Apri il menu principale
Francesco Riso

Francesco Riso (Palermo, 15 ottobre 1826Palermo, 1º maggio 1860) è stato un patriota italiano.

Di umili origini (era un idraulico), fu animato, fin da ragazzo, dagli ideali risorgimentali e fu sempre avverso ai Borbone, contro i quali organizzò diversi tentativi di cospirazione.

Partecipò all'insurrezione della Fieravecchia nel gennaio 1850 a Palermo; fece parte dei comitati segreti; diresse la rivolta della Gancia del 4 aprile 1860, durante la quale rimase ferito. Catturato, morì in ospedale, mentre il padre ed altri dodici insorti furono fucilati[1].

È ricordato a Palermo con un busto eretto nel Giardino Garibaldi di Piazza Marina e sul "Monumento ai caduti del 1848 e del 1860" progettato nel 1885 da Giuseppe Damiani Almeyda nel Cimitero di Sant'Orsola[2].

NoteModifica

  1. ^ Samuele Schirò, Storia di Francesco Riso, su palermoviva.it.
  2. ^ Piedistallo e busto di Francesco Riso, su giardinisiciliani.it.

Collegamenti esterniModifica