Domenico Santoro (attore)

Domenico Santoro (Napoli, 1958) è un attore italiano, noto come attore bambino soprattutto per l'interpretazione del ruolo di "Lucignolo" ne Le avventure di Pinocchio di Luigi Comencini (1972).

BiografiaModifica

Il regista Luigi Comencini "scopre" il dodicenne Domenico Santoro in un'inchiesta sul lavoro minorile a Napoli: nel primo episodio del documentario I bambini e noi (1970).[1] Il ragazzino napoletano, orfano di padre e con dieci fratelli, lavorava in un'officina di riparazioni auto. Comencini rimase così colpito dalla sua personalità e spontaneità di fronte alla macchina da presa da invitarlo a ricoprire il ruolo di Lucignolo ne Le avventure di Pinocchio (1972). Richiedendosi per il film un accento toscano, Comencini lo fece doppiare da uno sconosciuto ragazzino di Livorno, scelto dal regista in fase di doppiaggio.[2]

Negli anni seguenti Santoro avrà altri due ruoli di rilievo, nei film Torino nera (regia di Carlo Lizzani, 1972) con Bud Spencer e Andrea Balestri, e Cuore (Romano Scavolini, 1973), dove è protagonista dell'episodio "L'infermiere di Tata". Per Santoro queste rimarranno le uniche esperienze di lavoro nel cinema. Nella vita fa l'autista.

FilmografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ Adriano Aprà, Breve ma veridica storia del documentario: Dal cinema del reale alla nonfiction, Edizioni Falsopiano, 2017, p.68.
  2. ^ Movie Catalog.

Collegamenti esterniModifica