Georges Flamant

attore francese

Georges Flamant (Tunisi, 3 settembre 1903Parigi, 23 luglio 1990) è stato un attore francese.

BiografiaModifica

Nasce a Tunisi nel 1903 quando la Tunisia era un Protettorato francese; figlio di un funzionario del Ministero delle finanze e di una insegnante universitaria, ha compiuto studi di giurisprudenza. Mentre lavora in una società immobiliare, un suo cliente, l'attore Michel Simon, lo nota e gli offre di entrare nel mondo del cinema. Approdato agli Studios de Billancourt, nel 1931 viene presentato al regista Jean Renoir che era alla ricerca di un attore per interpretare il ruolo di André Joguin per il suo film La cagna (La Chienne) e viene assunto. Firma un contratto di due anni per interpretare quattro film all'anno.

Sul set del primo film, si innamora dell'attrice protagonista, Janie Marèse. La porta nel Midi per trascorrere una vacanza, ma un incidente automobilistico, a causa di una sbandata della sua Chrysler sulla ghiaia, sulla strada per Petite-Corse, vicino a Sainte-Maxime, uccide sul colpo l'attrice a soli 23 anni. Il mondo del cinema, e in particolare Michel Simon, si è risentito di quanto accaduto e lo ha ostracizzato. Fino al 1943 interpretò diciotto film e apparve inoltre in quattro cortometraggi.

Il suo incontro e la sua relazione con Viviane Romance, che sposò nel 1937 e con la quale interpreta alcuni film, rilanciarono la sua carriera fino alla dichiarazione di guerra del 1939. Nel 1941 visse con la Romance a Nizza. Nel dopoguerra, dopo essere apparso in un film del cinema italiano nel 1948, tra il 1953 e il 1959 comparve soltanto in quattro pellicole; l'ultima sua interpretazione fu nel celebre film I 400 colpi, diretto da François Truffaut. Successivamente ha intrapreso una carriera nel music hall dove ha imitato, cantato e trasposto le poesie di Paul Géraldy in un linguaggio popolare.

Nel 1976, intervistato da Danièle Sommer per il periodico Télé 7 Jours, espresse tutti i suoi rimpianti per il fallimento della sua carriera:

«Ho un desiderio atroce di tornare a recitare nel cinema, in televisione, ero il Delon prima della guerra e potevo ancora dimostrare molto. All'inizio della mia carriera ho avuto successo, però le donne mi hanno fatto girare la testa. Non capivo che il cinema fosse una professione. Non l'ho preso sul serio. Ho passato la mia vita da dilettante. Adesso, ho capito, perché quello che contava di più nella mia vita, sono i fallimenti. Vorrei ricostruire una carriera per lasciare un buon ricordo di me.»

Nel 1977 fece l'ultima sua apparizione nell'episodio Maigret et Monsieur Charles della serie televisiva francese Les enquêtes du commissaire Maigret diretto da Jean-Paul Sassy.

Muore a Parigi nel 1990 all'età di 86 anni.

FilmografiaModifica

CortometraggiModifica

LungometraggiModifica

Doppiatori italianiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN39586423 · ISNI (EN0000 0000 5943 3311 · LCCN (ENno2001091730 · GND (DE1061565971 · BNF (FRcb14177635b (data) · BNE (ESXX1793008 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2001091730