Apri il menu principale

Freccia Vallone femminile 2013

Belgio Freccia Vallone femminile 2013
Fleche wallonne féminine 2013 circuits.png
Percorso
Edizione16ª
Data17 aprile
PartenzaHuy
ArrivoMuro di Huy
Percorso131,5 km
Tempo3h34'32"
Media36,862 km/h
Valida perCoppa del mondo di ciclismo su strada femminile 2013
Ordine d'arrivo
PrimoPaesi Bassi Marianne Vos
SecondoItalia Elisa Longo Borghini
TerzoSudafrica Ashleigh Moolman
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
Freccia Vallone femminile 2012Freccia Vallone femminile 2014

La Freccia Vallone femminile 2013, sedicesima edizione della corsa e valida come quarta prova della Coppa del mondo di ciclismo su strada femminile 2013, si svolse il 17 aprile 2013 su un percorso di 131,5 km. La vittoria fu appannaggio dell'olandese Marianne Vos,[1] che completò il percorso in 3h34'32", precedendo l'italiana Elisa Longo Borghini e la sudafricana Ashleigh Moolman.

Sul traguardo del muro di Huy 80 cicliste, su 128 partite, portarono a termine la competizione.[2]

PercorsoModifica

L'edizione 2013, vede un percorso diverso da quello dell'edizione precedente: tra le differenze più significative vi è la presenza di 3 muri in più. [3]

MuriModifica

Numero Nome Chilometro Lunghezza (m) Pendenza media (%)
1 Côte d'Ereffe 18,5 2200 5,9
2 Côte de Peu d'Eau 37 2700 3,9
3 Côte de Bellaire 42,5 1000 6,8
4 Côte de Bohissau 49,5 1300 7,6
5 Côte de Bousalle 53 1700 4,9
6 Muro di Huy 65,5 1300 9,6
7 Côte d'Ereffe 845 2200 5,9
8 Côte de Peu d'Eau 103,5 2700 3,9
9 Côte de Bellaire 108,5 1000 6,8
10 Côte de Bohissau 116 1300 7,6
11 Côte de Bousalle 119 1700 4,9
12 Muro di Huy 131,5 1300 9,6

Squadre e corridori partecipantiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Partecipanti alla Freccia Vallone femminile 2013.

Resoconto degli eventiModifica

La fuga che caratterizza la prima parte della corsa parte dopo quarantacinque chilometri ed è composta da 8 atlete; sulla Côte de Bohissau esse hanno un vantaggio di quarantadue secondi. L'inseguimento all'ottetto spacca il gruppo in due; tuttavia, una volta che il primo gruppo rientra sulle 8, la seconda parte, grazie ad un rallentamento generale, riesce a rientrate. Il primo passaggio sul traguardo produce una vasta selezione e divide il gruppo in tre tronconi. A 15 Km dall'arrivo Alena Amjaljusik e Katie Colclough provano l'allungo e riescono a guadagnare del terreno (il loro vantaggio raggiunge trenta secondi); esse vengono prima raggiunte da Tatiana Guderzo (ai -10 Km) e poi da tutto il gruppo. Sul Muro di Huy Ashleigh Moolman lancia la volata ma, a velocità doppia, viene superata da Marianne Vos; Elisa Longo Borghini cerca di seguire l'olandese, ma non ha la stessa velocità; l'ornavessese al photofinish riesce a cogliere la seconda piazza.

Ordine d'arrivo (Top 10)Modifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) La corsa su LeTour.fr, su letour.fr. URL consultato il 17 maggio 2017.
  2. ^ (EN) Ordine d'arrivo su LeTour.fr, su letour.fr. URL consultato il 17 maggio 2017 (archiviato dall'url originale il 20 novembre 2016).
  3. ^ (FR) Percorso su LeTour.fr, su letour.fr. URL consultato il 22 maggio 2017 (archiviato dall'url originale il 20 novembre 2016).

Collegamenti esterniModifica