Apri il menu principale

Delizia di Benvignante

Delizia di Benvignante
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneEmilia-Romagna
LocalitàArgenta
Coordinate44°40′59.66″N 11°44′13.67″E / 44.68324°N 11.73713°E44.68324; 11.73713Coordinate: 44°40′59.66″N 11°44′13.67″E / 44.68324°N 11.73713°E44.68324; 11.73713
Informazioni generali
Condizioniin fase di restauro parziale, urgenza di recupero totale
Costruzione1464
Realizzazione
ArchitettoPietro Benvenuto degli Ordini
AppaltatoreBorso d'Este
Proprietariocomune di Argenta
CommittenteEstensi

La Delizia di Benvignante è una delle "delizie" (residenze monumentali) che gli Este fecero costruire nei dintorni di Ferrara durante il loro dominio sulla città. Attualmente è situata nel comune di Argenta tra le frazioni di S. Nicolò e Consandolo.

Storia e descrizioneModifica

La Delizia, costruita nel 1464 da Pietro Benvenuto degli Ordini, fu voluta da Borso d'Este che la donò al fedele segretario Teofilo Calcagnini, che mise la dimora a disposizione delle riunioni dell'Accademia dei Filareti. Nel 1481 vi soggiornò la bella Beatrice d'Este. Passata poi a vari proprietari, nell'Ottocento la Delizia fu acquistata dal conte Luigi Gulinelli (il cui stemma compare ancora oggi sopra il portone d'ingresso) che modificò la struttura sopraelevandola e rendendola più imponente e squadrata e circondandola da quattro ettari di parco. Inoltre la dotò di famose scuderie per l'allevamento di cavalli da corsa che furono visitate pure da Vittorio Emanuele II. Attualmente la residenza appartiene al comune di Argenta.[1]

Nel 2000 la Delizia di Benvignante è stata dichiarata dall'Unesco, insieme con altre Delizie, Patrimonio dell'umanità.[2]

NoteModifica

  1. ^ Delizia di Benvignante, in Delizie estensi. URL consultato il 12-08-2011.
  2. ^ Benvignante, in portale Argenta. URL consultato il 01-11-2014.

Voci correlateModifica