Fabrizio Failla

giornalista e telecronista sportivo italiano

Fabrizio Failla (Firenze, 8 maggio 1961) è un giornalista e telecronista sportivo italiano.

Biografia modifica

Originario di Firenze, la sua famiglia si era trasferita poi a Nocera Inferiore quando lui era molto piccolo. Si è laureato in Giurisprudenza presso l'Università di Salerno.

Giornalista professionista dal 1990, è attualmente membro della redazione di Rai Sport. È stato tra gli inviati di 90º minuto sui campi di Serie A e B; inoltre ha svolto con frequenza l'inviato a bordo campo in occasione di varie dirette calcistiche della Rai.

In occasione delle gare della Nazionale italiana di calcio, ha condotto dallo studio nello stadio l'introduzione al match e gestito i commenti tra i due tempi ed alla fine delle partite, coordinando i vari inviati negli spogliatoi.

È stato telecronista delle partite di pallanuoto per Rai Sport.

Nel 2018 gli è stata conferita la cittadinanza di Nocera Inferiore.[1]

Sempre nel 2018 si è proposto, a titolo gratuito, come ambasciatore della Nocerina, squadra a cui è particolarmente legato.[2]

Curiosità modifica

  • Nel periodo universitario, prima cioè di diventare giornalista, è stato uno dei campioni del quiz Il sistemone.
  • Nel 2005, al termine di una partita della Roma, è stato apostrofato in malo modo da parte di Francesco Totti e di Bruno Conti, suscitando la reazione dei sindacati dei giornalisti[3] e la querela da parte dello stesso Failla. Nel luglio 2007 gli stessi Totti e Conti sono stati assolti dall'accusa di diffamazione.[4]

Note modifica

  1. ^ Cittadinanza onoraria per il giornalista Fabrizio Failla, telenuova.tv, 30 Novembre 2013.
  2. ^ Failla: “In società serve una sola figura importante. Disponibile ad aiutare la Nocerina”, nocerinalive.it, 14 Febbraio 2018. URL consultato il 15 febbraio 2018 (archiviato dall'url originale il 15 febbraio 2018).
  3. ^ Il giornalista Rai Fabrizio Failla insultato dal capitano della Roma, Francesco Totti. La protesta di Fnsi, Asr, Usigrai e Ussi, su giornalismoitalia.it. URL consultato il 13 settembre 2021 (archiviato dall'url originale il 3 agosto 2012).
  4. ^ Calcio & media/ "Sei un cazzaro", Totti assolto, Affaritaliani.it, 25 luglio 2007. URL consultato il 13 settembre 2021 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2013).

Collegamenti esterni modifica