un andamento imperscrutabile e quasi regale. In realtà è un personaggio spietato ed egoista, disposto a tutto, anche a mezzi estremamente meschini e crudeli, pur di realizzare i suoi interessi. È solito usare manipolare, ingannare o ricattare chiunque, dai suoi nemici fino ai suoi stessi alleati. Qualsiasi attaccamento o preoccupazione mostrata ai suoi sottoposti o compagni di squadra è soltanto una finzione: è solito servirsi di loro come più gli aggrada, senza alcun riguardo per la loro incolumità. Non prova altro che odio e invidia verso suo fratello Bagramon, non sopportando che questi sia più forte di lui, e mirando segretamente a prenderne il posto. Quando sente che la situazione gioca a suo favore, è solito perdere la sua compostezza e vantarsi del suo potere e della sua abilità tattica, mostrandosi arrogante e sprezzante. Completamente privo di qualsiasi ideale, il suo unico scopo è accumulare più potere possibile, per diventare il digimon più potente di tutti.

Digimon Fusion BattlesModifica

In passato, SkullKnightmon era solito sfidare l'imperatore Bagramon, allenandosi duramente per superarlo, venendo sempre sconfitto dal digimon, che lo trattava con condiscendenza. Invidioso del potere del fratello, prepara un elaborato piano per tradirlo e rubargli i suoi poteri: scoperta la DigiFusione, inizia a cercare un umano per far sviluppare il Digivice XrosLoader nero.

Trovato Yuu Amano, manipola il ragazzo facendogli credere che DigiWorld sia un mondo fittizio dove può mostrare tutta la sua forza senza la paura di ferire qualcuno; e quando Nene, sorella di Yuu, inizia a cercare il fratello, DarkKnightmon la ricatta minacciando di uccidere Yuu se lei non lo aiuta a cercare dell'oscurità, fondamentale per lo sviluppo del Digivice.

Paralizza Shoutmon nella Zona Cielo e si impadronisce di un frammento dell'oscurità del tempio volante, senza preoccuparsi della vita della ragazza, messa a rischio da Lucemon. Si sposta poi con il Team Twilight nella Zona Giungla, con l'obbiettivo di arruolare DeckerDramon nel suo esercito, ma, pur tenendo facilmente testa sia a Taiki che Kiriha, al rifiuto del digimon dell'amore si ritira nella Zona Polvere. Qui, rinchiude Nene in una torre, fa il lavaggio del cervello a Kiriha e forma una, fragile, alleanza con Rirismon contro Taiki. Dopo che il generale dei Blue Flare si riprende, DarkKnightmon dice a Nene, liberata nel frattempo da Taiki, che non ha più bisogno di lei, e usa il Digivice XrosLoader, concluso grazie all'oscurità assorbita da Kiriha, per fondersi con i suoi sottoposti SkullSatamon e SkullGreymon. Di fronte al suo enorme potere, tutti sono costretti a fuggire. In seguito, usa la sua talpa nell'esercito Bagra, Damemon, per manipolare l'ufficiale Blastmon affinché affronti i Fusion Hearts e venga sconfitto. Fatto ciò, si presenta alla fortezza di Bagramon, al cospetto del fratello.

In seguito a tali eventi, diventa il secondo in comando dell'esercito, ordinando ai Generali Oscuri di raccogliere energia negativa per il progetto D5, e assumento gli ex ufficiali Rirismon e Blastmon come suoi compagni di squadra e sottoposti. Si dirige con essi al territorio del miele per salvare Yuu, rimasto bloccato lì dopo la morte di Zamielmon, e impegna i Fusion Hearts in una dura battaglia, prima di ritirarsi e tornare alla fortezza del fratello.

Ricompare nella Zona Inferno, di nuovo come alleato di Yuu contro i Fusion Hearts ma, nonostante le strategie del ragazzo e il vantaggio che la Zona offre ai digimon malvagi, è colto di sorpresa dalle tattiche e la forza degli avversari. Con DeadlyAxemon ferito e nella sua forma originale SkullKnightmon, solo il sabotaggio di Wisemon al programma che blocca l'uscita consente a lui, Yuu e Damemon di fuggire dalla Zona prima che venga distrutta in seguito al tradimento di Apollomon Whispered.

Riaffronta i Fusion Hearts nei pressi della fortezza Nido del Demone dove, ottenuta la pietra nera, appena completata, la usa per riportare in vita i Generali Oscuri, privi però di coscienza, per dare vita a GranGeneramon; e, dopo aver rinchiuso nella Zona Prigione anche Shoutmon, Ballistamon e Dorulumon, accetta la sfida di Taiki e vi imprigiona anche lui. Il ragazzo però, contro le sue previsioni, libera non solo se stesso e i suoi amici, ma anche Olegmon e Apollomon, che lo aiutano a distruggere GranGeneramon e la piattaforma per la resurrezione, spingendo il cavaliere nero, furioso, alla ritirata.

