Apri il menu principale

Don't Call It Love

film del 1923 diretto da William C. deMille
Don't Call It Love
Titolo originaleDon't Call It Love
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1923
Durata70 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1.33 : 1
film muto
Generecommedia, sentimentale
RegiaWilliam C. de Mille
SoggettoHubert Osborne (lavoro teatrale), Julian Street (romanzo)
SceneggiaturaClara Beranger
Casa di produzioneFamous Players-Lasky Corporation
FotografiaGuy Wilky
Interpreti e personaggi

Don't Call It Love è un film muto del 1923 diretto da William C. de Mille. La sceneggiatura di Clara Beranger si basa su Rita Coventry, commedia di Hubert Osborne tratta dal romanzo omonimo di Julian Street che era andata in scena al Bijou Theatre di Broadway il 19 febbraio 1923[1][2].

Indice

TramaModifica

Rita Coventry, affascinante femme fatale, seduce il giovane Richard Parrish che, per lei lascia la fidanzata Alice. Ma l'interesse di Rita per Richard viene presto a mancare e lei rivolge le sue attenzioni a Patrick Delaney, pianista di un certo talento. Richard, pentito, cerca di riallacciare il suo rapporto con Alice. Ma, su consiglio di un'amica, lei dapprima lo respinge. Alla fine, la giovane si riconcilierà con il fidanzato, accettando di diventare sua moglie.

ProduzioneModifica

Il film fu prodotto dalla Famous Players-Lasky Corporation.

DistribuzioneModifica

Il copyright del film, richiesto dalla Famous Players-Lasky Corp., fu registrato il 5 gennaio 1924 con il numero LP19801[2][3]. Distribuito dalla Paramount Pictures e presentato da Adolph Zukor, il film uscì nelle sale cinematografiche statunitensi il 6 gennaio 1924[2][4][3], presentato in prima a New York il 24 dicembre 1923[5].

Non si conoscono copie ancora esistenti della pellicola che viene considerata presumibilmente perduta[3][4].

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema