Fausto Longo

politico italiano

Fausto Guilherme Longo (Amparo, 22 luglio 1952) è un politico italiano.

Fausto Guilherme Longo

Deputato della Repubblica Italiana
Durata mandato23 marzo 2018 –
12 ottobre 2022
LegislaturaXVIII
Gruppo
parlamentare
Gruppo misto
CircoscrizioneESTERO B (America Meridionale)
Sito istituzionale

Senatore della Repubblica Italiana
Durata mandato15 marzo 2013 –
22 marzo 2018
LegislaturaXVII
Gruppo
parlamentare
Per le Autonomie
CircoscrizioneESTERO B (America Meridionale)

Dati generali
Partito politicoItalia
Partito Socialista Italiano
Brasile
Movimento Democratico Brasiliano
ProfessioneArchitetto

Biografia modifica

Nato in Brasile nello stato di San Paolo da una famiglia di immigrati italiani originari nei dintorni di Padova, di professione architetto e urbanista, è membro del Partito Socialista Italiano.

Lavora come gestore della Ação Regional nella Fiesp – Federação das Indústrias do Estado de São Paulo, dove è anche presidente della Associação dos Funcionários. È stato assessore al Turismo di Piracicaba, delegato di Embratur per la Região Sul e presidente del Conselho do Instituto Paulista de Viniviticultura.

Candidato alle amministrative nel 1982 per il PMDB a Piracicaba.

Alle elezioni politiche del 2008 si candida per il PSI alla Camera dei deputati in America meridionale e ottiene 1 377 preferenze, non risultando eletto.[1]

Elezione a senatore modifica

Nelle successive elezioni del 2013, grazie a un accordo è inserito invece nelle liste del Partito Democratico per il Senato e, ottenendo 29 077 preferenze, risulta eletto. Aderisce al gruppo misto, tra i non iscritti.

Elezione a deputato modifica

Nelle elezioni del 2018 è sempre inserito nelle liste del Partito Democratico per la Camera dei deputati in quota Psi, risultando eletto. Aderisce subito al gruppo misto, di cui ricopre la carica di tesoriere.

Ha annunciato di votare "no" nel referendum del settembre 2020 sul taglio dei parlamentari perché "non si tratta di una riforma seria"[2][3]

Controversie modifica

Il 17 agosto 2018 il direttore del TG LA7 Enrico Mentana denuncia sulla sua pagina Facebook come Longo, sebbene già membro della Camera dei Deputati italiana, sia candidato per la Camera dei Deputati brasiliana, in occasione delle elezioni generali brasiliane del 2018, con il Movimento Democratico Brasiliano. Longo replica il giorno successivo con un comunicato, nel quale annuncia che, in caso di elezione al parlamento brasiliano, si dimetterà da quello italiano.[4] A ottobre viene raggiunto a Piracicaba dal giornalista del programma Le Iene Cizco ma non risponde alle domande insistenti.[5] Avendo ottenuto 9.042 voti, arriva 278º e quindi non risulta eletto dato che solo i primi 70 vengono eletti nel parlamento federale. Resta quindi a Montecitorio.[5]

Note modifica

  1. ^ Archivio Storico delle Elezioni - Camera del 13/04/2008 - Area CIRCOSCRIZIONE ESTERO - Ripartizione AMERICA MERIDIONALE - Partito Socialista Italiano, su elezionistorico.interno.gov.it, Ministero dell'Interno. URL consultato il 1º aprile 2013.
  2. ^ Fausto Longo: "Non è una riforma seria, inutile ridurre il numero dei parlamentari, su avantionline.it, 19 maggio 2019. URL consultato il 12 settembre 2020.
  3. ^ Referendum, Longo: "Voto no, un danno alla rappresentanza, su askanews.it, 4 settembre 2020. URL consultato il 12 settembre 2020.
  4. ^ Elezioni Brasile, la precisazione di Fausto Guilherme Longo, su affaritaliani.it, 19 agosto 2018. URL consultato il 16 novembre 2020.
  5. ^ a b Nessun posto da deputato nel Parlamento brasiliano, Fausto Longo resterà a Montecitorio, su iene.mediaset.it, 10 ottobre 2018. URL consultato il 16 novembre 2020.

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica