Apri il menu principale

Diocesi di Coracesio

Coracesio
Sede vescovile titolare
Dioecesis Coracesiotana
Patriarcato di Costantinopoli
Sede titolare di Coracesio
Mappa della diocesi civile di Asia (V secolo)
Vescovo titolare sede vacante
Istituita XIX secolo
Stato Turchia
Diocesi soppressa di Coracesio
Suffraganea di Side
Eretta circa IV secolo
Soppressa circa XII secolo
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche
Resti di una chiesa bizantina in Alanya.

La diocesi di Coracesio (in latino: Dioecesis Coracesiotana) è una sede soppressa del patriarcato di Costantinopoli e una sede titolare della Chiesa cattolica.

StoriaModifica

Coracesio, corrispondente ad Alanya nell'odierna Turchia, è un'antica sede episcopale della provincia romana della Panfilia Prima nella diocesi civile di Asia. Faceva parte del patriarcato di Costantinopoli ed era suffraganea dell'arcidiocesi di Side.

La diocesi è documentata nelle Notitiae Episcopatuum del patriarcato di Costantinopoli fino al XII secolo.[1]

Quattro sono i vescovi greci noti di questa sede, che presenziarono ai concili ecumenici della loro epoca: Teodolo al concilio di Costantinopoli del 381[2]; Matidiano al concilio di Efeso del 431[3]; Obrimo a quello di Calcedonia del 451[4]; e Niceforo (chiamato Niceta da Lequien) al concilio di Costantinopoli del 680[5].

Dal XIX secolo Coracesio è annoverata tra le sedi vescovili titolari della Chiesa cattolica; il titolo non è più assegnato dal 22 giugno 1970.

CronotassiModifica

Vescovi greciModifica

  • Teodolo † (menzionato nel 381)
  • Matidiano † (menzionato nel 431)
  • Obrimo † (menzionato nel 451)
  • Niceforo (o Niceta) † (menzionato nel 680)

Vescovi titolariModifica

  • John Alphonsus Heavey, O.S.A. † (3 maggio 1914 - 14 luglio 1941 nominato vescovo di Cairns)
  • Emilio de Brigard Ortiz † (29 luglio 1944 - 26 ottobre 1961 nominato vescovo titolare di Disti)
  • Julián Luis Barni Spotti, O.F.M. † (14 agosto 1962 - 22 giugno 1970 nominato vescovo di Matagalpa)

NoteModifica

  1. ^ Jean Darrouzès, Notitiae episcopatuum Ecclesiae Constantinopolitanae. Texte critique, introduction et notes, Parigi 1981: indice p. 498, voce Korakèsion.
  2. ^ Mansi, Sacrorum conciliorum nova et amplissima collectio, t. III, col. 570. Destephen, Prosopographie du diocèse d'Asie, p. 910.
  3. ^ Mansi, op. cit., t. IV, col. 1366. Destephen, Prosopographie du diocèse d'Asie, p. 653.
  4. ^ Mansi, op. cit., t. VI, col. 577; e VI, col. 127. Destephen, Prosopographie du diocèse d'Asie, pp. 731-732.
  5. ^ Mansi, op. cit., t. IX, col. 997.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi