Erice Nero d'Avola

vino DOC siciliano
Erice Calabrese o Nero d’Avola
Dettagli
StatoItalia Italia
Resa (uva/ettaro)11,0 t
Resa massima dell'uva70,0%
Titolo alcolometrico
naturale dell'uva
12,5%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
12,5%
Estratto secco
netto minimo
25,0 g/l
Riconoscimento
TipoDOC
Istituito con
decreto del
20/10/04 e 20/05/11  
Gazzetta Ufficiale del04/11/04 n 253
15/06/11 n 137
Vitigni con cui è consentito produrlo
[senza fonte]

L’Erice Calabrese o Erice Nero d'Avola è un vino DOC prodotto nell'area collinare circostante il territorio dell'agro ericino, i cui vigneti sono situati tra i 200 e i 650 metri d'altitudine, in parte dei comuni di Buseto Palizzolo, Erice, Valderice, Custonaci, Castellammare del Golfo, Trapani. Tutti in provincia di Trapani.

Vitigni con cui è consentito produrloModifica

  • Calabrese o Nero d'Avola minimo 85%
  • altri vitigni a bacca nera, idonei alla coltivazione della Regione Siciliana, fino ad un massimo del 15%.[1]

Calabrese e Nero d'Avola sono sinonimi.

Tecniche di produzioneModifica

Il vino Erice rosso riserva deve essere sottoposto ad un periodo minimo di invecchiamento di due anni (a decorrere dal 10Novembre dell'anno di produzione delle uve).

Caratteristiche organoletticheModifica

  • colore: rosso rubino intenso;
  • profumo: delicato, caratteristico;
  • sapore: asciutto, pieno, moderatamente tannico;

Cenni storiciModifica

Abbinamenti consigliatiModifica

ProduzioneModifica

Provincia, stagione, volume in ettolitri

  • nessun dato disponibile

NoteModifica

  1. ^ Erice Doc - Disciplinare di produzione, su stradedeivini.it. URL consultato il 17 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2016).

Voci correlateModifica