Germano Bonaveri

cantautore italiano (1968-)
Germano Bonaveri
Germano Bonaveri.jpg
Germano Bonaveri
NazionalitàItalia Italia
GenereMusica d'autore
Periodo di attività musicale2001 – in attività
Strumentovoce, chitarra
EtichettaWarner Italia; Parole&Musica: Fonoprint studios
Gruppi attualiBONAVERI
Gruppi precedentiResto Mancha
Album pubblicati6
Studio6
Live0
Raccolte1
Sito ufficiale

Germano Bonaveri (Bologna, 28 gennaio 1968) è un cantautore italiano.

BiografiaModifica

Bonaveri nasce nel 1968 a Bologna. Fin da ragazzo si appassiona al mondo dei cantautori italiani e stranieri, iniziando anche a sperimentarsi come compositore. Il suo stile di scrittura che si interseca e si determina con lo studio della filosofia e dell'alchimia, risente di influenze letterarie.

Nei suoi testi Bonaveri parla di difesa dei diritti umani, di ingiustizia sociale e politica, del progressivo avvelenamento del pianeta (e della mente umana), attraverso le lenti della sua vita a Bologna, culla di molti artisti di talento.

Scivola via e i Resto ManchaModifica

Nel 2001 decide di dar vita al suo progetto di cantautore, e insieme a Luigi Bruno fonda il gruppo Resto Mancha, con cui incide alcuni demo (Atto Primo, Il pagliaccio di strada) fino alla realizzazione, nel 2005, dell'album Scivola via, prodotto da Fabbrica di Parole&Musica e distribuito dalla Warner Music Italy.

Parallelamente Bonaveri realizza il progetto Quello che non ho - Tributo a Faber, uno spettacolo dedicato al cantautore Fabrizio De Andrè.

MagnificoModifica

Alla fine del 2006 Bonaveri inizia la collaborazione con Beppe Quirici e affida a lui la produzione artistica del nuovo album, Magnifico, anch'esso con la produzione esecutiva di Parole & Musica (tra i musicisti ricordiamo Beppe Quirici, Mario Arcari, Elio Rivagli). Il disco lo porta ad essere tra i finalisti del Premio Tenco 2007 e all'esibizione sul palco dell'Ariston di Sanremo affiancato dallo stesso Quirici e da Armando Corsi.

L'8 settembre 2007 partecipa al primo V-Day organizzato da Beppe Grillo in Piazza Maggiore a Bologna.

Otra voz cantaModifica

Alla fine del 2009, da un'idea di Armando Corsi nasce il progetto Otra voz canta, canti di libertà e resistenza di diverse nazioni con l'intento di mantenere alta la memoria e l'eredità morale di tutte le persone che in ogni angolo del mondo hanno lottato contro la tirannia e la dittatura.

Città InvisibiliModifica

Dopo avere maturato uno stile inconfondibile di scrittura e sintesi musicale, nel 2009 nasce Città Invisibili, che vanta la collaborazione di Maurizio Biancani, e artisti come Mario Arcari, Lucio Dalla e Marco Alemanno. Il disco ottiene ottime recensioni e Bonaveri viene definito dall' AGI anarco-poeta[1]. Il tour prende il via dal Teatro delle Celebrazioni di Bologna dove Bonaveri è accompagnato dal suo gruppo storico: Luigi Bruno (fisarmonica e tastiere), Luca De Riso (basso), Antonello D'Urso (chitarre), Nicola Morali (pianoforte), Gabriele Palazzi Rossi (batteria).

Nell'estate del 2010 esce la nuova versione di Contro, tratto dall'album Scivola via. È un brano che Bonaveri riscrive in base all'attualità che lo circonda: una specie di "canzone mutante" che nel caso specifico affronta la tematica della censura esercitata attraverso la proposta della legge bavaglio. Il video viene pubblicato su diverse testate on-line tra cui L'Unità[2].

Nell'aprile del 2011 Bonaveri incide il remake della canzone Sólo le pido a Dios di León Gieco. Il brano verrà trasmesso e diffuso il 25 aprile dalla Radio Nacional Argentina tramite ORA ITALIA[3], il programma radio degli italiani in Patagonia. Nello stesso giorno esegue, in piazza Maggiore a Bologna, il concerto Otra voz canta[4] per l'ANPI.

Nel giugno del 2011 partecipa a "Signori, entra il lavoro!"[5] la festa per i 110 anni della FIOM.

L'Ora dell'Ombra RossaModifica

L'11 novembre 2011 esce in italiano e spagnolo L'Ora dell'Ombra Rossa Archiviato il 10 dicembre 2011 in Internet Archive., un concept album che prende spunto dalle carte dei tarocchi marsigliesi per affrontare tematiche di riscatto sociale, di rivoluzione, lotta per l'emancipazione dall'omologazione.

I MusiciModifica

Nel 2012 Bonaveri viene scelto come cantante del progetto I MUSICI[6], gruppo formato da Ellade Bandini, Juan Carlos “Flaco” Biondini, Roberto Manuzzi, Antonio Marangolo, Pierluigi Mingotti, Vince Tempera.

Musica LiberaModifica

Da una idea di Germano Bonaveri, un gruppo di artisti e professionisti del settore decide di proporsi alle amministrazioni pubbliche sensibili a queste tematiche per fare concerti lasciando che sia il pubblico a sostenere il progetto attraverso una offerta non obbligatoria[7]. Bonaveri afferma che le persone debbano reagire a questo progressivo imbarbarimento culturale ed i comuni debbano sentire vivo il dovere di prendersi cura della popolazione e far sopravvivere la libera espressione delle arti. La musica quindi come manifestazione del lavoro degli artisti che vengono sostenuti con la libera offerta delle persone nella misura del gradimento, dell'apprezzamento e della voglia di essere parte di un progetto contribuendo alla sua realizzazione.

Euterpe, concerti di poesiaModifica

Nel 2013 nasce Euterpe per portare nei teatri italiani la poesia, sostenuta da musiche ed atmosfere capaci di aumentarne la percezione di senso. EUTERPE è un progetto aperto, un work in progress che si evolve ogni volta in cui viene richiesta la rappresentazione in scena di altre poesie o altre prose che si ritengono affini.

La StaffettaModifica

Con il 2014 ritorna il Bonaveri cantautore. Nel nuovo disco - intitolato La Staffetta - l'artista racconta le vite degli sconfitti di tutte le epoche, quelli che pur avendo fatto la storia non hanno potuto scriverla (altri lo faranno, ben protetti nei loro castelli dorati). Si fondono i personaggi che hanno vissuto la guerra, i campi di concentramento, la tortura, la violenza fisica e psicologica e quelli della sua storia personale per raccontare come tutto ritorni quando la soglia della memoria scende per volontà del potere. Dalla collera (citando Alekos Panagulis) ad una domenica mattina dell'immediato dopoguerra, dove le speranze riaccendono un sorriso che però deve districarsi tra un futuro di speranza ed un passato prossimo lancinante. La libertà, ci racconta Bonaveri, va conquistata e mantenuta attraverso il passaggio del testimone, attraverso la staffetta come ponte tra le generazioni. Per non dimenticare mai.

Esce a gennaio 2018 il singolo 'Le piccole vite'Modifica

Il brano è stato prodotto da Maurizio Biancani per Fonoprint Bologna ed anticipa l’album “Reloaded”, il sesto nella carriera dell’artista. “Le piccole vite è la canzone scritta per Topo, il gatto compagno di vita. "Dedico questa canzone a tutte quelle creature non umane che popolano il nostro mondo” (bonaveri).

ReloadedModifica

Nel 2018 il cantautore bolognese rivisita alcuni dei suoi brani. 18 brani, di cui uno inedito (“Le Piccole Vite”), ci invita a compiere un viaggio musicale e viscerale nei suoi 14 anni di carriera artistica. Bonaveri dona alle sue vecchie canzoni nuova luce, nuova musicalità e, soprattutto, sottolinea con maggiore enfasi storie e tematiche cantante tanti anni fa, ma che, purtroppo, sono ancora oggi attuali .

Il CretinoModifica

Spettacolo ambizioso e originale destinato agli amanti dell’arte, della musica e dello spettacolo in tutte le sue sfaccettature. Il nuovo spettacolo che vanta importanti collaborazioni: la produzione artistica di Maurizio Biancani, la sapiente e curata regia di Daniele Sala e l’accompagnamento musicale di Pietro Posani. Uno spettacolo che unisce cultura, ricordo, nostalgia e linguaggio universale, in cui Bonaveri propone magistralmente la sua arte ricca e poliedrica facendosi interprete e attore.

Esce il singolo 'Patty'Modifica

Il 30 novembre 2018 esce il nuovo singolo inedito dal titolo “Patty”, prodotto da Maurizio Biancani per Fonoprint Bologna. Un brano dal testo intimo, un viaggio immaginario. «Patty è una canzone d’amore – spiega Bonaveri – è il sogno di un mondo dove le persone conoscono a memoria almeno una poesia. Significa ritrovare uno spazio per l’emotività e la voglia di ritrovare l’armonia con l’ambiente circostante, rispettandolo senza fare così tanto rumore inutile».

Musicisti e collaborazioniModifica

Il gruppo che attualmente[non chiaro] si esibisce con Bonaveri è composto da: Gabriele Palazzi Rossi (batteria), Luca De Riso (basso), Pietro Posani (chitarre), Elena Champion (fisarmonica e voce), Stefano Gentilini (pianoforte).

Altri musicisti che hanno collaborato con Bonaveri: Mario Arcari (fiati), Ellade Bandini (batteria),Michel Barros Bessone (charango e chitarra), Maurizio Biancani (fonico e direzione artistica), Juan Carlos “Flaco” Biondini, Gloria Bonaveri (voce), Luigi Bruno (fisarmonica e tastiere), Giorgio Cordini (chitarra), Armando Corsi (chitarra), Max D'Adda (batteria), Marco Fadda (percussioni), Fabrizio Luca (percussioni), Pietro Malaguti (fiati), Roberto Manuzzi, Antonio Marangolo, Martina Marchiori (violoncello), Stefano Melone (tastiere), Pierluigi Mingotti, Beppe Quirici (basso e direzione artistica), Elio Rivagli (batteria), Edmondo Romano] (fiati), Lo Studio Staff (voci e programmazione), Valeria Sturba (violino e theremin), Vince Tempera, Lele Veronesi (batteria), Ivano Zanotti (batteria), Antonello D'Urso (chitarre), Paolo Biavati (fonico), Nicola Morali (pianoforte).

DiscografiaModifica

  • 2005 - Scivola via (Fabbrica di Parole&Musica/Warner Music)
  • 2007 - Magnifico (Fabbrica di Parole&Musica/EGEA Music)
  • 2010 - Città Invisibili (Fabbrica di Parole&Musica/Rusty Records)
  • 2011 - L'Ora dell'Ombra Rossa (autoprodotto)
  • 2014 - La Staffetta (BMA)
  • 2018 - Reloaded (Fonoprint)

SingoliModifica

  • 2018 - Le piccole vite (Fonoprint)
  • 2018 - Patty (Fonoprint)

NoteModifica

  1. ^ Agi.It - Bonaveri, Gli Invisibili Nel Nuovo Disco Dell'Anarco-Poeta[collegamento interrotto]
  2. ^ La ballata di Bonaveri contro leggi bavaglio e affini - Culture - l'Unità Archiviato il 9 novembre 2013 in Internet Archive.
  3. ^ Ora Italia e una sorpresa in occasione di questo 25 aprile 2011. Buona giornata a tutti! ~ Ora Italia, su oraitalia.blogspot.com. URL consultato il 1º maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 3 giugno 2016).
  4. ^ ANPI | Bologna - Festa della Liberazione
  5. ^ Bologna - La Fiom In Festa Archiviato il 2 settembre 2011 in Internet Archive.
  6. ^ Home||I Musici Online Archiviato il 3 gennaio 2014 in Internet Archive.
  7. ^ Home||Musicalibera, su musica-libera.it. URL consultato il 9 marzo 2022 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2021).

BibliografiaModifica

  • Annino La Posta, IL SUONO INTORNO ALLE PAROLE 2 Rapporto confidenziale sul lato nascosto della canzone d'autore Vol II (libro+CD), ZONA, 2009. ISBN 978-88-6438-061-2.
  • Giordano Sangiorgi, Romagna nostra. Autobiografia semiseria di un promoter predestinato, ZONA, 2009. ISBN 978-88-89702-93-2.

Collegamenti esterniModifica