Apri il menu principale

Gaetano Cima (Cagliari, 16 agosto 1805Cagliari, 4 febbraio 1878) è stato un architetto italiano. È considerato uno dei più grandi architetti della Sardegna. Le sue opere, in stile neoclassico, sono presenti in ogni parte dell'Isola.

BiografiaModifica

Gaetano Cima nacque a Cagliari nel 1805, da agiata famiglia. Intraprese gli studi prima a Torino e in seguito all'Accademia delle Belle Arti di Roma, dove ebbe per maestri anche Luigi Canina e Luigi Poletti. Terminati gli studi, lavorò per il Genio Civile, e in seguito (nel 1837), per divergenze con la direzione del circondario di Sardegna, divenne direttore dell'Ufficio Tecnico del capoluogo sardo. Successivamente si dedicò alla libera professione e all'insegnamento presso l'Università della città natale, che praticò dal 1840 fin quasi alla morte, avvenuta a Cagliari nel 1878, città nella quale riposano le sue spoglie tumulate nel cimitero monumentale di Bonaria. Si conosce l'esistenza di una sola fotografia in vita del Cima (Collezione Pisu).

OpereModifica

 
Il vecchio Ospedale Civile a Cagliari

Architettura civileModifica

 
Il Duomo di Ozieri

Architettura religiosaModifica

BibliografiaModifica

  • Giulio Angioni (a cura di), Guasila. Un paese in Sardegna, Cagliari, Viali, 1985.
  • Antonella Del Panta, Un architetto e la sua città. L'opera di Gaetano Cima (1805-1878) nelle carte dell'Archivio comunale di Cagliari, Cagliari, Edizioni Della Torre, 1983.
  • Salvatore Naitza. Architettura dal tardo '600 al classicismo purista. Cagliari, Ilisso, 1992, ISBN 88-85098-20-7.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN25487396 · ISNI (EN0000 0000 6681 1579 · LCCN (ENn97067582 · GND (DE122541308 · ULAN (EN500069981 · WorldCat Identities (ENn97-067582