Dopo aver visto che Yuu, dopo lo scontro con Taiki e la morte di Damemon, ha scoperto il suo inganno, DarkKnightmon lo rinchiude in una stanza perché continui ad alimentare il potere del Digivice XrosLoader, lasciando ChuuChumon a sorvegliarlo. Appare al fianco di Bagramon contro i Fusion Hearts nella battaglia finale ma, non appena il fratello è impegnato sia con la mano destra nel D5 e con la sinistra per difendersi, lo trafigge alle spalle a tradimento, rivelando di aver usato gli umani appositamente per distrarre Bagramon per poterlo indebolire abbastanza da eseguire una DigiXros con lui. Eseguita ciò, assorbe il fratello diventando molto più potente. Fatto ciò, egli progetta di conquistare sia DigiWorld che il mondo reale, per pura arroganza, ma i suoi piani sfumano in fretta: Taiki libera Yuu, impedendo a DarkKnightmon di usare ancora il Digivice e, dopo una breve battaglia con Shoutmon X7, Bagramon stesso, tutt'altro che morto, inizia a indebolirlo dall'interno. Nella sua mente, DarkKnightmon incontra l'imperatore, che gli rivela di aver previsto tutto fin dall'inizio e di averlo lasciato fare perché era certo che il suo piano sarebbe fallito. Il cavaliere nero prova a reagire, ma per lui è finita: Bagramon prima lo trafigge con un braccio; poi, dopo avergli detto che quello che gli è sempre mancato è un ideale e la convinzione per realizzarlo, lo distrugge dall'interno, prendendone il corpo e riemergendo come MegaDarknessBagramon.

Altre FormeModifica

Il nome "DarkKnightmon" si riferisce solo alla forma con cui fa il suo debutto il Digimon. Durante la serie, DarkKnightmon riesce a digievolvere in un certo numero di forme più potenti, ognuna con nome ed attacchi speciali diversi. In realtà, il cavaliere è la DigiXros di altri due digimon: SkullKnightmon, la sua forma originale, e DeadlyAxemon, suo compagno e sottoposto. Tuttavia, la forma di DarkKnightmon è la sua forma di preferenza, nonché quella in cui passa la maggior parte del tempo, anche a causa della potenza molto maggiore.

SkullKnightmonModifica

È la forma originale di DarkKnightmon. Il suo nome può essere tradotto come "mostro simile a un cavaliere teschio". Fisicamente è molto più basso, con entrambe le braccia costituite dagli spuntoni rossi della lancia a due punte. Il corpo coperto da un'armatura grigia con due occhi rossi sul torace, che ricordano appunto un teschio, e gli occhi gialli visibili senza la visiera dell'elmo". La sua personalità è identica a quella di DarkKnightmon, in quanto è lui ad avere il controllo della DigiXros.

DeadlyAxemonModifica

È il compagno di SkullKnightmon, con cui può formare DarkKnightmon. Il suo nome può essere tradotto come "mostro simile a un'ascia letale". Nell'edizione anglosassone è chiamato semplicemente Axemon. Ha l'aspetto di una creatura che cammina a quattro zampe, con la lama di un'ascia sulla schiena. Ha il volto rosso e numerosi spuntoni dorati sull'armatura che lo copre. Non parla mai, ne mostra una particolare personalità, limitandosi ad obbedire a tutti gli ordini di SkullKnightmon. All'occorrenza, può tramutarsi in un'ascia completa capace di squarciare la barriera tra le dimensioni, consentendo di spostarsi tra esse anche se vi sono particolari blocchi o limitazioni.

SkullKnightmon Modalità AsciaModifica

Invece di fondersi tra di loro, SkullKnightmon usa DeadlyAxemon come un'arma, a forma di vera e propria ascia.

SuperDarkKnightmonModifica

Nome non ufficiale di una forma assunta da DarkKnightmon nella Zona Polvere, dopo aver forzato la DigiXros con i suoi sottoposti SkullGreymon e SkullSatamon. Fisicamente acquisisce sul braccio destro il teschio di SkullGreymon, dalla ciò bocca esce la sua lancia rossa; il suo scudo sul braccio sinistro diventa più grande, mostrando segni delle costole di SkullSatamon, le cui ali demoniache appaiono sulla schiena del cavaliere nero. Dopo aver usato il nuovo, enorme potere per trionfare su tutti i suoi avversari nella Zona Polvere, DarkKnightmon non utilizza più questa forma.

MusoKnightmonModifica

È la DigiXros, eseguita da Yuu Amano, di DarkKnightmon con il loro compagno Tuwarmon. Il digimon partner di Yuu è una sorta di pezzo di artiglieria fissa per il cavaliere nero.

Darkest DarkKnightmonModifica

È la forma acquisita da DarkKnightmon dopo aver assorbito suo fratello Bagramon. Mentre questo è impegnato a combattere i Fusion Hearts, il cavaliere nero trafigge con la lancia l'imperatore, indebolendo a sufficienza per poter eseguire con lui una DigiXros forzata. Il suo aspetto non cambia molto, ma il suo braccio e gamba destra sono identici a quelli di Bagramon. Sebbene possieda sia il suo vecchio potere che quello del fratello, Shoutmon X7 lo considera più debole di Bagramon. La personalità dominante è quella di DarkKnightmon, ma in breve tempo l'imperatore riprende il controllo, assorbendolo a sua volta e diventando MegaDarknessBagramon.

  Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga