Günter Behnisch

architetto tedesco

Günter Behnisch (Lockwitz, 12 giugno 1922Stoccarda, 12 luglio 2010) è stato un architetto tedesco.

Durante la seconda guerra mondiale divenne uno dei più giovani comandanti tedeschi al comando di un sottomarino,[1][2] dopodiché diventò uno dei più influenti architetti decostruttivisti.[3] È noto in particolare per aver progettato l'Olympiastadion di Monaco di Baviera e la Bundeshaus di Bonn, dove si riuniva il Parlamento Federale della Germania Ovest.

ProgettiModifica

 
Parco dell'Olympiastadion di Monaco di Baviera

NoteModifica

  1. ^ (EN) David Childs, Günter Behnisch: The architect behind Munich's groundbreaking Olympic Stadium, su The Independent, 7 agosto 2010.
  2. ^ Busch-Roll, p. 29.
  3. ^ (EN) Thorsten Dörting, The Man Who Gave Post-War Germany A New Face, su Der Spiegel, 13 luglio 2010.
  4. ^ (DE) Von W.J. Stock, Baumeister der Demokratie, su Sueddeutsche, 13 luglio 2010.
  5. ^ (EN) Günter Behnisch zum 80.Geburtstag, su Aedes Architecture Forum.
  6. ^ (DE) Axel Springer, Architekt Günter Behnisch stirbt mit 88 Jahren, su Die Welt, 13 luglio 2010.
  7. ^ (EN) Nürnberg International Airport (NUE/EDDN), Nuremberg, Bavaria, su Airport Technology.
  8. ^ (EN) Michael James Potter, Defining the Internal Essence of the Materiality of Institution (PDF), su Michael James Potter. URL consultato il 2 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 30 luglio 2016).
  9. ^ (DE) Junge deutsche Architekten im Ausland, su German Embassy Kopenhagen (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2016).
  10. ^ (EN) The Donnelly Centre for Cellular and Biomolecular Research, su behnisch.com.

BibliografiaModifica

  • (EN) Rainer Busch e Hans-Joachim Roll, German U-boat commanders of World War II : a biographical dictionary, traduzione di Geoffrey Brooks, Naval Institute Press, 1999, ISBN 1-55750-186-6..

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN820613 · ISNI (EN0000 0001 1436 4727 · SBN IT\ICCU\VEAV\036668 · LCCN (ENn83329805 · GND (DE119384167 · BNF (FRcb13334703n (data) · ULAN (EN500016560 · NLA (EN35839309 · WorldCat Identities (ENlccn-n83329805