Apri il menu principale

Emmanuelle (romanzo)

romanzo scritto da Emmanuelle Arsan
Emmanuelle
Titolo originaleEmmanuelle Livre 1 - La Leçon d'homme
AutoreEmmanuelle Arsan
1ª ed. originale1967
Genereromanzo
SottogenereErotico
Lingua originalefrancese

Emmanuelle (Emmanuelle Livre 1 - La Leçon d'homme), è un romanzo francese di letteratura erotica firmato da Emmanuelle Arsan - ma forse, come risulterebbe da testimonianze[1], scritto dal marito diplomatico, Louis-Jacques Rollet-Andriane - pubblicato per la prima volta nel 1967.

Il libro è suddiviso in sei capitoli ed è preceduto da un'introduzione dello psicoanalista Aldo Carotenuto, dove si disquisisce sul nome thailandese della Arsan, quasi impronunciabile (almeno per gli europei), Marayat Kramsaseddinsh Virajjakkam, inoltre si accenna al fatto che questo romanzo sarebbe una sorta di autobiografia. Nell'introduzione vengono citati anche altre opere, tra cui Histoire d'O di Pauline Reage, Eros e Pathos dello stesso Carotenuto, Vita sessuale di Catherine M. di Catherine Millet. Vengono citati anche alcuni scrittori tra cui il marchese de Sade, Sigmund Freud ecc.

TramaModifica

Dall'aeroporto di Londra, Emmanuelle, si imbarca sull'aereo che la porterà a Bangkok. Durante il volo non si risparmia e concede le sue grazie a due sconosciuti viaggiatori. A Bangkok scende dall'aereo e si getta nelle braccia di Jean, suo marito da circa 6 mesi.

La Royal Bangkok Sports Club, piscina della città di Bangkok, vede riunite molte delle mogli di uomini francesi che lavorano in Thailandia. Ariane, moglie del consigliere dell'ambasciatore di Francia, ha ventisei anni e sta raccontando la sua ultima avventura, durata tre giorni, con il comandante e con alcuni altri uomini del Filibustiere, nave che era attraccata al locale porto. Insieme ad Ariane ed Emmanuelle c'è anche Marie-Anne che ha tredici anni.

Emmanuelle e Marie-Anne diventano subito amiche. Il giorno dopo Marie-Anne va a trovare la sua nuova amica, Emmanuelle, direttamente a casa sua. Le due donne si mettono in libertà ed Emmanuelle, sollecitata da Marie-Anne, narra come ha conosciuto suo marito e come è stata la sua prima volta. Al ritorno a casa di Jean, Emmanuelle si concede a lui e gli confessa che desidererebbe fare l'amore anche con Marie-Anne.

La mattina successiva Emmanuelle va in piscina per fare una nuotata e, casualmente, incontra Ariane. Dopo un primo momento, dove entrambe si sdraiano al sole, decidono di andare in un centro massaggi. Anche al centro massaggi Emmanuelle non ci mette molto a lasciarsi andare con la massaggiatrice. Alcuni giorni dopo Emmanuelle viene invitata ad una festa a casa di Marie-Anne e li conosce Bee e non ci vuole molto perché le due ragazze simpatizzano.

Il romanzo continua con altre avventure di Emmanuelle con le sue amiche, con il marito Jean ed anche con altri personaggi del romanzo.

PersonaggiModifica

  • Emmanuelle: protagonista
  • Jean: marito di Emmanuelle
  • Ariane: conoscente
  • Marie-Anne: amica di Emmanuelle
  • Christopher: amico di Jean
  • Bee: amica di Emmanuelle
  • Mario: amico di Emmanuelle

Il romanzoModifica

Moglie diciannovenne di un diplomatico francese, Emmanuelle si presenta come un'eroina sessualmente emancipata e culturalmente cosmopolita, in omaggio al classico binomio erotismo-esotismo. Nasce, non a caso, in un anno indefinito dei Sessanta e nel giro di poco tempo entra di prepotenza nell'immaginario collettivo contemporaneo come simbolo soft di quella liberalizzazione sessuale che all'epoca stava rivoluzionando i costumi della società occidentale. Anche se, a ben vedere, si tratta di un personaggio molto più conservatore di quel che può sembrare: la sua disinibizione, tanto naturale quanto educata dai maestri che via via incontra, si esprime infatti in ambienti rigorosamente neo-borghesi, con l'affettata disinvoltura che li contraddistingue, quasi a sancire la definitiva appropriazione da parte dei nuovi ricchi di privilegi che un tempo spettavano all'aristocrazia intellettuale e libertina.

La diffusioneModifica

La prima pubblicazione fu a Parigi, grazie all'editore Eric Losfeld intorno al 1965; furono stampate solo 500 copie, ma le critiche positive dei primi lettori convinsero Losfeld a effettuare una ristampa. Poi in libreria ebbe un gran successo di pubblico e alla Fiera del libro di Francoforte, destò l'interesse degli editori stranieri. In Italia comparve nel 1968 grazie alla "Forum" e venne tradotto da Goffredo Fofi.

Il libro di Emmanuelle Arsan è stato tradotto in dodici lingue diverse, raggiungendo i 19 milioni di copie vendute in tutto il mondo.

