Enrico IV, conte di Holstein-Rendsburg

aristocratico tedesco
Enrico IV
Conte di Holstein
Duca di Schleswig
Nascita 1397
Morte Flensburgo, 28 Maggio 1427
Luogo di sepoltura Itzehoe, chiesa di San Lorenzo
Dinastia Schaumburg
Padre Gerardo VI, Conte di Holstein-Rendsburg
Madre Caterina Elisabetta di Brunswick-Lüneburg

Enrico IV ,conte di Holstein-Rendsburg (139728 maggio 1427) fu conte di Holstein-Rendsburg e duca pretendente di Schleswig dal 1404 fino alla sua morte. Tuttavia, non ne fu infeudato e rimase così solo Pfandherr di gran parte del ducato di Schleswig.

BibliografiaModifica

Enrico era il figlio di Gerardo VI di Holstein e Caterina Elisabetta di Brunswick-Lüneburg dalla linea Holstein-Rendsburg della casa di Schauenburg. Suo padre, Gerardo VI, cadde in battaglia il 4 agosto 1404 durante un tentativo di conquistare il Dithmarschen. Enrico aveva sette anni all'epoca; sua madre assunse la sua tutela, mentre la reggenza fu presa dallo zio Enrico III.

Enrico III era in guerra con la Danimarca dal 1408 per il Ducato di Schleswig. Enrico III lo rivendicò come feudo ereditario; ma la regina danese Margherita I e più tardi Enrico VII, volevano il ducato per sé. Nel 1413 terminò la reggenza. Enrico IV, insieme ai suoi fratelli minori Adolfo VIII e Gerardo VII, continuò la guerra con la Danimarca. Nel 1417 fu concordato un cessate il fuoco, dopo la mediazione della città di Lubecca. Nel 1423 la guerra continuò.[1]

Il 28 giugno 1424 a Buda, l'imperatore Sigismondo si pronuncò a favore dei danesi;[2] tuttavia, ciò non pose fine alle ostilità.[3] Enrico IV fece appello a Papa Martino V per annullare la decisione dell'imperatore. Tuttavia, questo appello non ebbe successo. Nel 1426, le truppe danesi occuparono le aree intorno alle città di Schleswig e Flensburgo. Enrico IV cercò di ottenere il sostegno delle città anseatiche della Sassonia, dei Frisoni di Eiderstedt e persino dai Vitalienbrüder.[4]

Durante la guerra danese-Holstein-anseatica, Enrico IV cadde in battaglia il 28 maggio 1427, durante l'assedio di Flensburgo. Fu sepolto nella chiesa di San Lorenzo a Itzehoe.

EreditàModifica

Durante il governo di Enrico come duca di Schleswig, i rappresentanti delle Centene della Frisia settentrionali si riunirono il 17 giugno 1426 sull'isola di Föhr per registrare la legge della Frisia nella Siebenhardenbeliebung. Questa è la più antica formulazione conservata della legge frisona.

BibliografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ Gesellschaft für Flensburger Stadtgeschichte (eds.): Flensburg in Geschichte und Gegenwart,, Flensburg, 1972, p. 296.
  2. ^ Palle Lauring, Geschichte Dänemarks, Neumünster, Wachholtz, 1964, p. 101.
  3. ^ Max Pappenheim, Die Siebenhardenbeliebung vom 17. Juni 1426. Festschrift zur Fünfhundertjahrfeier, Flensburg, Verlag Kunstgewerbemuseum, 1926, p. 7.
  4. ^ Karl Jansen, 1880

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN80311540 · GND (DE135867819 · CERL cnp01146301