Apri il menu principale
Megalopoli di Peloponneso
Sede vescovile titolare
Dioecesis Megalopolitana in Peloponneso
Patriarcato di Costantinopoli
Sede titolare di Megalopoli di Peloponneso
Mappa della diocesi civile di Macedonia (V secolo)
Vescovo titolare sede vacante
Istituita 1933
Stato Grecia
Diocesi soppressa di Megalopoli di Peloponneso
Suffraganea di Patrasso
Eretta ?
Soppressa ?
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Megalopoli di Peloponneso (in latino: Dioecesis Megalopolitana in Peloponneso) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

StoriaModifica

Megalopoli è un'antica sede vescovile del Peloponneso in Grecia, suffraganea dell'arcidiocesi di Patrasso nel patriarcato di Costantinopoli.

Lequien identifica la sede con quella di Cristianopoli, sede con la quale Megalopoli fu unita nella seconda metà dell'XI secolo. La diocesi non appare in nessuna Notitia Episcopatuum del patriarcato costantinopolitano nel primo millennio cristiano. Lequien attribuisce due vescovi a Megalopoli: Martirio, che avrebbe partecipato al concilio di Sardica; e Timoteo, che sottoscrisse nel 458 la lettera dei vescovi della Grecia all'imperatore Leone I dopo la morte di Proterio di Alessandria.

Oggi Megalopoli di Peloponneso è una sede vescovile titolare della Chiesa cattolica; la sede finora non è mai stata assegnata.

Cronotassi dei vescovi greciModifica

  • Martirio ? † (menzionato nel 344)
  • Timoteo † (menzionato nel 458)

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi