Donnchad Donn mac Flainn

Donnchad Donn o Donnchad mac Flainn (... – 944) fu re supremo d'Irlanda. Apparteneva al clan dei Cholmáin, ramo degli Uí Néill del sud. Figlio del re supremo Flann Sinna e di Gormlaith, figlia di Flann mac Conaing, non si sa quando nacque, ma si sa che era adulto nel 904 quando avrebbe sfidato suo padre a Kells. Secondo gli Annali dell'Ulster molti uomini di Donnchad furono decapitati da Flann che poi profanò il santuario di Kells per catturare Donnchad. Quest'ultimo si ribellò di nuovo al padre nel 915 con l'aiuto del fratello Conchobar, ma la rivolta fu stroncata dal marito della sorella Gormlaith, nonché erede del trono paterno, Niall Glúndub. Quando Flann morì nel 916, Niall Glúndub divenne re di Tara, Conchobar re di Mide. Niall e Conchobar furono uccisi in battaglia contro vichinghi e gaelico-norvegesi il 14 settembre 919 a Dublino. Donnchad salì allora sul trono di Mide e su quello supremo d'Irlanda e subito accecò il fratello Áed. Negli anni successivi eliminò il fratello Domnall e il nipote Máel Ruanaid, figlio di Conchobar.

Donnchad affrontò nella contea di Louth i vichinghi e i gaelico-norvegesi, massacrandone un grande numero. Molte furono le sue battaglie contro costoro. Alla sua morte nel 944 sul trono di Tara (cioè come re supremo) gli succedette Congalach Cnogba, membro dei Síl nÁedo Sláine, ramo degli Uí Néill. Il figlio Óengus divenne re di Mide.

BibliografiaModifica

  • Francis John Byrne, Irish Kings and High-Kings. Batsford, Londra, 1973
  • Charles Doherty, Donnchad Donn mac Flainn (d. 944), Oxford Dictionary of National Biography, ed. Oxford University Press, 2004