Apri il menu principale

Fabio Zavattaro

giornalista italiano

Fabio Zavattaro (Roma, 2 novembre 1952) è un giornalista italiano.

CarrieraModifica

Dal 1979, ha iniziato a collaborare con il quotidiano Avvenire occupandosi inizialmente di cronaca e politica estera e quindi, dal 1983, dedicandosi all'informazione vaticana. È rimasto ad Avvenire fino al 1991, raggiungendo la nomina di vicecaporedattore della redazione romana del quotidiano. Successivamente, è stato assunto in Rai, iniziando dalla radio, al GR2. Passa al Tg1 nel 1995, continuando ad occuparsi dell'informazione relativa alla Santa Sede. Quale inviato di Avvenire prima, e della Rai successivamente, ha seguito dal 1983 i viaggi del Papa, in Italia e all'estero, diventando uno dei vaticanisti italiani più accreditati.[senza fonte]È stato il giornalista italiano più a contatto con la Santa Sede durante il periodo dell'agonia e della morte di Papa Giovanni Paolo II, così come per il conclave successivo,[senza fonte] che nel 2005 ha visto l'elezione al soglio di Pietro del Cardinale Joseph Ratzinger, che ha assunto il nome di Benedetto XVI.

Dal giugno 2018 è direttore scientifico della Scuola di giornalismo dell'Università LUMSA a Roma[1].

DocumentariModifica

È autore e regista di molti documentari, tra i quali:

SaggiModifica

  • "I santi e Karol. Il nuovo volto della santità", Edizioni Ancora, 2004.
  • "Savino Pezzotta. I cattolici e la politica", Edizioni La Scuola, 2007.
Controllo di autoritàVIAF (EN24001542 · ISNI (EN0000 0001 1608 4999 · SBN IT\ICCU\MILV\126086 · LCCN (ENn2005003476 · GND (DE131781987
  1. ^ Master in Giornalismo 2018-2020: Fabio Zavattaro è il nuovo Direttore scientifico, in Università di Roma LUMSA. URL consultato il 21 giugno 2018.