Apri il menu principale

Franco Giordano

politico italiano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Francesco Giordano" rimanda qui. Se stai cercando il politico del XIX secolo, vedi Francesco Giordano (1821).
Franco Giordano
Franco Giordano.jpeg

Segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista
Durata mandato 7 maggio 2006 –
27 luglio 2008
Predecessore Fausto Bertinotti
Successore Paolo Ferrero

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XIII, XIV, XV
Gruppo
parlamentare
Rifondazione Comunista - Sinistra europea
Coalizione L'Unione
Circoscrizione Umbria (XIII)
Toscana
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Sinistra Ecologia Libertà (dal 2009)
Precedenti:
PCI (1974-91)
PRC (1991-2009)
MpS (2009)
Titolo di studio Maturità scientifica
Professione funzionario di partito, impiegato

Francesco Giordano detto Franco (Bari, 26 agosto 1957) è un politico italiano.

Indice

BiografiaModifica

Dopo la maturità scientifica ha sempre svolto attività politica come dirigente di partito. Iscritto al Partito Comunista Italiano fin dal 1974 ha fatto parte dal 1985 al 1987 della Segreteria nazionale della FGCI e dal 1987 al 1990 della Segreteria provinciale del PCI di Bari. Quando il partito della falce e martello si sciolse, Giordano aderì al gruppo di Rifondazione Comunista, e due mesi dopo divenne Segretario della Federazione provinciale di Bari.

Nel 1992, avversando il progetto del Partito Democratico della Sinistra, è entrato a far parte della Direzione nazionale del PRC e dal 1994 è nella Segreteria nazionale. Eletto deputato per la prima volta nel 1996, nella XIII legislatura è stato membro della Commissione permanente Lavoro Pubblico e Privato fino all'ottobre del 1998 e successivamente della Commissione permanente Finanze. Viene quindi nuovamente eletto nelle elezioni politiche del 13 maggio 2001. È stato Presidente dei deputati di Rifondazione Comunista dall'ottobre del 1998 (subito dopo la scissione del PdCI) e fino al maggio 2006.

Alle elezioni politiche del 2006 riceve un nuovo mandato parlamentare alla Camera, essendo eletto deputato nella circoscrizione Toscana.

Dopo le elezioni, in cui il Partito della Rifondazione Comunista ottiene il 5,84% dei voti, per effetto dell'elezione a Presidente della Camera dei Deputati di Fausto Bertinotti, Giordano diventa segretario nazionale del PRC. Alle elezioni amministrative del 2007 il PRC tocca il minimo storico. La sua segreteria cerca di imporre al PRC uno scioglimento in una lista della Sinistra Arcobaleno, che alle elezioni politiche del 2008 ottiene il 3,12%, altro minimo storico, e per la prima volta nella storia del dopoguerra nessuna forza organizzata dei comunisti riesce ad entrare in parlamento.

Sconfitto al congresso del suo partito nel 2008, ne promuove la scissione, fondando il Movimento per la Sinistra con Nichi Vendola.

Opere di saggisticaModifica

  • Nessun Dio ci salverà. Riflessioni sulla sinistra italiana tra sconfitta e speranza, Donzelli Editore, 2009.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN261957624 · ISNI (EN0000 0003 8160 1491 · SBN IT\ICCU\CFIV\243754