La Deutschen Werke Kiel (DWK) fu un'azienda metalmeccanica tedesca principalmente impegnata nell'ingegneria navale fondata nel 1925 dall'accorpamento tra la Kaiserliche Werft Kiel e altre aziende del settore come conseguenze delle clausole del Trattato di Versailles del 1919.

Deutsche Werke
Logo
Logo
StatoBandiera della Germania Germania
Altri statiBandiera della Germania Germania
Forma societariaAktiengesellschaft
Fondazione1925
Chiusura1945
Sede principaleBerlino
SettoreMetalmeccanica
Prodottinavi, locomotive, armamenti

Attiva nel periodo interbellico contribuì a realizzare alcune importanti unità navali utilizzate dalla Kriegsmarine durante la seconda guerra mondiale, differenziando comunque l'attività anche nel settore ferroviario e quello delle armi leggere.

Con il termine della prima guerra mondiale, sfavorevole all'Impero tedesco, le nazioni della Triplice intesa imposero alla nuova realtà nazionale una serie di restrizioni atte a limitare le capacità industriali che potessero coinvolgere l'apparato bellico. Tra i risultati di tali restrizioni, unitamente a una recessione economica, costrinsero la Kaiserliche Werft Kiel, principale azienda cantieristica che dal 1867 costruì le unità navali della Preußische Marine prima e della Kaiserliche Marine poi, a ricorrere a un accordo con altre aziende del settore per salvaguardare le sue attività, conglobandosi nel 1925 in una nuova realtà aziendale, la Deutsche Werke AG. Con la nuova struttura e ragione sociale l'azienda iniziò la costruzione di navi mercantili.

Quando nel 1933 il partito nazista riuscì ad arrivare al potere, la necessità di ricostituzione dell'apparato bellico tedesco lo portò a contattare l'azienda richiedendo di tornare alla progettazione e sviluppo di unità navali destinate alla Kriegsmarine. Inoltre, come altre aziende metalmeccaniche del periodo, si richiese un'ulteriore diversificazione della produzione a indirizzo bellico con la costruzione di armi da fuoco su licenza, in particolare di una pistola semiautomatica inizialmente prodotta dalla Ortgies & Co. dopo che il decesso del progettista Heinrich Ortgies aveva fatto chiudere l'azienda.

Durante la seconda guerra mondiale l'azienda costituì una succursale a Gdynia, fondando la Deutsche Werke Gotenhafen.

Gli stabilimenti e le infrastrutture della Deutsche Werke vennero quasi totalmente distrutte nell'ambito dei bombardamenti strategici sul territorio tedesco e al termine del conflitto venne smantellato anche ciò che era riuscito a salvarsi.

Nel 1955 l'area cantieristica venne acquistata dalla Howaldtswerke.

Unità navali realizzate dalla Deutsche Werke Kiel

modifica
 
La portaerei Graf Zeppelin in costruzione nei cantieri della Deutsche Werke, 21 giugno 1940

(lista parziale)

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN124923931 · GND (DE4199721-9 · WorldCat Identities (ENviaf-124923931