Edizioni ufficiali e seguiti apocrifiModifica

Versioni ufficiali
  • "Emmanuelle (La Lezione d'uomo)" (Emmanuelle Livre 1 - La Leçon d'homme) (1967)
  • "Emmanuelle l'antivergine" (Emmanuelle L'Anti-vierge) (1968)
  • "Emmanuelle 3 - Il terzo libro" (Emmanuelle à Rome) (1969)
  • "Emmanuelle Gold" / "Il ritorno di Emmanuelle" (Le retour d'Emmanuelle) (1970)
  • "I figli di Emmanuelle" (Les enfants d'Emmanuelle) (1975)
  • "Una notte di Emmanuelle" (Une nuit (Sainte louve)) (1983)
  • "Il sole di Emmanuelle" (Les soleils d'Emmanuelle) (1988)
Anthropos
  • Emmanuelle: il ritorno (1979)
  • Emmanuelle: il delirio dei sensi (1979)
Taurum

Tutti e tre i libri sono stati scritti con lo pseudonimo Fjona Han Hangeström. Hangeström ha scritto anche la quadrilogia di Fjona, sempre edita da Taurum.

  • Emmanuelle V - Menage a tre (1969)
  • Emmanuelle educatrice perversa (1970)
  • Requiem per Emmanuelle (Libro ultimo) (1971)
Pegaso/Colmen

I seguenti libri non sono stati scritti dalla Arsan.

  • Emmanuelle 4 - Il diario intimo (1970)
  • Emmanuelle 5 - Viaggio in Italia (1970)
  • Emmanuelle 6 - Roma - Napoli - Firenze (1970)
  • Emmanuelle 7 - Il diario intimo 2 (1970)
  • Emmanuelle 8 - Diario di Hollywood (1971)
  • Emmanuelle 9
Colmen

I seguenti libri non sono stati scritti dalla Arsan.

  • Emmanuelle dall'Italia con amore (1971)
  • Emmanuelle senza esclusione di colpi (1971)
  • Emmanuelle alla ricerca del piacere perduto (1972)
  • Emmanuelle dalla Svezia con ardore (1972)
  • Emmanuelle alla conquista di Minouche (1972)
I.P.C.

I seguenti libri non sono stati scritti dalla Arsan.

  • Emmanuelle n° 3 - L'antidroga (1972)
  • Emmanuelle tango all'italiana (1973)
Edizioni clandestine
  • Emmanuelle nella casa di Lesbo (1968)
  • Citofonate Emmanuelle vi aprirà (1970)
  • Da Parigi a Bangkok - Emmanuelle (1970)

Emmanuelle al cinemaModifica

L'inevitabile debutto cinematografico avvenne nel 1973: diretto da Just Jaeckin e interpretato da Sylvia Kristel, Emmanuelle fece registrare il più grande successo sexy di tutti i tempi (10 anni di programmazione ininterrotta in una sala di Parigi).

Se sulla carta stampata l'avventuriera francese aveva contribuito in modo determinante al rilancio della letteratura licenziosa, sul grande schermo legittimò come culturale un genere da sempre colpito a morte dalla censura.

Con l'uscita del film Gola profonda nel 1972, il sesso uscì allo scoperto e fu coniata la differenza tra cinema erotico e cinema pornografico. Emmanuelle fu ammesso nella prima categoria, ma indubbiamente diede un impulso fondamentale anche alla proliferazione e alla diffusione nei circuiti normali dei film a luce rossa.

Al primo, travolgente, campione d'incassi seguirono altri cinque originali, cioè tratti da idee della Arsan (tutti contrassegnati dalla doppia “m” nel titolo che costituisce un vero e proprio marchio di fabbrica).

Sylvia Kristel è stata la prima a vestire i panni della sexy-eroina creata dalla Arsan, e per il pubblico di affezionati è rimasta l'unica, vera inimitabile Emmanuelle. Le sue apparizioni cominciano a diradarsi dal quarto episodio della serie, dove con il pretesto di un'operazione chirurgica viene sostituita da Mia Nygren.

Il trionfo del primo film scatena negli anni settanta un'abbondante produzione apocrifa italiana, distinguibile per il mancato raddoppio della "m" del titolo. L'iniziatore della serie è Emanuelle nera di Adalberto Albertini, che lancia la fotomodella di origini indonesiane Laura Gemser.

Negli anni novanta il produttore Alain Siritzky acquista i diritti del personaggio e realizza una serie tv composta da sette film, diretti da Francis Leroi e interpretati dalla Kristel insieme a George Lazenby e a Marcela Walerstein (nella parte di Emmanuelle giovane).

In seguito Siritzky produce un'altra serie tv, con protagonista Krista Allen e di ambientazione futuristica: gli episodi riediti, daranno vita a otto film: il primo è Emmanuelle, Queen of Galaxy del 1994. Entrambe le serie sono state distribuite in Italia in VHS e DVD.

Nel 2000, Siritzky mette in cantiere una nuova serie Emmanuelle 2000, impersonata da Holly Sampson.

FilmografiaModifica

Film ufficialiModifica

Film per la TV franceseModifica

Film per l'home videoModifica

Film "apocrifi"Modifica

NoteModifica

  1. ^ O. G. Assonitis, in Al tropico del sesso, Nocturno dossier, n. 35, giugno 2005, pag. 57 (segue analoga testimonianza di Al Cliver); id., Beyond the Screen. Il cinema di Ovidio G. Assonitis, Nocturno dossier, n. 82, maggio 2009, pp. 46-51; id., dal documentario Emmanuelle Revealed (2007), incluso fra i “contenuti speciali” del dvd statunitense di Laure edito dalla Severin.

EdizioniModifica