Apri il menu principale

Dino Bonsanti

allenatore di calcio e dirigente sportivo italiano
Dino Bonsanti
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Carriera
Carriera da allenatore
195?-1960non conosciuta Collesalvetti
1960-1961LivornoGiovanili
1961-1962Livorno
1962-1963LivornoVice
1963-1964LivornoDe Martino
1964-1965LivornoVice
1965Livorno
1965-1971[1] Livorno Vice
1972Livorno
1972-1973LivornoVice
1973-1974Pietrasanta
1974-1975Pontedera
1975-1976Follonica
19??LivornoBerretti
19??LivornoBerretti
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Dino Bonsanti (Livorno, 20 marzo 1923[2][3]24 ottobre 1997) è stato un allenatore di calcio e dirigente sportivo italiano.

CarrieraModifica

AllenatoreModifica

Dopo aver allenato i dilettanti del Collesalvetti nel 1960 va ad allenare le giovanili del Livorno[4].

Nella stagione 1961-1962 è subentrato ad Aredio Gimona sulla panchina del Livorno, in Serie C; dopo aver vinto un campionato De Martino[4], ha allenato la prima squadra dei toscani anche per una parte della stagione 1964-1965, in Serie B, nella quale ha sostituito Guido Mazzetti (a cui in precedenza faceva da vice[5]) per poi venire a sua volta rimpiazzato alla guida della squadra amaranto da Carlo Parola. In seguito dopo aver lavorato per molti anni come vice[4] ha allenato il Livorno anche nella parte finale della stagione 1971-1972, conclusasi con il 18º posto in classifica in Serie B e con la conseguente retrocessione in Serie C.

Nella stagione 1973-1974 ha allenato il Pietrasanta in Serie D, mentre l'anno successivo ha guidato il Pontedera[4], con cui vincendo il campionato toscano di Promozione ha ottenuto una promozione in Serie D.

Negli anni '70 ha allenato il Follonica nei campionati regionali toscani di Seconda Categoria e Prima Categoria[6]. Successivamente ha lavorato come responsabile del settore giovanile del Livorno, di cui ha anche allenato per alcuni anni la squadra Berretti[7] e dopo la sua morte la società toscana ha organizzato in sua memoria il Memorial Dino Bonsanti, torneo riservato alla categoria Giovanissimi[8].

PalmarèsModifica

AllenatoreModifica

Competizioni regionaliModifica

Pontedera: 1974-1975

NoteModifica

  1. ^ Almanacco Illustrato del calcio 1971, edizioni Panini, pag. 314
  2. ^ Il calcio in Italia nel 1979 Adamoli.org
  3. ^ Come da servizio di verifica codice fiscale sul sito dell'Agenzia delle Entrate.
  4. ^ a b c d Fulminato da infarto a 74 anni tra le braccia della moglie. Per oltre trent'anni è stato una bandiera degli amaranto Addio grande vecchio Cordoglio per la morte di Dino Bonsanti Archivio online de Il Tirreno
  5. ^ [1] Archiviato il 13 ottobre 2016 in Internet Archive. Gazzetta del Mezzogiorno, 16 gennaio 1965
  6. ^ Storia del Follonica Archiviato il 15 aprile 2013 in Internet Archive. Usfollonica.org
  7. ^ [2] Archivio online de Il Tirreno
  8. ^ All'Empoli il Memorial Bonsanti Archivio online de Il Tirreno

BibliografiaModifica

  • Il Calcio Illustrato, 1966, Carcano Edizioni, p. 150.
  • Almanacco illustrato del Calcio, 1973, Edizioni Panini, p. 221.