Filippo Tornielli

Filippo Tornielli
MorteNovara, 1556
Dati militari
Paese servito
UnitàCavalleria
Anni di servizio1512-1556
Gradogenerale
voci di militari presenti su Wikipedia

Filippo Tornielli (... – Novara, 1556) è stato un condottiero italiano, marchese di Caravaggio, conte di Melzo, signore di Torricella, di Rosate, di Galliate, di Treviglio e di Vailate, nobile di Novara.

BiografiaModifica

Era figlio di Manfredo Tornielli, signore di Briona.[1]

Uomo d'armi, fu nel 1522 al servizio dello Stato Pontificio nella difesa della città di Novara contro i francesi.[2] Nel 1523 fu al servizio del duca di Milano Francesco II Sforza nella difesa della città. Alla fine del 1525 passò sotto il Sacro Romano Impero dell'imperatore Carlo V. Per i suoi servizi a favore dell'Impero, nel 1527 ottenne i feudi di Galliate, Treviglio, Caravaggio, Vailate e Vergano, una rendita di 800 scudi d'oro da Carlo V e la contea di Biandrate.[3] Nel 1542 combatté contro i Turchi in Ungheria per conto di Ferdinando I d'Asburgo. Nel 1555 ricoprì l'incarico di governatore di Novara.

Conclusa la carriera militare Filippo si ritirò nel castello di Briona, che aveva provveduto a rafforzare con la costruzione dei torrioni.

Morì nel 1556.

DiscendenzaModifica

Filippo sposò in prime nozze Antonia Gonzaga (1493-1540),[4] figlia di Gianfrancesco Gonzaga (1446-1496), conte di Sabbioneta, e vedova di Alfonso Visconti di Saliceto, dalla quale ebbe due figli:

  • Manfredo (?-1583), uomo d'armi al servizio degli spagnoli, succedette al padre dopo la sua morte[5]
  • Livia (?-1553), poetessa, sposò Filippo Dionigi Borromeo, conte di Arona

Sposò in seconde nozze Costanza Bentivoglio e in terze nozze nel 1542 Isabella Boschetti[6] (1500-1560), che fu l'amante del duca di Mantova Federico II Gonzaga.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica