Apri il menu principale
Flavio Rodeghiero

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XII, XIII, XIV
Gruppo
parlamentare
Lega Nord (XII)
Lega Nord Padania (XIII)
Lega Nord Federazione Padana (XIV)
Circoscrizione Veneto 1
Collegio 19 - Cittadella
Incarichi parlamentari
  • Componente I Commissione (Affari Costituzionali) e III (Affari Esteri) dal 1994 al 1996
  • Membro Supplente Assemblee Consiglio d'Europa e dell'Unione Europea Occidentale dal 1994 al 1996
  • Segretario della Delegazione parlamentare italiana all'Assemblea dell'Unione dell'Europa Occidentale e Vice-Presidente Commissione Relazioni Parlamentari e Pubbliche dal 6 novembre 1996 al 29 maggio 2001
  • Membro Assemblea Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE) dal 1996 al 1998
  • Membro Assemblea del Consiglio d'Europa dal 1996 al 2001
  • Componente della VII Commissione (Cultura, scienza e istruzione) dal 1996 al 2006
  • Componente della XIV Commissione (Politiche dell'Unione Europea) dal 1996 al 2006
  • Membro Comitato Vigilanza Attività di Documentazione dal 1996 al 2001
  • Membro Assemblea Unione Interparlamentare (IPU) dal 2001 al 2006
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Lega Nord
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza, Scienze Politiche e Teologia
Professione Docente, saggista, giornalista

Flavio Rodeghiero (Foza, 2 settembre 1960) è un politico italiano.

Giornalista, docente e saggista, è stato membro della Camera dei Deputati dal 1994 al 2006 dove ha ricoperto, fra le altre, la carica di capogruppo nelle Commissioni Cultura e Politiche dell'Unione Europea. Già vicepresidente e Assessore alla Cultura e al Turismo della 'Spettabile Reggenza Sette Comuni' e successivamente Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Padova. Impegnato fin da giovane nelle attività del Movimento Federalista Europeo[1], dal 1994 al 2001 è stato delegato italiano nelle Assemblee dell'Unione Europea Occidentale e del Consiglio d'Europa, dove ha ricoperto il ruolo di Segretario della Delegazione Italiana e vice-Presidente della Commissione Relazioni Parlamentari e Pubbliche. È stato anche membro dell'Assemblea dell'OSCE (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa) e dal 2001 al 2006 dell'IPU (Unione Interparlamentare). Impegnato a livello istituzionale nella valorizzazione di numerose realtà culturali del Triveneto, tra le quali particolarmente le Città Murate, è stato il promotore di diversi interventi legislativi, fra cui la Legge 7 marzo 2001, numero 78[2], che sancì la Tutela del patrimonio storico della Prima Guerra Mondiale. Dal 2017 è Presidente del Consorzio Turistico D.M.O. (Destination Management Organization) di Padova.

Docente di Storia delle Istituzioni, dal 2007 al 2011 ha ricoperto la carica di Commissario dell'Esu (Ente regionale veneto per il diritto allo Studio Universitario), dal 2011 al 2015 è stato vice-Presidente dell'ECStA (European Council for Student Affairs), dal 2012 al 2015 è stato Presidente del C.d.A. dei Collegi Universitari di Merito 'Mazza' (Verona-Padova-Roma), e dal 2015 è membro del Consiglio di Indirizzo di Endisu (Ente Nazionale per il Diritto allo studio e per i servizi agli Studenti).

Giornalista - ha iniziato l'attività all'età di 17 anni - è stato collaboratore per il quotidiano 'L'Indipendente' e corrispondente per la Radio Nazionale Tedesca 'Deutschlandfunk'.

Volumi a curaModifica

  • Bibliografia generale aggiornata sui contributi per Jacopo Bassano. Biblioteca di Bassano del Grappa, Bassano d.G. 1977
  • La Congregazione per la dottrina della fede e la sua attività. Alma Mater Studiorum, Bologna 1988
  • Il discorso parabolico di Marco. Aspetto sincronico, diacronico, storico-critico ed ermeneutico. Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale, Padova 1990
  • La tutela dei beni culturali nell'attività del Consiglio d'Europa. Evoluzioni concettuali e modelli di governo multilivello. Università degli Studi di Padova, Padova 2005
  • Costruire il diritto allo Studio. Grafiche Postumia, Padova 2010
  • Città murate del Veneto (con G.Perbellini). Cierre Edizioni, Verona 2011
  • Una storia familiare dell'Altopiano. Cierre Edizioni, Verona 2013
  • Europa perché sì (con qualche se) (con D.Romani). Edizioni Mazziane, Verona 2014
  • Noi, che fummo giovani e soldati. L'Altopiano nella Grande Guerra. Edizioni Marsilio, Venezia 2015
  • Castelli e altri tesori delle città murate del Veneto (con P. Daverio e G. Perbellini). Azzurra Publishing, Verona 2016

NoteModifica

  1. ^ Euro Studium, su eurostudium.eu.
  2. ^ Legge n. 78 del 2001, su parlamento.it.

Collegamenti esterniModifica