Apri il menu principale

Dizionario dialettale della Calabria

Il Dizionario dialettale della Calabria è un dizionario dei dialetti calabresi scritto dal filologo tedesco Gerhard Rohlfs e pubblicato la prima volta nel 1932.

Sono state messe in commercio 5 ristampe, l'ultima è del 1996. Il dizionario, edito oggi dalla Longo Editore, è abbinato anche al Dizionario dei Cognomi e Soprannomi in Calabria e al Dizionario toponomastico ed Onomastico della Calabria.

Origine del dizionarioModifica

L'idea del Rohlfs di scrivere un vocabolario che trattasse l'intera regione Calabria nacque nel 1921, anno in cui iniziò le ricerche e gli studi. Per fare ciò si recò egli stesso in moltissimi centri abitati della regione, con lo scopo di avere un riscontro diretto con i testi e i dizionari precedentemente scritti. Prima di allora non vi era mai stato un dizionario che trattasse la lingua parlata nell'intera regione, ogni pubblicazione e ogni scritto si erano sempre limitati a trattare singole zone, singoli paesi o città, cosa in effetti non rara nemmeno per altre regioni.

Il filologo tedesco era particolarmente interessato alla Calabria per la sua enorme ricchezza lessicale, a lungo isolata e piena di molteplici influenze linguistiche quali l'arabo, francese, spagnolo, latino e il greco. Così durante il suo lungo viaggio, Gerhard Rohlfs visitò ben 330 paesi in tutta la regione.[1]

Un altro dizionario è il “Vocabolario Mammolese” (Editore Iriti, Reggio Cal. 2006), scritto da Remo Gargiulo, oltre ad una attenta ricerca sulle parole, viene descritto il significato in dialetto e poi tradotto in Italiano. Un'opera di valore e di alta qualità letteraria. Il dizionario è considerato da numerosi studiosi, uno dei dialetti Calabresi di grande interesse, perché frutto di tanti popoli che hanno abitato la cittadina fin dai tempi della Magna Grecia.

Struttura del DizionarioModifica

Il Nuovo Dizionario Dialettale della Calabria è suddiviso in varie parti:

  • Introduzione
  • La struttura linguistica della Calabria
  • Le fonti del lessico calabrese
  • L'evoluzione fonetica dei dialetti calabresi
  • La questione dell'origine (Etimologia)
  • Tavola delle sigle bibliografiche
  • Elenco delle abbreviazioni
  • Trascrizione fonetica
  • PARTE PRIMA Calabro-Italiano
  • SUPPLEMENTO (Aggiunte e correzioni)
  • PARTE SECONDA Repertorio Italiano-Calabro
  • Indice degli etimi
  • Indice generale

Dedica dell'autoreModifica

«A voi fieri calabresi
che accoglieste ospitali me straniero
nelle ricerche e indagini
infaticabilmente cooperando
alla raccolta di questi materiali
dedico questo libro che chiude nelle pagine
il tesoro di vita
del vostro nobile linguaggio»

(Gerhard Rohlfs, 1932)

NoteModifica

  1. ^ Rohlfs visitò 121 paesi in provincia di Cosenza, 135 in provincia di Catanzaro e 74 in provincia di Reggio Calabria. Le province di Crotone e provincia di Vibo Valentia non esistevano ancora.

Voci correlateModifica