Diocesi di Limosano

Limosano
Sede vescovile titolare
Dioecesis Limosana
Chiesa latina
Arcivescovo titolareHenryk Mieczysław Jagodziński
Istituita2018
StatoItalia
Diocesi soppressa di Limosano
Suffraganea diBenevento
Soppressa1152 o 1153
territorio unito all'arcidiocesi di Benevento (?)
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Limosano (in latino: Dioecesis Limosana[1]) è una diocesi soppressa e sede vescovile titolare della Chiesa cattolica.

StoriaModifica

Incerte e frammentarie sono le notizie sulla diocesi di Limosano, nota nel Medioevo con il nome di Musanum. Essa appare in ultima posizione tra le suffraganee dell'arcidiocesi di Benevento nel Liber Censuum della fine del XII secolo.[2]

Ughelli attribuisce a questa diocesi due vescovi, Gregorio, documentato nel 1110, e Ugone, menzionato nel 1152. Cattedrale era l'odierna chiesa di Santa Maria Maggiore.

Nel 1153 la sede non compare in un elenco di suffraganee dell'arcidiocesi di Benevento e pertanto si ritiene che fosse stata soppressa in quell'anno o nel precedente, in cui è menzionato l'ultimo vescovo noto; il territorio della diocesi fu unito all'arcidiocesi di Benevento.

Dal 2018 è annoverata tra le sedi vescovili titolari della Chiesa cattolica;[1] dal 3 maggio 2020 l'arcivescovo, titolo personale, titolare, è Henryk Mieczysław Jagodziński, nunzio apostolico in Ghana.

Cronotassi dei vescoviModifica

  • Gregorio, O.S.B. † (menzionato nel 1110)
  • Ugone † (menzionato nel 1152)

Cronotassi dei vescovi titolariModifica

  • Henryk Mieczysław Jagodziński, dal 3 maggio 2020

NoteModifica

  1. ^ a b La Diocesi di Limosano diventa sede titolare, in Il Quotidiano del Molise online, 5 febbraio 2018. URL consultato il 6 febbraio 2018.
  2. ^ Le Liber Censuum de l'Eglise romaine, a cura di Paul Fabre e Louis Duchesne, primo fascicolo, Parigi 1886, p. 39.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

(EN) Diocesi di Limosano, su GCatholic.org.

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi