Episodi di Stranger Things (prima stagione)

lista di episodi della prima stagione

1leftarrow blue.svgVoce principale: Stranger Things.

La prima stagione della serie televisiva Stranger Things, composta da 8 episodi, è stata interamente pubblicata sul servizio di streaming on demand Netflix il 15 luglio 2016 in tutti i paesi in cui è disponibile.

Titolo originale Titolo italiano Pubblicazione USA Pubblicazione Italia
1 Chapter One: The Vanishing of Will Byers Capitolo primo: La scomparsa di Will Byers 15 luglio 2016 15 luglio 2016
2 Chapter Two: The Weirdo on Maple Street Capitolo due: La stramba di Maple Street
3 Chapter Three: Holly, Jolly Capitolo tre: Luci natalizie
4 Chapter Four: The Body Capitolo quattro: Il corpo
5 Chapter Five: The Flea and the Acrobat Capitolo cinque: La pulce e l'acrobata
6 Chapter Six: The Monster Capitolo sei: Il mostro
7 Chapter Seven: The Bathtub Capitolo sette: La vasca da bagno
8 Chapter Eight: The Upside Down Capitolo otto: Il sottosopra

Capitolo primo: La scomparsa di Will ByersModifica

TramaModifica

La sera del 6 novembre 1983 in un laboratorio uno scienziato cerca di fuggire da una misteriosa creatura. Intanto Mike, Will, Lucas e Dustin, quattro ragazzini, finiscono di giocare a un gioco. Mike, che si trova a casa sua, va a letto e gli altri tornano a casa in bicicletta. Will lungo la strada vede uno strano essere che lo insegue, scappa attraverso il bosco fino a casa e dopo aver cercato di chiamare qualcuno viene raggiunto dalla creatura che lo fa scomparire improvvisamente nel nulla. Nel laboratorio viene sigillata l'area dell'incidente e gli agenti si mettono alla ricerca di una ragazzina chiamata "Undici" che nel frattempo si è rifugiata in un pub in cui un uomo la accoglie pensando sia stata rapita o vittima di abusi e quindi avverte i servizi sociali. Nel frattempo la madre di Will si preoccupa e chiama la polizia che si mette alla ricerca del ragazzo seguendo le sue ultime tracce. La stessa sera la madre di Will riceve una telefonata in cui sente il figlio singhiozzare e altri versi strani. L'uomo che ha ospitato "undici" viene raggiunto dagli agenti del laboratorio che lo uccidono per catturare Undici. La ragazza riesce a fuggire e si imbatte in Mike, Lucas e Dustin, anche loro alla ricerca dell'amico.

Capitolo due: La stramba di Maple StreetModifica

TramaModifica

Mike porta la ragazza a casa e decide di nasconderla ai genitori fino al giorno seguente per non svelare di essere uscito di casa di nascosto e finire in punizione. Il giorno dopo però Undici chiede a Mike di continuare a tenerla nascosta, memore di quanto accaduto a Benny Hammond. Quando Lucas e Dustin dopo scuola sopraggiungono vogliono rivolgersi ai genitori, ma Undici lo impedisce mostrando poteri psicocinetici. Undici riconosce Will in una foto e, sotto le pressanti domande dei tre ragazzi, cerca di spiegare con l'uso della tavola da gioco di Dungeons & Dragons come Will si trovi nascosto nella parte opposta della tavola e sia minacciato da un'imprecisata figura rappresentata con la miniatura del mostro Demogorgone. Intanto il capo della polizia della città Hopper continua le sue indagini e trova il cadavere di Benny Hammond, apparentemente suicidatosi, convincendosi però che il ragazzino trovato il giorno prima dall'uomo sia in realtà Will. Più tardi nel bosco trova un pezzo della veste che indossava Undici dopo la fuga e seguendo le tracce a ritroso giunge all'ingresso del laboratorio. Joyce riceve una nuova telefonata da Will dove sente anche la sua voce, dopodiché la casa sembra colpita da numerosi fenomeni paranormali che accendono e spengono luci e apparecchi. Nel frattempo Nancy, la sorella maggiore di Mike, è a una festa a casa del fidanzato Steve con l'amica Barbara; quando quest'ultima viene lasciata in disparte dagli altri, si siede malinconica a bordo piscina e scompare nel nulla. Non lontano Jonathan, inizialmente intento a cercare il fratello Will nei boschi, nota il raduno a casa di Steve e scatta alcune foto ai presenti.

Capitolo tre: Luci natalizieModifica

TramaModifica

Barbara si risveglia dentro la piscina sul bordo della quale era seduta, vuota e in stato di decadenza, in una realtà differente, più oscura, ricoperta da tetre ramificazioni. Lì viene brutalmente aggredita da una misteriosa creatura. Il giorno seguente Hopper si reca presso il laboratorio dove gli vengono anche mostrate le presunte registrazioni delle telecamere presenti all'esterno della struttura e si rende conto che sono false perché mostrano una notte serena invece della notte di pioggia in cui è scomparso Will. Si reca quindi alla biblioteca e cerca informazioni sul laboratorio, scoprendo che in passato una donna aveva accusato Brenner di aver rapito sua figlia alla nascita. A scuola, Steve e i suoi amici scoprono le foto scattate da Jonathan e rompono la sua macchina fotografica; Nancy, scoprendo da una foto che Barbara si era trattenuta alla piscina, la cerca presso casa di Steve, ma viene spaventata da una figura e corre a casa dalla madre per dirle che l'amica è scomparsa. Joyce si convince di poter comunicare con il figlio con l'uso delle luci nella propria casa. Con l'ausilio di molte luci natalizie riesce effettivamente a stabilire un contatto: Will afferma di essere in pericolo, dicendo poi alla madre di scappare mentre una creatura nera mostruosa esce dalle pareti domestiche. A casa di Mike Undici è tormentata dai ricordi degli esperimenti a cui veniva sottoposta nel laboratorio dal dottor Brenner, da lei chiamato "papà", che metteva alla prova le sue doti psicocinetiche monitorando le sue attività cerebrali mediante elettroencefalografia. La ragazza conduce poi i ragazzi nel luogo in cui si troverebbe Will: nei pressi della sua abitazione. I ragazzi sono increduli e, seguendo le macchine della polizia di passaggio, osservano il ritrovamento del corpo di Will. Mike, sentendosi preso in giro, accusa Undici di aver mentito per tutto il tempo.

Capitolo quattro: Il corpoModifica

TramaModifica

Joyce dice a Hopper di quanto accaduto e del mostro uscito dal muro, ma non viene creduta. A casa di Mike Undici riesce a convincerlo di non avere mentito mettendolo in contatto con Will mediante un walkie-talkie. Dopo averne discusso con gli altri amici, il gruppo camuffa Undici per portarla a scuola e accedere ad un potente apparecchio da radioamatore lì presente, tramite il quale riescono a sentire Will che parla con la madre presso la sua abitazione, dicendole di trovarsi in un posto freddo e oscuro e di essere spaventato. Nancy, dopo aver notato una sagoma nella foto scattata da Jonathan a Barbara prima che questa scomparisse, si reca da lui per farsi schiarire e ingrandire la foto: nella foto ingrandita Nancy riesce a distinguere la figura vista presso la casa di Steve e la descrizione combacia con la figura emersa dal muro e descritta da Joyce. Hopper intanto scopre che il governo si è occupato dell'autopsia di Will e quando interroga la persona che ha trovato il corpo, scopre che qualcuno l'ha indirizzato a ritrovare il corpo. Fattosi strada nell'obitorio con la forza, scopre che il corpo ritrovato è in realtà un manichino. Ormai certo del coinvolgimento del laboratorio di Hawkins, entra di soppiatto aprendo la recinzione con delle tenaglie.

Capitolo cinque: La pulce e l'acrobataModifica

TramaModifica

I ragazzi teorizzano che Will si trovi in un piano di esistenza parallelo e sovrapposto al mondo materiale che chiamano "Sottosopra". Dopo il funerale di Will chiedono informazioni sulle dimensioni parallele al signor Clarke, il loro insegnante, Dustin più tardi si accorge che la bussola non punta verso nord e ipotizza che il portale verso il "Sottosopra" influisca sul campo magnetico come spiegato dall'insegnante. I tre ragazzi seguono la bussola per cercare Will, mentre Undici ricorda degli esperimenti a cui fu forzata e di come, dopo essere stata messa in una vasca di deprivazione sensoriale per raggiungere con il pensiero una spia nemica, si sia imbattuta nella realtà parallela e nella creatura che vive in essa. Spaventata, usa i suoi poteri per disturbare la bussola e farli girare in tondo. Quando Lucas se ne accorge l'accusa di essere una traditrice e Mike per difenderla si azzuffa con lui. Undici con i suoi poteri stordisce Lucas che, quando si riprende, si allontana furibondo; Mike e Dustin si accorgono che anche Undici nel frattempo è fuggita. Hopper nel frattempo si è intrufolato nel laboratorio riuscendo a raggiungere il portale prima di essere sedato. Risvegliatosi presso la sua casa, in cui trova una microspia nascosta, si reca da Joyce raccontandole che il corpo di Will è un falso. Intanto Nancy e Jonathan decidono di mettersi sulle tracce della creatura vista nella foto cercandola nei pressi dell'abitazione di Steve per ucciderla. Persisi di vista un attimo, Nancy trova una fessura alla base di un albero ed entra, ritrovandosi nell'altra dimensione e imbattendosi in una creatura mostruosa.

Capitolo sei: Il mostroModifica

TramaModifica

Nancy fugge terrorizzata dal mostro e oltrepassa di nuovo il portale che si chiude alle sue spalle; scossa dall'accaduto, chiede a Jonathan di dormire con lei. Steve, arrivato sul posto per far visita alla sua ragazza, vede i due insieme e presume stiano vivendo un momento d'intimità. Il giorno dopo Nancy e Jonathan acquistano trappole e munizioni per fronteggiare la creatura, ma scoprono che Steve e i suoi amici stanno riempiendo la città con scritte ingiuriose verso Nancy. Jonathan si azzuffa con Steve per quanto successo e viene arrestato dalla polizia. Intanto dalla descrizione di Hopper Joyce capisce che la stanza vista dall'uomo nel laboratorio non può essere di Will e il poliziotto si rende conto di avere seguito le tracce di qualcun altro. I due rintracciano Terry Ives, la donna che aveva accusato il dottor Brenner di aver rapito la figlia Jane: la donna è in stato quasi catatonico e la sorella racconta che si era proposta come cavia nel progetto MKULTRA mentre era incinta. Secondo la ricostruzione ufficiale dei fatti Terry non aveva mai partorito, ma la donna afferma che sua figlia è nata e ha poteri soprannaturali, proprio come Undici. Mike nel frattempo cerca di riappacificarsi con Lucas, ma quest'ultimo rifiuta di cercare Undici ei decide di cercare il varco e Will da solo, seguendo le indicazioni della sua bussola fino a raggiungere il laboratorio Hawkins. Mike e Dustin cercano invece Undici, ma durante la ricerca si imbattono nei bulli della scuola e vengono salvati da Undici che scaccia i bulli con i suoi poteri. La ragazza confessa a Mike di aver aperto lei il varco da cui è uscita la creatura: infatti quando l'aveva incontrata durante gli esperimenti, Brenner l'aveva costretta ad addentrarsi nell'altra dimensione e cercare un contatto con essa. Mentre tornano a casa, gli agenti del laboratorio li individuano e si muovono in massa verso di loro.

Capitolo sette: La vasca da bagnoModifica

TramaModifica

 
Alcuni dei protagonisti in una scena dell'episodio

Lucas avverte gli amici dell'arrivo degli agenti via walkie-talkie. Mike, Dustin e Undici fuggono e, ricongiunti all'amico, riescono a seminare gli inseguitori grazie ai poteri di Undici. Intanto Hopper e Joyce, avvertiti dell'arresto di Jonathan, lo raggiungono in caserma; Hopper riceve la denuncia della madre di Troy, il bullo a cui Undici ha rotto il braccio, e riconosce nella descrizione la bambina che potrebbe essere Jane scoprendo che è con Mike e gli altri. Usando il walkie-talkie di Will, Hopper, Joyce, Jonathan e Nancy contattano i ragazzi e li raggiunge in tempo per salvarli da tre accoliti del dottor Brenner. Si riuniscono tutti a casa dei Byers per fare il punto della situazione e condividere quanto scoperto. Su suggerimento di Undici costruiscono una vasca di deprivazione sensoriale artigianale per permetterle di localizzare Barbara e Will. Undici trova così il cadavere di Barbara e poi Will, nascosto nell'altra dimensione in corrispondenza del suo fortino giocattolo vicino alla sua abitazione. Hopper e Joyce tentano di intrufolarsi nel laboratorio per andare nell'altra dimensione, ma vengono catturati dalle guardie. Nel frattempo Jonathan e Nancy, disobbedendo agli ordini degli adulti, recuperano alla stazione di polizia le trappole e le munizioni, decisi ad attirare ed uccidere il mostro.

Capitolo otto: Il sottosopraModifica

TramaModifica

Hopper si accorda con Brenner: l'accesso al portale per il "sottosopra" in cambio della posizione di Undici. Nel frattempo Jonathan e Nancy in casa Byers tendono una trappola al mostro, attirandolo col loro sangue. Steve li raggiunge pentito e intenzionato a riappacificarsi con entrambi proprio pochi minuti prima dell'apparizione del mostro. Grazie anche all'aiuto di Steve, riescono a spingerlo in una trappola per orsi e dargli fuoco, ma la creatura sparisce. Hopper e Joyce raggiungono casa di lei nell'altra dimensione e trovano le tracce del mostro ferito: seguendole arrivano alla sua tana e lì trovano Will intrappolato, riuscendo a rianimarlo. Intanto Brenner e i suoi agenti raggiungono Mike e gli altri; Undici ne uccide alcuni che li braccano e il loro sangue attira il mostro che uccide numerosi agenti e il dottor Brenner. Quando raggiunge i ragazzi, Undici usa i suoi poteri per disintegrare la creatura, scomparendo con essa. Will viene portato in ospedale e al suo risveglio gli amici sono felici di raccontargli quanto sia accaduto. Hopper lasciando l'ospedale viene avvicinato da alcuni misteriosi agenti. Un mese dopo, in prossimità del Natale, i quattro amici hanno ripreso la loro vita e a giocare a Dungeons & Dragons. Nancy e Steve sono ritornati insieme e lei regala una nuova macchina fotografica a Jonathan per sostituire quella rottagli dal fidanzato. Hopper, dopo aver partecipato ad una festa natalizia con i colleghi, lascia del cibo nel bosco all'interno di una cassetta in cui ripone anche delle gaufre, alimento particolarmente apprezzato da Undici. Tornato a casa Will vomita in bagno quella che sembra una sorta di lumaca, ritrovandosi per qualche istante nel "sottosopra". Il ragazzo tiene tuttavia l'accaduto per sé, ricongiungendosi in apparente armonia con i familiari.

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione