Galictis cuja

specie di animale della famiglia Mustelidae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Grigione minore
Galictis.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Sottordine Caniformia
Famiglia Mustelidae
Sottofamiglia Ictonychinae
Genere Galictis
Specie G. cuja
Nomenclatura binomiale
Galictis cuja
(G. I. Molina, 1782)
Areale

Lesser Grison area.png

Il grigione minore (Galictis cuja (G. I. Molina, 1782)) è un carnivoro della famiglia dei Mustelidi. È comune in gran parte della metà meridionale del Sudamerica.

DescrizioneModifica

Il grigione minore ha all'incirca le dimensioni e il peso di una faina ed è leggermente più piccolo del grigione maggiore (G. vittata), con il quale è strettamente imparentato. Raggiunge una lunghezza totale di circa 44-68 centimetri, di cui da 13,5 a 19,0 spettanti alla coda. Pesa circa 1,2-2,5 chilogrammi[2].

Ha corpo snello e zampe corte. Il dorso è bruno-giallastro, mentre la parte inferiore del muso sotto la fronte, la parte inferiore del collo e l'addome sono di colore nero. Tra queste due aree si estende una linea chiara che scende lungo la testa e il collo fino alle spalle[2].

Distribuzione e habitatModifica

Il grigione minore è una specie comune nella metà meridionale del Sudamerica. Il suo areale comprende il Perù sud-orientale, le regioni occidentali e meridionali della Bolivia, il Cile centrale, il Paraguay, l'Uruguay, l'Argentina e le regioni sud-orientali e meridionali del Brasile. È assente dall'estremità meridionale del continente (Patagonia meridionale e Terra del Fuoco)[1].

Si incontra fino a 4200 metri di altitudine sia in zone ricche d'acqua che in zone aride come il Gran Chaco. Vive in zone caratterizzata da vegetazione rada, così come nelle foreste, nelle praterie e anche nelle aree agricole della pampa[1].

BiologiaModifica

Il grigione minore si nutre, tra le altre cose, di piccoli mammiferi, uccelli e loro uova, lucertole, anfibi e frutta[1].

NoteModifica

  1. ^ a b c d (EN) Helgen, K. & Schiaffini, M. 2016, Galictis cuja, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.
  2. ^ a b Eric Yensen e Teresa Tarifa, Galictis cuja, in Mammalian Species, n. 728, 2003, pp. 1-8.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Robert Melrose, Galictis cuja, su Animal Diversity Web, University of Michigan Museum of Zoology. URL consultato il 29 dicembre 2011.
  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi