Apri il menu principale
Gaglianico
comune
Gaglianico – Stemma Gaglianico – Bandiera
Gaglianico – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Biella-Stemma.svg Biella
Amministrazione
SindacoPaolo Maggia (lista civica Insieme per Gaglianico) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate45°33′N 8°07′E / 45.55°N 8.116667°E45.55; 8.116667 (Gaglianico)Coordinate: 45°33′N 8°07′E / 45.55°N 8.116667°E45.55; 8.116667 (Gaglianico)
Altitudine353 m s.l.m.
Superficie4,5 km²
Abitanti3 763[1] (31-8-2017)
Densità836,22 ab./km²
Comuni confinantiBiella, Candelo, Ponderano, Sandigliano, Verrone
Altre informazioni
Cod. postale13894
Prefisso015
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT096026
Cod. catastaleD848
TargaBI
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantigaglianichesi
Patronosan Pietro
Giorno festivo29 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Gaglianico
Gaglianico
Sito istituzionale

Gaglianico (Gajanìn in piemontese) è un comune italiano di 3.763 abitanti della provincia di Biella, in Piemonte. Nel 1992 il comune di Gaglianico è passato dalla provincia di Vercelli (VC) alla provincia di Biella (BI). Il codice ISTAT del comune prima della variazione era 002060. Dal 1997 il nuovo CAP del comune è 13894. Il vecchio codice postale era 13052.

Indice

Geografia fisicaModifica

Il territorio comunale si trova nella pianura biellese poco a sud del capoluogo ad una quota che va dai circa 370 m s.l.m. nella sua porzione settentrionale ai 305 m al confine con Verrone, a sud.[2]

Origini del nomeModifica

Il nome del comune deriva forse dal patronimico latino Gallianus; una seconda interpretazione fa invece derivare il nome del paese dalla presenza di abitatori di origine celtica, ai quali ci si riferiva con i termini Gaul o Caul.[3]

StoriaModifica

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

 
La torre campanaria

Architetture religioseModifica

  • Chiesa parrocchiale S. Pietro: è un rifacimento seicentesco/settecentesco di un edificio menzionato nei documenti fin dal 1207. Il campanile fu completato nel 1727 e si deve, come la facciata, al Siletti di Mongrando.[3]
  • Oratorio di San Rocco, sulla vecchia strada per Sandigliano, con affreschi del 1526.

Architetture civiliModifica

  • Castello: a pianta quadrangolare è forse il meglio conservato tra i castelli del Biellese.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[4]

 

AmministrazioneModifica

 
Il municipio
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Paolo Maggia lista civica Sindaco
2009 2014 Andrea Quaregna lista civica Sindaco
2014 in carica Paolo Maggia lista civica Insieme per Gaglianico[5] Sindaco

GemellaggiModifica

Il comune di Gaglianico è gemellato con:

SportModifica

Il calcio, l'atletica, le bocce e la pallavolo sono tra i fiori all'occhiello delle società sportive operanti sul suolo comunale.

PallavoloModifica

La società sportiva Gaglianico Volley School è stata fondata nel 2003 e da allora si è gradualmente espansa arrivando ad occupare una posizione di riferimento in ambito biellese e non solo. Nel 2016/2017 per la prima volta la formazione biancoblu (questi i colori sociali) principale ha partecipato ad un campionato regionale conquistando un'agevole salvezza; la stagione successiva una rosa rinnovata e ringiovanita si è ben comportata giungendo alla fine della stagione al terzo posto della Serie D, con conseguente accesso alle fasi di playoff promozione. Nella stessa annata le giovani classe 2003 e 2004 hanno disputato un ottimo campionato Under 14 acquisendo così il diritto societario per la disputa del Campionato di Eccellenza Territoriale per le nuove leve del 2004 e 2005.

Nella stagione sportiva 2017/2018 squadre GVS hanno partecipato ai campionati femminili Fipav di Serie D, concluso nuovamente al terzo posto, Under 18, Under 16, Under 14 Elite, Under 14, Under 13, Under 12, Under 12 4vs4; inoltre, sempre in ambito Fipav, rappresentative di giovanissimi atleti ed atlete GVS parteciperanno ai vari concentramenti di MiniVolley e Palla Rilanciata. In ambito puramente sportivo/ricreativo GVS è presente in almeno un campionato femminile giovanile PGS (Polisportive Giovanili Salesiane) e con due formazioni, una femminile ed una mista open, nei relativi campionati CSI (Centro Sportivo Italiano).

Nella stagione 2018/2019 è proseguita la crescita qualitativa che ha portato la Prima Squadra, Gilber Gaglianico Volley School, a vincere il Campionato con una giornata di anticipo, conquistando la promozione in Serie C. Agli ordine dei coach Stefano Toniolo e Paolo Garizio, la rosa della squadra era composta dai palleggi Martina Danna (nata nel 2001), Lisa Fornasier (2003) ed Alessia Geda (2005), i liberi Giorgia Marinello (1994), Sara Mainini (2002) ed Elisa Murdaca (2003), i centrali Marta Gualino (1990), Francesca Peruzzo (1995) e Martina Caretta (2003), le bande Martina Novara (1995), Michela Bevilacqua (1995), Rebecca Sardo (2001) e Ginevra Levis (2004), gli opposti Elisa Ferraro (1988), Marianna Carena (2000), Marta Piccioni (1998) e Lara Cavaliere (2003). Nella stessa stagione ottimi risultati anche da parte della squadra femminile militante nel Campionato CSI e da tutto il settore giovanile con, in particolare modo, le formazioni Under 13 ed Under 16 distintesi nei vari Campionati e tornei disputati.

Infrastrutture e trasportiModifica

Nonostante la sua piccola estensione il comune è attraversato da due strade statali (la SS 143 Vercellese e la SS 230 di Massazza) e dalla ferrovia Biella-Santhià.

Tra il 1890 e il 1933 Gaglianico fu servito dalla tranvia Vercelli-Biella e, dal 1925 al 1951, dalla tranvia Biella-Borriana[7].

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2017.
  2. ^ Carta Tecnica Regionale raster 1:10.000 (vers.3.0) della Regione Piemonte - 2007
  3. ^ a b Comuni della Provincia di Biella, AA.VV, Nerosubianco edizioni, Cuneo 2005
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Comune di Gaglianico, La Repubblica; risultati on-line su www.repubblica.it (consultato nel giugno 2014)
  6. ^ Gaglianico punta sull'eco-energia; articolo del 13-9-2006 su /www.ecodallecitta.it (consultato nel giugno 2013)
  7. ^ Mario Matto, La tramvia Santhià-Ivrea e la rete tranviaria locale, in Santhià e la ferrovia: una storia che dura 150 anni, GS Editrice, Santhià, 2006, pp. 203-266. ISBN 88-87374-95-3

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN235713119
  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte