Apri il menu principale
Dino Secco
Dino Secco daticamera.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XVII (Dal 28/04/2016)
Gruppo
parlamentare
- Forza Italia (Da 28/04/2016 al 17/10/2017)

- GRUPPO MISTO (Dal 17/10/2017 al 17/11/2017)

- GRUPPO MISTO - componente: Civici e Innovatori-Energie per l'Italia (Dal 17/11/2017 a fine legislatura)

Circoscrizione Veneto 1
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico FI (1994-2009)
PdL (2009-2013)
FI (2013-2017)
EpI (Dal 2017)
Titolo di studio Laurea in Storia e Filosofia
Professione Funzionario Pubblico

Dino Secco (Bassano del Grappa, 8 dicembre 1952) è un politico italiano.

Indice

BiografiaModifica

Aderisce a Forza Italia nel 1994, per poi confluire nel Popolo della Libertà.

Alle elezioni politiche del 2013 è candidato alla Camera dei Deputati, nelle liste del Popolo della Libertà nella circoscrizione Veneto 1, risultando il primo dei non eletti.

Il 16 novembre 2013, con la sospensione delle attività del Popolo della Libertà, aderisce a Forza Italia.[1]

Diviene deputato il 27 aprile 2016, subentrando in seguito alla decadenza di Giancarlo Galan dalla carica di parlamentare.[2]

Il 17 ottobre 2017 abbandona Forza Italia e passa al gruppo misto, criticando fortemente la gestione del partito in Veneto.[3][4][5]

Il 17 novembre 2017 aderisce al movimento Energie per l'Italia di Stefano Parisi.[6]

Non è più ricandidato alle elezioni politiche del 2018.

NoteModifica

  1. ^ L’addio al Pdl (in frantumi), rinasce Forza Italia, in Corriere della Sera, 16 novembre 2013. URL consultato il 26 aprile 2014.
  2. ^ Marco Bonet e Davide Tamiello, La Camera ha votato e deciso: Giancarlo Galan non è più deputato, su Corriere del Veneto. URL consultato il 28 aprile 2016.
  3. ^ Società Editrice Athesis S.p.A., Secco lascia FI «In Veneto spariti i valori del partito», in Il Giornale di Vicenza.it. URL consultato il 19 ottobre 2017.
  4. ^ Dino Secco lascia Forza Italia, cambio di gruppo numero 529 - OpenBlog, in OpenBlog, 19 ottobre 2017. URL consultato il 19 ottobre 2017.
  5. ^ Anche Secco lascia Forza Italia «Non è più il partito di Berlusconi». URL consultato il 19 ottobre 2017.
  6. ^ (EN) News: Energie per Bassano | Bassanonet.it, su www.bassanonet.it. URL consultato il 20 novembre 2017.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica