Apri il menu principale
Leptimino
Sede vescovile titolare
Dioecesis Leptiminensis
Chiesa latina
Sede titolare di Leptimino
Frammento della Tavola Peutingeriana con l'indicazione di Lepteminus tra Ruspina e Tapsum
Vescovo titolare José Lampra Cà
Istituita 1933
Stato Tunisia
Diocesi soppressa di Leptimino
Eretta ?
Soppressa ?
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Leptimino (in latino: Dioecesis Leptiminensis) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

Indice

StoriaModifica

Leptimino (chiamata anche Leptis Minor), corrispondente alla città di Lamta nell'odierna Tunisia, è un'antica sede episcopale della provincia romana di Bizacena.

Cinque sono i vescovi documentati di Leptimino. Demetrio prese parte al concilio indetto a Cartagine nel 256 da san Cipriano per discutere della questione relativa ai lapsi. Alla conferenza di Cartagine del 411, che vide riuniti assieme i vescovi cattolici e donatisti dell'Africa romana, presero parte il cattolico Romano e il donatista Vittorino. Fortunaziano intervenne al sinodo riunito a Cartagine dal re vandalo Unerico nel 484, in seguito al quale venne esiliato. Crescentino infine intervenne al concilio antimonotelita del 641.

Oggi Leptimino sopravvive come sede vescovile titolare; l'attuale vescovo titolare è José Lampra Cà, vescovo ausiliare di Bissau.

Cronotassi dei vescoviModifica

  • Demetrio † (menzionato nel 256)
  • Romano † (menzionato nel 411)
  • Fortunaziano † (menzionato nel 484)
  • Crescentino † (menzionato nel 641)

Cronotassi dei vescovi titolariModifica

  • Heinrich Rüth, C.S.Sp. † (21 giugno 1966 - 26 maggio 1978 dimesso)
  • Leonard James Wall † (3 maggio 1979 - 25 febbraio 1992 nominato arcivescovo di Winnipeg)
  • Brigido Agalpas Galasgas † (6 luglio 1992 - 15 maggio 1995 deceduto)
  • Jesús Alfonso Guerrero Contreras, O.F.M.Cap. (6 dicembre 1995 - 9 aprile 2011 nominato vescovo di Machiques)
  • José Lampra Cà, dal 13 maggio 2011

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi