George Barrow

geologo scozzese

George Barrow (18531932) è stato un geologo scozzese.

BiografiaModifica

Verso la fine del 1800, viene incaricato di rilevare geologicamente una parte degli Altopiani scozzesi in cui sono presenti varie rocce metamorfiche derivanti da protoliti appartenenti ai sedimenti pelitici. Barrow, durante questo rilevamento, è il primo a introdurre il concetto di gradiente metamorfico e di minerale indice.

Egli infatti suddivide le rocce rilevate in zone caratterizzate dall'ingresso di un nuovo minerale, rispetto alla paragenesi della zona precedente; in particolare distingue zone a: clorite, biotite, granato, cianite, andalusite e sillimanite. Il grado metamorfico aumenta sempre di più spostandosi dalla zona a clorite verso quella a sillimanite ed è riferito ad un gradiente di circa 20 °C/km.

La prima concezione di zona metamorfica, pertanto, è l'insieme di varie rocce metamorfiche, che, se di simile composizione chimica, sono costituite da identiche associazioni mineralogiche. Nel 1915 tale concetto verrà precisato dal geologo finlandese Pentti Eskola, che introdurrà la definizione di facies metamorfica.

È stato insignito della medaglia in onore di William Bolitho da parte della Royal Geological Society of Cornwall nel 1912.[1]

NoteModifica

  1. ^ David Oldroyd, ‘Barrow, George (1853–1932)', Oxford Dictionary of National Biography, Oxford University Press, 2004 accessed 15 Nov 2007

BibliografiaModifica

  • Lucio Morbidelli. Le rocce e i loro costituenti. Roma, Bardi Editore, 2003. ISBN 8888620044

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN291558036 · ISNI (EN0000 0003 9659 3244 · LCCN (ENno2016038166 · WorldCat Identities (ENlccn-no2016038166