Apri il menu principale

Euphonia chrysopasta

specie di uccello

EtimologiaModifica

Il nome scientifico della specie, chrysopasta, deriva dal greco χρυσοπαστος (khrysopastos/khrusopastos), a sua volta frutto dell'unione delle parole χρυσος (khrysos/khrusos, "oro") e πασσω (passō, "cospargere"), col significato di "cosparso d'oro", in riferimento alla livrea dei maschi: anche il nome comune è un riferimento alla colorazione.

DescrizioneModifica

 
Maschio impagliato.
 
Femmina impagliata.

DimensioniModifica

Misura 9–10 cm di lunghezza, per 11-16,2 g di peso[3].

AspettoModifica

Si tratta di un uccelletto dall'aspetto robusto, munito di testa arrotondata, becco largo e conico dalle punte lievemente ricurve e dai margini taglienti, ali appuntite e coda squadrata.

Il piumaggio è piuttosto sobrio, se comparato ad altre specie di eufonia: esso si presenta infatti di colore bruno-verdastro in tutta l'area dorsale (vertice, nuca, dorso, ali), più scuro su remiganti e coda, dove diviene nerastro, mentre faccia, petto, ventre e fianchi tendono al color ocra, con la presenza di una vistosa macchia grigio-biancastra che copre gli orli della bocca, i lati del becco fino agli occhi e il mento.
Il dimorfismo sessuale è presente ma non accentuatissimo: nelle femmine la livrea è nel complesso meno brillante (specialmente per quanto riguarda il giallo dell'area ventrale), con assenza della macchia biancastra facciale e presenza di aree grigiastre su fianchi e ventre. In ambedue i sessi il becco e le zampe sono di colore nerastro, mentre gli occhi sono di colore bruno scuro.

BiologiaModifica

 
Femmina canta a Novo Mundo.

Si tratta di uccelli essenzialmente diurni, che vivono principalmente in coppie, ma che possono essere osservati anche in gruppetti familiari di 4-6 individui: essi passano la maggior parte della giornata alla ricerca di cibo fra gli alberi, tenendosi in contatto fra loro mediante richiami fischiati.

AlimentazioneModifica

Le eufonie ventredorato sono uccelli frugivori, la cui dieta si compone di bacche e piccoli frutti, comprendendo tuttavia anche semi ed insetti.

RiproduzioneModifica

Si tratta di uccelli monogami: in natura, si registra un picco delle nidificazioni fra agosto e settembre[3].

Il nido, di forma globosa, viene costruito da ambedue i sessi: esso presenta una parte esterna di rametti e fibre vegetali intrecciate ed una camera di cova interna foderata di piumino e materiale vegetale morbido.
La femmina depone 2-5 uova, che provvede a covare da sola per circa due settimane, mentre il maschio la imbecca e tiene di guardia i dintorni: i pulli, ciechi ed implumi alla schiusa, accuditi da ambedue i genitori s'involano attorno alla terza settimana di vita, rimanendo ancora presso il nido per una decina di giorni prima di allontanarsene in maniera definitiva.

Distribuzione e habitatModifica

 
Esemplare in Ecuador.

L'eufonia ventredorato è diffusa in gran parte del nord dell'America meridionale, con un areale che comprende gran parte del bacino del Rio delle Amazzoni andando dalla riva meridionale dell'Orinoco alla Guyana francese ed a sud fino al versante orientale delle Ande boliviane e al Tocantins.

L'habitat di elezione di questi uccelli è rappresentato dalla canopia della foresta di várzea: in generale, questa specie colonizza un po' tutte le aree alberate non eccessivamente fitte, come le zone di foresta secondaria e il limitare di quelle di foresta primaria, le paludi e i campi di taglio.

TassonomiaModifica

 
maschio impagliato della sottospecie nitida.

Se ne riconoscono due sottospecie[2]:

NoteModifica

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Euphonia chrysopasta, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Fringillidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 21 ottobre 2017.
  3. ^ a b (EN) White-lored Euphonia (Euphonia chrysopasta), su Handbook of the Birds of the World. URL consultato il 21 ottobre 2017.

Altri progettiModifica

  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli