Enzo Salvatore Brusca

criminale italiano

Enzo Salvatore Brusca (San Giuseppe Jato, 29 ottobre 1968) è un mafioso e collaboratore di giustizia italiano.

BiografiaModifica

Figlio di Bernardo e fratello minore del boss Giovanni Brusca, partecipò alle fasi di preparazione della Strage di Capaci e fu uno dei carcerieri del piccolo Giuseppe Di Matteo. Accusato di 5 omicidi (tra cui quello dell'imprenditore Vincenzo Miceli e del giovane Cosimo Fabio Mazzola), venne arrestato il 20 maggio 1996 insieme al fratello Giovanni e condannato a 30 anni di reclusione. Dopo essere divenuto collaboratore di giustizia entra nel programma di protezione e nel 2003 esce dal carcere per scontare il resto della sua pena in detenzione domiciliare.[1]

NoteModifica

  1. ^ Giorgio Dell’Art, Enzo Salvatore Brusca, http://cinquantamila.corriere.it, 24 marzo 2014. URL consultato il 19 dicembre 2014.
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie