Apri il menu principale

Diocesi di Sergenza

Sergenza
Sede vescovile titolare
Dioecesis Sergentzensis
Patriarcato di Costantinopoli
Sede titolare di Sergenza
Mappa della diocesi civile di Tracia (V secolo)
Vescovo titolare sede vacante
Istituita 1933
Stato Turchia
Diocesi soppressa di Sergenza
Suffraganea di Eraclea
Eretta circa IX secolo
Soppressa ?
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Sergenza (in latino: Dioecesis Sergentzensis) è una sede soppressa del patriarcato di Costantinopoli e una sede titolare della Chiesa cattolica.

StoriaModifica

Sergenza, identificabile con Istranca[1] nell'odierna Turchia, è un'antica sede vescovile della provincia romana di Europa nella diocesi civile di Tracia. Faceva parte del patriarcato di Costantinopoli ed era suffraganea dell'arcidiocesi di Eraclea.

La sede è piuttosto tardiva, poiché compare per la prima volta nella Notitia Episcopatuum attribuita all'imperatore Leone VI e databile all'inizio del X secolo; in seguito è documentata nelle Notitiae patriarcali fino al XIV secolo.[2] Di questo periodo è noto un solo vescovo, Giovanni, che partecipò al concilio di Costantinopoli dell'879-880 dove venne riabilitato il patriarca Fozio di Costantinopoli.[3] All'epoca del patriarca Nicola III Grammatico (1084-1111), secondo un documento del XII secolo, il vescovato di Atira "ricevette quello di Sergenza", espressione che indicherebbe una probabile unione momentanea delle due diocesi.[4]

Di questa diocesi non si hanno più notizie fino alla seconda metà del XVI secolo quando, con il nome di Serention (Σερέντιον), è menzionata unita alla diocesi di Tyroloi. Il 9 dicembre 1840 la diocesi di Tyroloi e Serention fu elevata al rango di sede metropolitana; abolita nel giugno 1848, fu restaurata l'8 febbraio 1907. Sul finire della guerra greco-turca, nell'ottobre del 1922 i greco-ortodossi che abitavano la regione furono fatti evacuare verso la Grecia, prima dell'occupazione definitiva dell'esercito turco. Oggi non esistono più cristiani nell'area dell'antica sede metropolitana di Tyroloi e Serention.[5]

Dal 1933 Sergenza è annoverata tra le sedi vescovili titolari della Chiesa cattolica; il titolo non è più assegnato dal 24 marzo 1970.

CronotassiModifica

Vescovi greciModifica

  • Giovanni † (menzionato nell'879)
  • Anonimo † (circa 1084/1111)

Vescovi titolari latiniModifica

NoteModifica

  1. ^ Questo è il termine riportato dall'Annuario pontificio. Asdracha (La thrace orientale et la mer Noire) identifica l'antica Sergenza con Istrandja, a nord-ovest del lago di Derco. Kiminas (The ecumenical patriarchate) invece identifica Sergenza con Binkilic.
  2. ^ Darrouzès, Notitiae episcopatuum Ecclesiae Constantinopolitanae, indice p. 513, voce Sergentzè. Per la datazione delle Notitiae: Jean Darrouzès, L'édition des Notitiae episcopatuum, in « Revue des études byzantines », 40 (1982), p. 219.
  3. ^ Asdracha, La thrace orientale et la mer Noire, nº 397 (questa numerazione fa riferimento alla suddivisione dei paragrafi nell'edizione online).
  4. ^ Darrouzès, Notitiae episcopatuum Ecclesiae Constantinopolitanae, p. 127, nota 3. Asdracha, La thrace orientale et la mer Noire, nnº 120 e 128.
  5. ^ Kiminas, The ecumenical patriarchate…, pp. 64-65.
  6. ^ Vescovo ausiliare di Lafayette.
  7. ^ Già vescovo di Concepción en Paraguay.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi